Cerca Hotel al miglior prezzo

Spiez (Svizzera), vacanza sul lago di Thun, visita alla città

Pagina 1/2

Situata ai piedi del monte Niesen dall’inconfondibile forma a piramide, distesa ad anfiteatro in un’insenatura della riva sud-occidentale del lago di Thun, Spiez è una cittadina di circa 12.000 abitanti posta a 628 metri di quota che racchiude numerose attrattive molto diverse tra loro. E’ abbastanza sorprendente che Spiez non si pubblicizzi come una delle più belle città-giardino della Svizzera; grazie ai suoi magnifici fiori, infatti, tutto il centro si accende di colori diversi a seconda della stagione, esplodendo in un’estasi di profumi in primavera, quando fiorisce anche la lussureggiante vegetazione del giardino pubblico di piante di canapa posto sulla riva del lago.

Tra le attrattive principali vi sono le molte testimonianze conservatesi dell’antico borgo medievale, parzialmente distrutto da un incendio agli inizi del XVII secolo. La prima visita non può che essere destinata al castello Schloss Spiez, chiaramente individuabile nei pressi del porticciolo, sopra uno sperone roccioso a dominio del lago. La struttura originaria risale alla metà del XII secolo, anche se nel corso della storia si susseguirono svariati interventi di ampliamento e riqualificazione. Attualmente, tra i motivi di visita più interessanti vi sono i begli arredi rinascimentali e barocchi, i tanti cimeli lasciati all’interno dai diversi proprietari ed i quadri che abbelliscono le pareti dei grandi saloni cerimoniali. Particolarmente suggestivo è il salone delle feste, arricchito da stucchi barocchi del ticinese Antonio Castello (1615). Dall’alto della grande torre si potrà ammirare un fantastico panorama sulla città, il lago, il Niesen a sud ed il terrazzo di Beatenberg a est. Poco distante dal castello, al civico numero 48 della Spiezbergstrasse, una casa del 1728 ospita l’Heimat- und Rebbaumuseum, un museo dedicato alla storia, alle tradizioni e alla viticoltura locale.

Altrettanto stupefacente è l’Alte Kirche, la chiesa vecchia, prospiciente il castello e parte del gruppo di undici chiese fondate sul lago di Thun da Rodolfo II di Borgogna. Questa fabbrica costruita pochi anni dopo il Mille è una sorta di prototipo delle chiese romaniche della zona, possedendo i classici elementi delle architetture riconducibili a questa tipologia. L’interno è infatti suddiviso in tre navate con absidi semicircolari, mentre sotto al coro, ornato da affreschi del XII secolo, si trova la cripta sotterranea.

In maggio e giugno nel castello si tengono concerti di musica classica, mentre in settembre vi si svolge un importante festival dedicato al vino d’annata, il Laset-Fescht, che calamita l’attenzione di produttori e turisti. In generale, per conoscere tutto quello che c’è da sapere sulla città e sulle sue manifestazioni, ci si deve recare all’ufficio turistico, posto esattamente di fronte alla stazione ferroviaria, tenendo presente che i suoi orari di apertura risultano più brevi in inverno.
... Pagina 2/2 ...
Nei dintorni di Spiez vi sono altre attrattive che meritano di essere viste. Molto bello è il caratteristico villaggio di Aeschi, composto prevalentemente da case in legno seicentesche e distante non più di 6,5 chilometri da Spiez in direzione sud. Altri paesini alpini del medesimo genere sono Wimmis, Reutigen, Blumenstein e Amsoldingen, dove si erge l’antica chiesa di St. Mauritius, un prezioso saggio dell’architettura romanica tipica dei dintorni del lago di Thun. Di dimensioni decisamente maggiori rispetto alle sopracitate, Frutigen è una cittadina importante, che rappresenta il cuore pulsante della Frutigtal, da cui si dipartono le strade per i centri invernali di Adelboden e Kandersteg. Queste ultime sono il paradiso di ogni sciatore, con tantissime piste più e meno facili che tra l’altro ospitano anche una prova della Coppa del Mondo di sci. Tra i tracciati celebri non si può non ricordare la pista della Wildstrubel.

Il clima è decisamente più mite rispetto al rigore che caratterizza molte altre località svizzere poste alla medesima quota per via del lago, le cui acque tendono ad alzare soprattutto le temperature minime invernali, che non scendono quasi mai di troppi gradi sotto lo zero. In estate il lago di Thun è poi il paradiso di tutti gli sport acquatici, dallo sci d’acqua al wind-surf, con il sole che scalda i pomeriggi di luglio e agosto portando le massime ben oltre i 24/25 gradi.

Uno degli innegabili pregi di Spiez è la facilità con la quale la si raggiunge partendo dall’Italia ed in particolare dal Piemonte e dalla Lombardia. Partendo dal versante svizzero, la cittadina dista non più di mezz’ora d’automobile da Berna. Da Interlaken West partono ogni giorno numerosi treni che fanno la spola con Spiez, mentre in alternativa si può prendere il battello, un mezzo accessibile anche dalla più vicina Thun. Spiez è inoltre il punto di collegamento per il treno che trasporta le automobili in arrivo da Brig e per la linea sud-occidentale diretta alle Alpi del Cantone di Vaud e a Montreux.
close