Cerca Hotel al miglior prezzo

Visto turistico per Cuba, formalitą d'ingresso e raccomandazioni doganali

Cuba, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Per un viaggio a Cuba è richiesta la validità residua del passaporto di almeno tre mesi all’arrivo nell’isola, che deve altresì presentare una data di scadenza successiva al ritorno in Italia se la permanenza supera i tre mesi. È inoltre obbligatorio dal 1 maggio 2010 essere in possesso di una polizza assicurativa. Per eventuali dubbi o per accertarsi che le norme non siano cambiate, si consiglia sempre di verificare presso il Consolato o l’Ambasciata cubana oppure di rivolgersi alla propria agenzia di viaggi.

Visto d’ingresso
Il visto è necessario per chiunque entri a Cuba, ed è generalmente fornito insieme al biglietto aereo dalle agenzie al momento dell’acquisto. Chi viaggia in modo indipendente, invece, lo può ottenere direttamente dagli uffici dell’Ambasciata o del Consolato. Tale documento permette solo di svolgere attività previste dal visto in possesso, ed è quindi proibito svolgere attività lavorative o giornalistiche con il solo visto turistico, pena severe sanzioni. Il visto ha una durata massima di trenta giorni, rinnovabile in loco per ulteriori trenta presso gli uffici dell’immigrazione, a fronte del pagamento della relativa tassa. In caso di inadempienza al rinnovo, il rischio è l’arresto in attesa del rimpatrio forzato.

I figli di coppie miste italo-cubane, anche se nati in Italia, sono considerati dal Governo caraibico anche cittadini cubani e possono quindi essere soggetti alle disposizioni migratorie delle leggi cubane.

Raccomandazioni dogana
Le formalità doganali cubane possono essere molto rigide, anche per quel che riguarda gli oggetti di uso comune, in particolare per gli apparecchi elettrici; per molti di questi vi è infatti l’obbligo di riesportarli al momento di lasciare l’isola.

È possibile importare medicinali fino a 10 kg senza pagare imposte, ed è peraltro consigliato avere con sé una scorta di medicine causa la carenza locale.

I beni appartenenti al Patrimonio Nazionale possono essere sequestrati dagli ufficiali della dogana se l’esportazione non è espressamente autorizzata dal Ministero della Cultura.

Per quel che riguarda la moneta, se il denaro importato nel paese se supera il valore di 5000 dollari USA deve essere dichiarato alle autorità. E’ consigliabile recarsi nel paese con degli euro in contanti, perché i dollari USA sono soggetti ad un’ulteriore tassazione al momento del cambio. Le carte di credito sono difficilmente accettate, eccezion fatta per i principali hotel di alcuni circuiti turistici, mentre in ogni caso le carte American Express o legate a circuiti americani sono rifiutate ovunque. Viene accetta la carta PostePay. È molto difficile ricevere dei soldi dall'Italia (chi vi scrive lo sa bene!).

Al momento della vostra uscita da Cuba si deve pagare una tassa di 25 CUC per persona. L'importo deve essere corrisposto presso l'aeroporto di partenza, ed è pagabile solamente in contanti. Tenetene conto dato che non è possibile utilizzare la carta di credito.

Sebbene il nostro sforzo sia quello di mantenere le informazioni aggiornate prima di partire vi consigliamo di consultare anche il sito Viaggiaresicuri.it
 
  •  

 Pubblicato da - 03 Febbraio 2011 - © Riproduzione vietata

close