Cerca Hotel al miglior prezzo

Arzl im Pitztal, settimana bianca in Tirolo, Austria

Pagina 1/2

Le fonti ne parlano sin dal 1260, ma i primi insediamenti della zona risalgono probabilmente all’età del bronzo. Già allora le prime tracce di Arzl im Pitztal occupavano l’imbocco della Valle di Pitz, e godevano del clima mite e del paesaggio idilliaco del Tirolo Austriaco. Oggi Arzl im Pitztal è un pittoresco comune del distretto di Imst, popolato da circa 2900 abitanti , appollaiato a 833 metri di quota.

Distribuito su entrambi i fianchi vallivi, tagliato al centro dal solco del Pitzenbach, il comune comprende il cuore vero e proprio di Arzl e vari casali rustici, che costellano l’ambiente intorno. Ad abbracciare la cittadella c’è un paesaggio selvaggio, perfetto per le vacanze estive all’insegna di passeggiate e escursioni, ma anche per i soggiorni invernali tutti dedicati allo sci. Famosa per l’area sciistica sul ghiacciaio, Arzl regala innumerevoli percorsi escursionistici, con vari livelli di difficoltà.

Un sentiero da non perdere è quello che parte dal centro del paese e si snoda intorno all’Osterstein: accanto all’Hotel Post ci si dirige verso il bosco e si prende la prima strada a sinistra, in direzione del campo sportivo: si passa così davanti alla Magnuskappelle, passando tra i campi e il bosco, sino all’insediamento di Osterstein. Un’alternativa è procedere verso la pista da slittino attraversando l’abetaia, e percorrere un sentiero di montagna sublime, che attraversa una romantica gola naturale e conduce ad Imsterberg in circa due ore.

Chi non si accontenta di ammirare pascoli, vette innevate, fitte foreste e casali montani, ma desidera conoscere qualche testimonianza culturale in più, può procedere da Arzl in direzione Wald fino al centro “Pitzenebene”: qui si viene accolti dalla gigantesca struttura del nuovo ponte a sospensione, con una campata di ben 138 metri, e una larghezza di 1.5 metri.

Da vedere anche il mulino per cereali del XVIII secolo, considerato un vero e proprio monumento, un’impareggiabile testimonianza della storia della molitura nelle regioni alpine. Visitabile su richiesta, il mulino è stato rivalorizzato di recente, grazie alla manutenzione preziosa operata da una comunità di volontari.
... Pagina 2/2 ...
Se pensate che la pace regni incontrastata nei dintorni di Arzl im Pitztal e nell’insediamento, avete ragione soltanto in parte: la quiete, l’aria pura e le vedute incontaminate sono certo le caratteristiche più invitanti, ma il bello della località sta nella sua capacità di stupire i visitatori, con una serie di eventi e manifestazioni all’insegna del divertimento. Gli appuntamenti invernali comprendono una ricca serie di festival musicali, oltre alla Festa della Neve nella vicina Mandarfen. Il lunedì di Pasquetta si tiene a Wenns la festa degli orsi.

Per non parlare delle gare sportive che vivacizzano la stagione invernale, grazie anche alle generose nevicate che per tanti mesi glassano il paesaggio, rendendolo ancor più suggestivo e scintillante. Merito del clima moderato continentale, con inverni freddi e tanta neve ad alta quota: le temperature medie di gennaio, il mese più rigido, vanno da una minima di -7°C a una massima di 1°C. Nelle zone pianeggianti, invece le precipitazioni si presentano sotto forma di pioggia e si concentrano tra giugno e luglio, quando piove in media per ben 19 giorni al mese. Le temperature medie di luglio, elevate ma mai eccessive e perfette per le lunghe passeggiate tra i boschi, variano da una minima di 13°C a una massima di 25°C.

Per raggiungere Arzl im Pitztal ci sono varie possibilità. Chi sceglie il treno può raggiungere la stazione di Imst-Pitztal passando per Innsbruck o Landeck, mentre gli aeroporti più vicini sono quelli di Zurigo, Monaco o Salisburgo, rispettivamente a 295 km, 195 km e 230 km di distanza. Per chi sceglie l’auto Arzl è raggiungibile mediante l’autostrada A12.

loading...
close