Cerca Hotel al miglior prezzo

Eisenstadt (Austria): la visita alla capitale del Burgenland

Eisenstadt è il capoluogo del Land più orientale dell'Austria, il Burgenland, ed è una piccola cittadina di circa 14.000 abitanti nota ai più per essere stata a lungo la residenza del musicista e compositore Joseph Haydn.

Fino al 1921 Eisenstadt era una cittadina ungherese a tutti gli effetti, ma il Trattato di pace di St.Germain sancì il passaggio del Burgenland all'Austria, che ne acquisì dunque il controllo territoriale.

Andando a cercare le radici cittadine, invece, si scopre come in questa zona si fossero insediate numerose popolazioni nel corso della Storia. In epoca medievale era già un borgo fortificato (da cui successivamente il nome Eisenstadt, “città di ferro”), mentre nel XVII secolo la famiglia nobile ungherese degli Esterházy si impadronì del paese: il prestigio di Eisenstadt crebbe notevolmente e fu elevata dall'Imperatore Ferdinando III al rango di libera città reale.

Della presenza degli Esterházy in città rimangono ancora oggi tracce evidenti: su tutte la presenza dello splendido Schloss Esterházy, un palazzo (o castello, schloss) costruito nel XIV secolo ma modificato secondo i dettami dello stile barocco nella seconda metà del Seicento.

Il palazzo si presenta con il caratteristico colore giallo che riprende quello del castello di Schönbrunn a Vienna e, seppur occupato in gran parte dagli uffici amministrativi del Land, alcune stanze sono visitabili dal pubblico: qui è possibile ammirare la Haydnsaal, una sala da 700 posti con un'ottima acustica e colma di affreschi, dove Joseph Haydn conduceva i concerti per gli ospiti degli Esterházy, o ancora l'elegante giardino dove si trova il tempietto dedicato a Leopoldina ( il Leopoldinentempel), figlia del principe Nicola II.

La figura di Haydn si ritrova spesso camminando per la città: la casa – attualmente al civico n°21 di Haydn-Gasse – dove visse per dodici anni è stata trasformata in un museo, ma il musicista è presente anche nella principale chiesa di Eisenstadt, la Bergkirche, risalente al XVIII secolo e costruita per volere degli Esterházy: è qui infatti che riposa il compositore ed è sempre qui che si trova l'organo suonato dallo stesso Haydn (e, pare, anche da Beethoven) in diverse occasioni.

Anche la toponomastica cittadina è fortemente influenzata dal musicista: la stessa Bergkirche è conosciuta anche con il nome di Haydnkirche e sorge in Haydnplatz, mentre la Haydnstraße è una delle strade più belle per la presenza di numerose case storiche.

La città ha però anche altro da offrire: c'è il museo ebraico (Österreichisches Jüdisches Museum, in tedesco), l'Unterberg (l'antico ghetto ebraico), il Burgenländisches Landesmuseum che ripercorre le tappe storiche della regione o ancora il centro culturale Leinnerhaus con la sua galleria d'arte.

Nei mesi invernali, inoltre, come da tradizione si svolgono anche gli immancabili mercatini di Natale, detti Christkindlmarkt: per maggiori informazioni leggete il nostro articolo sui mercatini di Natale di Eisenstadt.

Nei dintorni di Eisenstadt si trovano anche altre località interessanti: tra queste Kleinhöflein, ad ovest della città, un'interessante comunità vinicola dominata dalla chiesa di San Vito risalente al XV secolo, mentre ad est di Eisenstadt si trova St.Georgen, anch'essa famosa per la sua produzione vinicola. Venti km a sud-ovest della città, infine, non perdetevi una visita al Burg Forchtenstein, una spettacolare fortezza medievale di proprietà degli Esterhàzy.

Come arrivare
Eisenstadt si trova circa 60 km a sud di Vienna e a circa 70 km da Bratislava, nella vicina Slovacchia. L'Ungheria è ancora più vicina: la dogana si trova appena 15 km più a sud di Eisenstadt, mentre il confine italiano con Tarvisio dista 355 km.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close