Cerca Hotel al miglior prezzo

Pellegrinaggio in Boemia, tour da Cesky Krumlov a Svaty Kamen

Boemia, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La Repubblica Ceca è una terra ricca di spunti di viaggio anche nel campo dei viaggi religiosi e dei pellegrinaggi. Sicuramente le aree intorno alla capitale Praga sono ricchissime di opportunità di viaggio, ma anche il sud del paese non è da meno sia nella regione di Moravia che anche nella Boemia meridionale.

Punto di partenza di questo percorso è la bella cittadina di Český Krumlov (Cesky Krumlov) situata a 175 km a sud di Praga. La simbiosi di una città gotico-rinascimentale compatta con il magnifico ed esteso castello, sovrastante il promontorio roccioso, crea un'atmosfera unica nella città medievale situata tra i meandri pittoreschi del fiume Vltava (Moldava) ai piedi dei monti della Selva boema. Dirimpetto al castello è situata la chiesa di San Vito a tre navate con preziose volte a crociera, risalente alla metà del XIV secolo. Presso la gradinata esterna si trova il palazzo gotico del cappellano, il cui portale si annovera tra i più preziosi monumenti rinascimentali situati fuori Praga.

Seconda sosta a Zlatá koruna (La corona d'oro). Questo convento cistercense fortificato doveva servire nel XIII secolo, all'epoca dell'insediamento della regione, al rafforzamento della posizione del Re di Boemia contro il potere espansionista della potente famiglia nobiliare dei Rožmberk. Vi è custodita una spina della corona di spine del martirio di Gesù - dono del Re di Francia. Nell'insieme pittoresco degli edifici dell'ex-convento si possono ammirare dei veri gioielli architettonici, come per esempio le volte primo gotico nella sala capitolare e nella cappella degli Angeli Custodi.

A Vyšší Brod troviamo invece un convento cistercense fu fondato nel XIII secolo dal potentissimo nobile Petr Vok di Rožmberk come centro della colonizzazione della Boemia del Sud. L'area comprende il convento con edifici amministrativi, l'abbazia e una chiesa gotica, nella cui sala capitolare si sono conservati portali, finestre e volte ogivali originali. All'epoca barocca risale, tra l'altro, l'immensa biblioteca conventuale con preziose collezioni di oggetti d'arte. Una parte del convento ospita il Museo delle poste.

Římov, che è la quarta tappa di questo itinerariospita la cappella detta Loretana con il chiostro e la chiesa di Santo Spirito sono collegate con un circuito barocco di pellegrinaggio lungo 6 km, chiamato le Passioni di Římov, composto da tabernacoli con statue di legno e di pietra rappresentanti le stazioni della Via Crucis. Klokoty ospita un santuario barocco: vicino ad una fontanella dove, secondo la leggenda, la Vergine Maria apparve ad un gruppo di piccoli pastori, fu eretta una cappella e più tardi tutta un'area di pellegrinaggio barocca, collegata alla vicina città storica di Tábor da un odoroso viale alberato di tigli centenari con la Via Crucis. Dieci torri con dieci campane dal suono armonioso vogliono ricordare le mani di Maria congiunte nella preghiera. Questo vivace luogo di pellegrinaggio è molto frequentato.

La festa principale vi ha luogo la domenica vicina al 15 agosto, data dell'Assunzione della Vergine Maria. Svatý Kámen (Pietra Santa) ospita la graziosa chiesetta di Santa Maria Maggiore offre l'esempio purtroppo d'infausta memoria di un luogo di pellegrinaggio nella zona militare di frontiera, che dal 1949 fu totalmente trascurata e rinnovata solo recentemente dai cattolici cechi in cooperazione con i cattolici austriaci. La Galleria della Boemia meridionale, denominata secondo il pittore ceco Mikoláš Aleš, è installata invece nel castello di Hluboká. L’antico maneggio dell'attraente castello romantico di Hluboká ospita le collezioni di statue e pitture su tavole gotiche, provenienti dalle chiese della Boemia del Sud e della Selva Boema, che comprendono il periodo che va dalla seconda meta del XIII secolo all'inizio del XVI secolo. Si tratta ad esempio di opere magistrali nello stile caratterizzato dalle dolci espressioni liriche delle madonne e dalla fattura perfetta dei loro indumenti.
  •  

 Pubblicato da - 25 Ottobre 2013 - © Riproduzione vietata

close