Cerca Hotel al miglior prezzo

Lipsia (Germania): visita alla cittą, cosa vedere e sapere

Lipsia, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Lipsia dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

Lipsia (Leipzig, in tedesco) è una città moderna e al tempo stesso ricca di tradizione.
Siamo nel Land della Sassonia, nella Germania orientale, in una zona che per quasi cinquant’anni ha fatto parte della DDR, la Repubblica Democratica Tedesca.

Oggi Lipsia conta poco meno di 600.000 abitanti e sta vivendo un periodo di forte rivalutazione anche da parte dei giovani, molti dei quali l’hanno scelta per viverci.
Sono molte infatti le opportunità e gli stimoli che offre: dal punto di vista commerciale si tratta di un importante centro fieristico, ma è anche un luogo imprescindibile della Germania per ciò che riguarda la musica classica, avendo dato i natali a Richard Wagner ed essendo stata città d’adozione anche di J.S.Bach e Mendelssohn, che qui vissero e lavorarono fino agli ultimi giorni.
È anche sede di orchestre di fama mondiale, come la Gewandhausorchester, e del Thomanerchor, il più antico coro di voci bianche.

Storia

Lipsia viene citata per la prima in un documento nell’anno 1015 d.C. nelle cronache del tempo con il nome di urbs Libzi, e successivamente dotata di status di città nel 1165. La vocazione fieristica di Lipsia risale già all’epoca medievale, ed è considerata la più antica fiera commerciale del mondo.

Anche l’Universita di Lipsia (Universität Leipzig) è molto antica: fu infatti fondata nel 1409 e contribuì allo sviluppo della città come centro della legge tedesca e dell'industria editoriale, prima di divenire sede del Reichsgericht (Corte di giustizia imperiale) e della Biblioteca nazionale tedesca (fondata nel 1912).

Nel 1813 fu teatro della cosiddetta Battaglia delle Nazioni, una delle sconfitte decisive più importanti subite da Napoleone che determinò il definitivo tracollo francese nella campagna di Germania.

In epoca più recente, nel 1989 Lipsia fui una delle città più importanti durante la rivoluzione pacifica che portò alla caduta del Muro di Berlino; centinaia di migliaia di abitanti infatti manifestarono ripetutamente per mesi contro il regime per la riunificazione del Paese, tanto da guadagnarsi l’appellativo di Stadt der Helden, la Città degli Eroi.

Cosa vedere a Lipsia

La città ha una forte vocazione artistica e una fervente vita culturale, come testimoniano anche i numerosi musei, le gallerie e i tanti spazi dedicati alla libera espressione.
Se un weekend può bastare per visitare i principali punti d’interesse di Lipsia, come musei e monumenti, con qualche giorno in più a disposizione si può punti entrare meglio in contatto con la realtà locale e coglierne l’essenza.
  • Völkerschlachtdenkmal: letteralmente “Monumento alla Battaglia delle Nazioni”, è un maestoso monumento (uno dei più grandi in assoluto iun Europa, alto 91 metri) che fu eretto nel luogo in cui si trovava il comando di Napoleone Bonaparte durante la battaglia. Venne inaugurato nel 1913, in occasione del centenario della battaglia. Si trova in periferia (Strasse des 18 Oktober n°100) ed è possibile entrare nel complesso, vedere la mostra esplicativa e salire in cima, da dove si gode di una suggestiva vista della città. Ingresso intero 8 €, ridotto 6 €.
  • Nikolaikirche: la Chiesa di San Nicola si trova in Nikolaikirchof n°3, nel centro storico di Lipsia. L’edificio fu costruito inizialmente nel XII secolo, ma la struttura visibile oggi è più recente; fu infatti ricostruita a partire dal XIV secolo e terminata nel 1797, anche se alcune parti della chiesa originale sono state inglobate nella nuova. Si tratta di una chiesa evangelica nata con uno stile gotico e romanico, ma trasformata nei secoli fino ad acquisire un interno neoclassico, con colonne che richiamano le palme a dividere le navate.
  • Altes Rathaus: il Municipio Vecchio sorge nella Piazza del Mercato (Markt) e fu costruito a metà del XVI secolo in stile Rinascimentale, caratteristica che lo pone tra i più antichi edifici tedeschi nel suo genere. Danneggiato dai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale, fu ristrutturato nell’immediato dopoguerra.
  • Naschmarkt: è una piccola piazza dalla forma allungata che si trova alle spalle del Municipio Vecchio. Su di essa si affacciano due splendidi edifici storici alle estremità opposte, rispettivamente l'Alte Handelsbörse, un edificio barocco del 1668, e la galleria commerciale nota come Mädlerpassage.
  • Thomaskirche: la chiesa di San Tommaso sorge a pochi passi dalla Piazza del Mercato. Qui J.S.Bach fu cantore per quasi trent’anni, fino alla sua morte, e i suoi resti riposano oggi sotto a una lapide posta davanti all’altare. Il coro di voci bianche della chiesa (Thomanerchor) è un’eccellenza assoluta a livello mondiale.
  • Museo della Stasi: l’edificio noto come Runde Ecke è situato in Dittrichring n°24, nel centro storico, e fu usato dal 1950’ al 1989 dalla polizia segreta – la temibile Stasi – come quartier generale. Oggi il palazzo ospita un museo che racconta i tempi del controllo totale del popolo da parte dello Stato e, la macchina della propaganda e della repressione. L’ingresso è gratuito.
  • Forum di Storia contemporanea: lo Zeitgeschichtliches Forum si trova in posizione centralissima (Grimmaische Strasse n°6) e racconta le tappe della storia politica dell’allora Germania dell’Est con un accurato percorso espositivo che approfondisce i diversi aspetti e gli intrecci della DDR. L’ingresso è gratuito.
  • Augustusplatz: al margine del centro storico, su questa grande piazza un po’ spoglia si affacciano edifici di differenti epoche e stili, tra cui il Teatro dell’Opera di Lipsia e la Gewandhaus, la grande sala da concerto casa della famosa Gewandhausorchester. Sulla piazza, inoltre, è impossibile non notare la futuristica facciata in vetro del Paulinum, un edificio dell’Universität Leipzig costruito a partire dal 2007 nel luogo in cui sorgeva l’antica chiesa dell’Università, la Paulinerkirche, distrutta dal regime della DDR nel 1968. Oggi la struttura ospita una nuova chiesa, ma anche sale e uffici.
  • Museo Grassi: il Museen im Grassi si trova appena fuori dal centro, in Johannisplatz, non distante da Augustusplatz. Il complesso fu inaugurato nel 1874 ed è gestito dall’Università, che cura le tre interessantissime collezioni appartenenti rispettivamente al Museum für Musikinstrumenten (Museo degli Strumenti Musicali), Museum für Angewandte Kunst (Museo di Arti Applicate) e il Museum für Völkerkunde (Museo Etnologico).
  • Bach-Museum Leipzig: accanto alla chiesa di San Tommaso si trova il museo dedicato a J.S. Bach, che racconta la sua vita ed espone manoscritti originale del grande compositore tedesco, ma fornisce anche molte informazioni utili all’ascolto e alla comprensione della sua opera.
  • Schumann-Haus: il compositore Robert Schumann visse in questa casa in Inselstrasse n°18, dove compose anche alcune celebri opere. Oggi la casa è stata trasformata in un piccolo museo.
  • Mendelssohn-Haus: anche il compositore e direttore d’orchestra Felix Mendelssohn visse a Lipsia, per la precisione in un appartamento in Goldschmidtstrasse n°12, che accoglie una mostra a lui dedicata.
  • Auerbachs Keller: è uno dei ristoranti più famosi e antichi della Germania, essendo stato aperto nel 1525. La sua fama deriva in buona parte dal fatto che Goethe vi ambientò alcune scene del Faust-Parte I, come ricordano anche diverse opere all’interno del locale. Per chi volesse provare la sua cucina, riportiamo l’indirizzo: Mädlerpassage, Grimmaische Strasse n° 2/4.
  • Punti panoramici: oltre al già citato Monumento alla Battaglia delle Nazioni, sul quale si può salire, il City-Hochhaus è un grattacielo alto 142,50 metri (oltre 155 metri se si considera anche l’antenna) sul quale si sale fino a raggiungere il ristorante panoramico situato al 29° piano, oppure alla terrazza al 31° piano (a 120 metri dal suolo), per ammirare il panorama dall’alto.

Eventi e manifestazioni a Lipsia

Tra i principali appuntamenti in città segnaliamo il Bachfest, il festival dedicato a Bach che si svolge ogni anno tra la fine di maggio e l’inizio di giugno.

Le fiere commerciali si svolgono tutto l’anno, con una maggiore concentrazione all’inizio della primavera, periodo in cui è anche più difficile trovare alloggi economici. La Fiera del Libro, che si svolge a fine marzo, è comunque un appuntamento molto interessante (per chi parla bene tedesco o inglese) ed è la seconda in Germania per importanza.

Nel mese di maggio il Wave-Gotik-Treffen è il maggiore festival gotico del mondo e richiama in città migliaia di appassionati di questa cultura, rigorosamente vestiti secondo lo stile gotico e dark.
In inverno, invece, sono molto frequentati i locali mercatini di Natale (Leipziger Weihnachtsmarktes) che si svolgono nel centro storico.

Clima. Quando andare a Lipsia?

Tra fine maggio e per tutta l'estate Leipzig offre le sue luminose giornate, da trascorrere tra una passeggiata e una visita alle deliziose taverne o ai biergarten.
Il rovescio della medaglia è la piovosità più marcata di questo periodo.
Le temperature estive sono comunque gradevoli, con medie intorno ai 18°C e valori di 22-24°C nelle massime, con picchi vicino ai 30°C.
Il periodo invernale è caratterizzato da valori rigidi, con neve e temperature sottozero.

Come arrivare a Lipsia? I trasporti

L'aeroporto di Leipzig-Halle si trova 21 km a nord-ovest dal centro. È servito da compagnie nazionali e internazionali, tra cui alcuni vettori lowcost, ma nessuna collega la città direttamente all’Italia.
L’aeroporto è collegato direttamente alla stazione centrale con i treni-navetta che partono ogni ora, per un tragitto di circa 14 minuti. La stazione dell’aeroporto è collegata anche alla rete ferroviaria a lunga distanza della Deutsche Bahn; da qui si possono dunque raggiungere direttamente Hannover, Magdeburgo, Halle/Saale.

In auto, dal Brennero, Lipsia dista circa 632 km percorrendo la A9.
Per chi si muove in treno, Lipsia è ben collegata alle principali città tedesche; in particolare sono frequenti le corse per Francoforte sul Meno, Dresda e Berlino.
La stazione dei treni (Hauptbahnhof) si trova a pochi passi dal centro storico.
  •