Cerca Hotel al miglior prezzo

Skógar (Islanda): la cascata Skogafoss e il museo del villaggio

Skogar, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Skógafoss è una spettacolare cascata dell'Islanda meridionale, situata nei pressi del villaggio di Skógar, il quale conta appena 20 abitanti.
Siamo a sud dell'impressionante ghiacciaio Eyjafjallajökull e questa località è in realtà un semplice agglomerato turistico, base ideale per una visita alla cascata ma anche per diverse escursioni di trekking.

Storia

In un luogo così scarsamente popolato è difficile raccontare la storia sulla base di antichi reperti, eppure esiste una leggenda legata alla Skógafoss che racconta l'esistenza di un tesoro dentro ad una cassa proprio sotto alla cascata, nascosto da Þrasi Þórólfsson, un vichingo che si insediò nell'attuale Skógar circa nel X secolo d.C.
Sempre secondo la leggenda, nel XVII secolo alcuni uomini tentarono di prendere la cassa, ma riuscirono solo ad afferrare una delle sue maniglie ad anello, che si staccò, mentre il tesoro finì sul fondo.
L'anello dello scrigno venne poi usato come maniglia della chiesa e, dopo la sconsacrazione dell'edificio e la successiva demolizione, si trova oggi nel Museo di Skógar.

Cosa vedere a Skógar

Il locale Museo delle Tradizioni (Skógasafn) fu fondato negli anni Quaranta da Þórður Tómasson. Qui è possibile scoprire diverse sezioni, attraverso oggetti, edifici storici (tra cui la piccola chiesetta e alcune abitazioni), oltre a tanti aspetti della vita islandese nella ricca collezione raccolta e messa a disposizione dal signor Tómasson durante tutta la sua vita.
Per tutti i dettagli rimandiamo al sito ufficiale (in inglese).

Skógafoss: la cascata

È certamente la grande attrazione di questo luogo: una cascata con un salto verticale di 62 metri (per 25 metri di larghezza), immediatamente ad ovest del villaggio.
In tempi remoti la cascata sul fiume Skógaá, alimentata dalle acque provenienti da due ghiacciai (rispettivamente l'Eyjafjallajökull e il Myrdalsjökull), si gettava direttamente in mare. Oggi invece si trova a circa 5 km dalla costa.
Si può scegliere di ammirare la cascata dal basso, oppure salire gli oltre 500 gradini che conducono al suo culmine per osservare il salto dell'acqua a pochi passi dalla caduta.
Ovviamente la nube d'acqua sollevata dalla cascata fa sì che i visitatori si bagnino un po', ma che al tempo stesso possano godersi lo spettacolo degli arcobaleni che questa crea nelle giornate di sole.

Skógafoss, assieme alla vicina cascata di Seljalandfoss, è spesso inclusa nel tour del Golden Circle (Circolo d'Oro); la sua bellezza è infatti tale da non potere essere tralasciata durante una visita in Islanda. Molti viaggiatori la preferiscono addirittura a quella più impetuosa di Gullfoss, la cascata più famosa del paese. In inverno, inoltre, qui i fotografi più esperti possono catturare anche spettacolari foto con l'aurora boreale che danza nel cielo.

Il trekking

Dal villaggio passa anche un famoso sentiero, chiamato Laugavegur, che si snoda su 55 km nel sud-ovest dell'Islanda.
In particolare, il trekking tocca tra gli altri il passo Fimmverðuháls e il crinale del Þórsmörk, passando anche per i luoghi (ancora fumanti) della grande eruzione del vulcano Eyjafjöll del 2010: in questo caso il tratto dell'escursione partendo da Skógar è di circa 23 km ed è percorribile in complessive 10 ore di cammino, ovviamente spezzabili in più tappe servendosi dei rifugi che si incontrano lungo il percorso. Il periodo consigliato per effettuare il trekking è quello che va da giugno a settembre.

Informazioni utili per visitare la Skógafoss

La cascata è in mezzo alla natura ed è liberamente accessibile in qualsiasi momento del giorno: non si paga infatti alcun biglietto per vederla.
Per chi vuole pernottare a Skógar esistono alcune guesthouse, un ostello e qualche hotel, ma in alta stagione è sempre meglio prenotare con anticipo. Esiste anche un campeggio proprio accanto alla cascata.

Come arrivare a Skógafoss

Il paese di Skógar e la cascata si trovano a circa 150 km da Reykjavík (più o meno due ore in auto) percorrendo la Ring Road n°1 dalla capitale in direzione est.
Lungo il tragitto da Reykjavík si incontra anche la cascata di Seljalandsfoss, 29 km ad ovest di Skógar.
Numerosi tour organizzati fanno tappa a Skógafoss, mentre per chi si muove con i mezzi pubblici è utile sapere che da Reykjavík, Vík e Höfn esistono collegamenti in autobus giornalieri da/per Skógar.
  •  

News più lette