Cerca Hotel al miglior prezzo

Duisburg (Duisburgo): visita alla cittą tedesca, sui fiumi Reno e Ruhr

Nel punto in cui il corso del Reno e del Ruhr si incontrano, nel Land del Nord Reno-Westfalia, sorge la dodicesima città tedesca per popolazione (poco meno di 500.000 abitanti): si tratta di Duisburg, città extracircondariale generata dalla conurbazione di un agglomerato di comuni limitrofi in un’unica estesa metropoli. Una grande varietà di attrazioni turistiche, storiche e culturali fa di Duisburg un centro vivace e degno di essere scoperto a poco a poco nella sua molteplicità di volti.

“Duisport” è il nome che viene spesso attribuito alla città, grazie alla presenza del porto interno, il più grande d’Europa nonché la zona urbana più affascinante e pittoresca di tutta Duisburg: quello che oggi si presenta come un movimentato polo residenziale, commerciale e culturale, con innumerevoli proposte per lo svago e il relax, era in origine costellato di silos per i cereali e di mulini per la macina, che gli valsero il nome di “granaio della Ruhr”. Oltre 130 sono i posti nautici messi a disposizione degli sportivi, che potranno sfruttare quest’ottima base per avventurarsi ad esplorare i numerosi canali che da qui si diramano.

Particolarmente interessante è poi il Parco Paesaggistico Duisburg-Nord, che richiama ogni anno più di 500.000 visitatori: si tratta di un’estesa area costituita da strutture pubbliche per il tempo libero, il divertimento, le attività sportive e culturali, ricavato nella zona metallurgica della Thyssen AG Roheisen. Fino alla metà degli anni ’80 vi sorgeva una fonderia funzionante a pieno ritmo, ma dieci anni dopo il carattere dell’area fu completamente rivoluzionato, privilegiando le esigenze dei cittadini. Una fattoria didattica, bellissimi giardini, prati e suggestivi specchi d’acqua sono solo alcune delle tappe che costituiscono un itinerario istruttivo attraverso la storia industriale della città. Dall’altoforno si assiste alla visione di un panorama unico, mentre l’ex-gasometro è diventato il maggior centro sportivo per immersioni di tutta Europa.

Gli amanti dell’architettura apprezzeranno certamente la Dreigiebelhaus, ovvero la “casa dai tre frontoni”, una dimora cinquecentesca che deve il suo nome ai tre frontoni a gradoni che la rendono così speciale. Da quando la costruzione è giunta nelle mani del consiglio cittadino di Duisburg, a metà del XX secolo, è stata messa a disposizione dei giovani artisti emergenti che hanno la possibilità di lavorare e vivere tra queste antiche e prestigiose mura.

Chi si interessa di arte e cultura incontrerà una nutrita serie di musei da espugnare, a partire dal Museo di Storia e Cultura cittadina, allestito in un vecchio magazzino per cereali nel porto interno di Duisburg e oggi importante percorso attraverso i secoli, dal primo Medioevo all’epoca moderna: qui sarà possibile imparare tutto ciò di cui si ha la curiosità riguardo alle tradizioni del Basso Reno e alla nascita e crescita del centro urbano. La stanza più famosa, anche oltre i confini del Land, è quella del tesoro di Mercator, la Mercator-Schatzkammer, custode tra le altre cose di un prezioso mappamondo terrestre e celeste, bellissime opere dello scienziato Mercator.

Non è da meno il Museo Lehmbruck, 5.000 metri quadri popolati di splendide sculture di provenienza internazionale del XX secolo. Le opere complessive sono circa 500, realizzate da oltre 200 artisti, 300 delle quali ospitate da affascinanti e curatissime sale a tema. Simbolo caratteristico di Duisburg è la Fontana Lifesaver, sulla Königstrasse, creazione sgargiante degli originalissimi artisti Niki de Saint Phalle e Jean Tinguely.

La vita culturale di Duisburg e della regione è poi vivacizzata da una lunga serie di eventi e manifestazioni, tra cui il famoso “Duisburger Arzente”, festival politico-culturale che si tiene in primavera e dà liberta di espressione a tutte le differenti forme artistiche, affrontando temi salienti del panorama culturale e politico, di anno in anno diversi. Nel Parco Duisburg-Nord si svolge invece il festival Traumzeit, una rassegna di musica di ogni genere, dal jazz al popo, dalla classica alla musica etnica.

Verso la fine di agosto la città ospita la maggiore sagra del Basso Reno, la Fiera Beeck, lasciandosi invadere dai colori festosi di circa 230 giostre e attrazioni. Quella che era nata, in origine, come fiera religiosa della chiesa di Beecker Oberhof, è oggi diventata l’occasione preferita dai giovani e non solo per fare festa e degustare la Fisternölleken, un’acquavite caratteristica preparata con grano, zucchero e uva passa.

Oltre ad essere ricco di occasioni divertenti, il periodo primaverile ed estivo è ottimo da un punto di vista climatico: le temperature si presentano ideali per godere della vita all’aria aperta, mantenendosi su valori miti che non raggiungono l’afa caratteristica di molte altre zone ma sono invece sempre piuttosto fresche, ventilate e piacevoli. Anche il mese più caldo, agosto, raramente si rivela sgradevole per l’eccessiva afa, infatti le temperature variano entro una minima media di 13°C e una massima di 22°C. Diversamente, gennaio è il mese più rigido dell’anno: 2°C e 5°C sono i valori, rispettivamente, della minima e della massima media.

Per raggiungere Duisburg per via aerea ci si può servire di ben due aeroporti: a soli 30 km sorge infatti l’Aeroporto di Dusseldorf, mentre poco più distante, a 75 km, si trova la struttura di Colonia-Bonn.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close