Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Burgenland

Burgenland, in viaggio nel'Austria orientale, tra vino e castelli

Pagina 1/2

Il Land più orientale dell'Austria è il Burgenland, una terra che fino agli inizi del Novecento apparteneva all'Ungheria e che solo nel 1921 è passata sotto il controllo austriaco. Per tale ragione è anche la provincia più giovane del paese.

In epoca medievale popolazioni germaniche e ungheresi si stabilirono in questo territorio fino a quando nel XVI secolo i turchi non devastarono la zona. Fu così che ebbe inizio un grande flusso migratorio di contadini croati che popolarono le terre rimaste incolte, e ancora oggi la lingua croata è sopravvissuta e parlata comunemente in alcune località del Burgenland centrale.

Amministrativamente il Land è suddiviso in sette distretti (da nord a sud: Neusiedl am See, Eisenstadt-Umgebung, Mattersburg, Oberpullendorf, Oberwart, Güssing, Jennersdorf) e due città statutarie (Eisenstadt e Rust), ma i turisti tendono a visitare soprattutto la zona più settentrionale, che corrisponde al territorio circostante il Lago di Neusiedl (Neusiedler See, in tedesco).

Il Neusiedler See – secondo lago di steppa in Europa per estensione – influenza la vita e il clima della regione (generalmente più mite rispetto al resto del Land e della vicina steppa ungherese), dove infatti vengono coltivati numerosi ortaggi e verdure dai tanti agricoltori che abitano la regione più pianeggiante di tutta l'Austria.

Il capoluogo regionale è Eisenstadt, cittadina di meno di 15.000 abitanti ideale da visitare in una giornata: in particolare il suo centro storico presenta edifici con facciate barocche e soprattutto un elegante palazzo noto come Schloss Esterházy, un castello la cui costruzione iniziò nel 1663 per mano di un architetto italiano. Per una vista panoramica della città, inoltre, non tralasciate una visita alla Bergkirche situata in Haydnplatz.

Uscendo dal paese, nei pressi di Eisenstadt merita assolutamente una visita anche il Burg Forchtenstein, una spettacolare fortezza medievale ancora oggi di proprietà degli Esterházy.

Avvicinandosi al lago di Neusiedl, la cittadina di Rust è un tranquillo paesino noto sia per la bellezza del borgo in sé, che per la locale produzione di vini, ancora oggi contraddistinti dalla lettera “R” impressa sui tappi di sughero delle bottiglie.

Pochi km più a sud, Mörbisch am See sorge praticamente sul confine con l'Ungheria ed è molto frequentato in estate perché ospita il Sefestpiele, un importante festival dell'operetta.
Il Neusiedler See, in generale, è un luogo decisamente turistico: oltre a presentare un patrimonio culturale riconosciuto dall'UNESCO come Patrimonio dell'Umanità, ha anche delle caratteristiche tali per cui, nonostante la sua grande estensione, la sua profondità media non supera 1,5-2 metri.

Per questo motivo durante i mesi estivi è una delle mete predilette dei vacanzieri che amano farvi il bagno o dedicarsi agli sport acquatici come il windsurf, il kitesurf e la vela. In inverno, viceversa, si ghiaccia e diventa una pista di pattinaggio molto amata dagli austriaci.
... Pagina 2/2 ...
Trovandosi in un territorio prevalentemente pianeggiante, è circondato da paludi, giunchi e canneti, habitat ideale per numerose specie ornitologiche, tanto che sulla sponda orientale è stata istituita una riserva naturale nei pressi di Illmitz molto frequentata dagli appassionati di birdwatching, il Nationalpark Neusiedler See-Seewinkel.

Ancora più ad est di Seewinkel, Frauenkirchen è una cittadina di 3000 abitanti nota per le sue sorgenti termali e per la bellissima Maria Himmelfahrt Kirche, una chiesa distrutta dai turchi alla fine del XVII secolo e ricostruita in stile barocco, ospita interni monumentali e stupende opere d'arte sacra.

Spostandosi più a sud nel Burgenland, il paesaggio cambia progressivamente aspetto. Le colline e i boschi prendono il posto della pianura che si trovava nel nord; nelle campagne la vita scorre seguendo i tempi della natura e i castelli diventano i silenziosi controllori del paesaggio coltivato.

Alcuni comuni, in particolare, sono famosi per i loro burg: parliamo di Lockenhaus, Güssing e Bernstein.

Il castello di Lockenhaus fu il luogo in cui si consumarono i crimini della cosiddetta “contessa sanguinaria” Erzsébet Báthory, che tra il XVI e il XVII secolo torturò e uccise centinaia di giovani donne (alcuni documenti quantificherebbero le vittime nel numero di 650), soprattutto contadine, per “semplici” ragioni di sadismo.

Oggi il Burg Lockenhaus non è più quel luogo di terrore di un tempo ed è visitabile dal pubblico, così come il castello di Güssing con la sua collezione di armi antiche o quello di Bernstein, attualmente trasformato in un hotel.

Ricordiamo infine che, come da tradizione, anche nel Burgenland ogni inverno arriva il momento degli immancabili Christkindlmarkt, i mercatini di Natale: per maggiori informazioni sulle date e le località date un'occhiata al nostro articolo sui mercatini di Natale del Burgenland.

Come arrivare
Il Burgenland, situato nella parte più orientale dell'Austria, si trova a pochi chilometri da Vienna: il capoluogo Eisenstadt, ad esempio, sorge 60 km a sud della capitale, mentre dalla città di Bratislava, nella vicina Slovacchia, dista circa 75 km.
close