Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Ulverston

Ulverston e il museo di Stanlio e Ollio. La cittą natale di Stan Lauren

Pagina 1/2

La contea della Cumbria, più spesso indicata come Lake District (Regione dei Laghi), è uno dei luoghi più affascinanti dal punto di vista naturalistico di tutta la Gran Bretagna. Scenari da fiaba contraddistinguono l’intero distretto, affacciato sulla costa nord-occidentale del paese, celebrato dai primi poeti romantici e meta ogni anno di un intenso flusso turistico.

In particolare, la zona che attira il maggior numero di visitatori è quella posta sotto tutela dal Lake District National Park, tra i piccoli centri abitati di Cockermouth, Penrith e Ulverston. Quest’ultimo, situato all’estremità meridionale del parco, è conosciuto a livello internazionale come luogo di nascita di uno dei più grandi comici inglesi della storia, quello Stan Laurel (1980-1965) le cui gesta hanno fatto il giro del mondo accanto all’inseparabile Oliver Hardy (1892-1957): in due parole Stanlio e Ollio.

Le prime testimonianze storiche legate all’insediamento risalgono all’inizio dell’XI secolo, ma la fondazione vera e propria della città è datata 1086, quando nacque Ulurestun. Nel corso del XIII secolo il centro si affermò come una località commerciale piuttosto importante all’interno delle cosiddette “Debatable Lands”, le selvagge terre di confine contese tra Inghilterra e Scozia. L’intera zona è anche indissolubilmente legata alla letteratura romantica del XIX secolo, in quanto scrittori del calibro di Samuel Coleridge, Thomas de Quincey e William Wordsworth furono i primi a descriverne le bellezze naturali e paventare i possibili danni di uno sviluppo industriale della contea.

L’Ottocento è anche il secolo di nascita del cittadino più celebre della lunga storia di Ulverston: Stan Laurel. Proprio intorno alla figura di Stanlio ruota la maggior parte delle attrattive della cittadina, dove molti turisti sostano qualche ora nel corso di un itinerario attraverso il Lake District e il parco nazionale. Quest’ultimo, istituito nel 1951, è il più vasto d’Inghilterra, con una superficie di circa 2.300 kmq suddivisa in due aree: quella a est, più affollata, caratterizzata da paesaggi miti, un maggior numero di attrazioni e strutture recettive; quella a ovest, più aspra e solitaria, ideale per gli appassionati di trekking.

Relativamente a Ulverston le cose da vedere sono essenzialmente due, entrambe legate alla figura di Laurel. La prima è il Laurel and Hardy Museum (www.laurel-and-hardy.co.uk), situato in pieno centro lungo Brogden Street. Originariamente aperto in una piccola e modesta stanza grazie alla straordinaria passione verso i cosiddetti “the boys” di Bill Cubin, il museo ha notevolmente ampliato la propria collezione nel corso degli anni grazie alle donazioni di altri devoti, finendo per trasferirsi in una nuova sede, decisamente più ampia e confortevole, inaugurata il 19 aprile 2009. Il luogo prescelto è stato lo storico cinema Roxy, all’interno del quale trovano posto numerose testimonianze legate ai due comici, tra cui fotografie, locandine, cimeli e anche oggetti di scena.

Quello di Ulverston è il più famoso anche a livello internazionale tra i musei dedicati ai due comici, ma non il solo. In Germania, a Solingen, 30 km a est di Düsseldorf, ce n’è un altro piuttosto importante (www.laurel-hardy-museum.de/), mentre negli Stati Uniti, ad Harlem, in Georgia, ne è stato da poco inaugurato uno (www.laurelandhardymuseum.com/).

... Pagina 2/2 ... Tornando a Ulverston, sempre nel 2009, in concomitanza con il trasferimento del museo presso l’attuale sede all’interno del vecchio cinema Roxy, è stata svelata al pubblico la statua raffigurante i due comici in posa accanto a un lampione della luce situata nel cuore del centro storico. Da quel momento il luogo è diventato una meta imprescindibile per chi lo visita, nonché la sua attrattiva più fotografata.

Naturalmente non mancano gli eventi organizzati annualmente per celebrare e ricordare il grande comico natio di Ulverston, ma oltre ad essi la città ospita tante altre rassegne e manifestazioni, al punto da autodefinirsi “festival town”. La più importante è senza dubbio il Lantern Festival, un appuntamento fisso dal 2008 che coinvolge praticamente l’intera cittadinanza e culmina con il lancio nel cielo di centinaia di lanterne di carta velina che squarciano la notte invitando abitanti e turisti a esprimere i propri desideri.
Altro evento molto sentito è il Dickensian Festival che da qualche anno si tiene l'ultimo fine settimana di novembre.

Trovandosi a ridosso della costa orientale della Gran Bretagna, Ulverston presenta un clima mite, ventilato e moderatamente piovoso. Anche d’inverno è raro che la temperatura scenda sotto lo zero, ma in compenso i valori si mantengono stabilmente tra 2 e 8°C da fine novembre all’inizio di aprile, quando comunque il tasso di umidità piuttosto elevato acuisce la percezione del freddo. D’estate fa tutt’altro che caldo e in luglio e agosto la temperatura oscilla mediamente tra 19 e 12°C, invitando a non dimenticare giacca a vento e vestiti pesanti a prescindere dalla stagione. I mesi più piovosi sono ottobre, novembre e dicembre, ma in generale fenomeni di debole intensità si ripetono nel corso di tutto l’anno.

Per quanto concerne i trasporti, l’infrastruttura più importante della città è la stazione ferroviaria, situata a ridosso del centro lungo la Furness Line, la linea che mette in comunicazione Barrow-in-Furness con Lancaster; alcuni treni proseguono verso sud fino all’aeroporto di Manchester, situato a 150 km di distanza. Un’esperienza fuori dal comune è prendere un treno a vapore della Lakeside & Haverthwaite Railway, la ferrovia che da Haverthwaite, nei pressi di Ulverston, arriva a Newby Bridge e Lakeside.


loading...
close