Cerca Hotel al miglior prezzo

Viaggio nella Baja California: deserto e cittą coloniali

Bassa California, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

E' uno dei confini più "caldi" del nord America, quello tra la California americana e la Baja California Messicana, uno dei 31 stati della confederazione messicana che occupa la parte più settentrionale della penisola californiana, una delle regioni turistiche più affascinanti della costa pacifica, caratterizzata da deserti, villaggi affascinanti e coste selvaggie, lambite da acque brulicanti di vita.

Per arrivare nello stato della Baja California si può volare negli aeroporti di Tijuana e Mexicali, che si trovano lungo il confine con gli Stati Uniti, la prima nei pressi di San Diego, sulla costa, la seconda nei pressi del confine tra California e Arizona, in zona più desertica. Considerando la vicinanza con gli aeroporti californiani, si potrebbe pensare di trovare un offerta di un volo su Los Angeles, ma i costi necessari per trovare un noleggio che consenta l'espatrio, e le rigide procedure di immigrazione tra USA e Mexico, tendono a sfavorire questa scelta. Conviene quindi noleggiare un autovettura direttamente in Messico, con la quale spostarsi lungo le magnifiche strade panoramiche della Baja California. Lo stato del manto stradale è di solito ottimo, le uniche raccomandazioni sono quelle di evitari i quartieri più popolari di Tijuana, considerati tra le zone a più elevata densità criminale di tutto il nordamerica.

Da vedere in Baja California.
Partendo da Tijuana si può compiere un percorso in senso antiorario, spostandosi verso sud lungo la costa pacifica, per poi ritornare lungo la costa occidentale, meno turistica e in parte più selvaggia. Tijuana è anche una città turistica e piena di divertimenti, ma non è certo il luogo giusto per assaporare le tradizioni e la cultura del Messico. Qui però si trovano souvenir, cibi e bevande a costo più basso, ed è il luogo giusto per informarsi dalle agenzie per compiere le escursioni nelle zone più spettacolari della penisola californiana.

Ensenada è una località costiera che si trova a circa un paio d'ore a sud di San Diego, circa un ora da Tijuana, percorrendo la strada n. 10 che costeggia il Pacifico. È una nota meta turistica e quindi comporta tutti i vantaggi e gli svantaggi della notorietà. Qui trovate belle spiagge, vita notturna e ristoranti che servono il prelibato Taco, una specialità di pesce locale. Prima di raggiungere questa località si può fare una sosta a Playas de Rosarito, un'altra località di mare, bene apprezzata dai turisti americani, oltre che nelle località di Cantamar e Puerto Nuevo, dove si può praticare anche il surf.

Tutta la costa occidentale è un susseguirsi di località turistiche, e proprio a sud di Ensenada inizia il percorso più spettacolare della Baja California, che conduce alle località di San Quintin e El Rosario. Qui il paesaggio si fa desertico, e man mano ci si inoltra nell'interno la vegetazione si fa sempre più rada, con i soli cactus "cardon" ed alcuni arbusti a rendere meno spettrale il paesaggio. Il territorio dello stato, in gran parte arido e desolato, offre alcune interessanti attrazioni culturali: Vicino a Rosarito troviamo la Missione San Francisco Borja, un bellissimo edificio in pietra datata 1759. Nelle vicinanze troviamo la città di Guerrero Negro, in realtà dello stato della Baja California del Sur, ma che vale una visita considerato che è uno de centri meglio attrezzati per le escursioni di whale-watching.

Trasferendoci sulla costa orientale della penisola, grande fascino lo possiamo scoprire presso la Baia de Los Angeles che s'affaccia sul mare in contrapposizione alla grande isola di Angel de la Guardia. Qui si trovano belle spiagge ed acque limpide. Prima di arrivare sulla costa orientale vale la pena una visita al Parco Nazionale della Sierra San Pedro Martir, una aspra zona montagnosa dell'interno. Da segnalare la cima del Picacho del Diablo, 3100 m di altitudine, e lo spettacolare osservatorio astronomico nelle vicinanze.

Sempre lungo la costa orientale, ma più a nord lungo la strada per rientrare verso Tijuana, troviamo la località di San Felipe, centro balenare e capitale messicana della produzione degli scampi. Il mare approfondisce meno rapidamente rispetto alle altre spiagge della penisola, e qui è il posto adatto ai cacciatori di conchiglie, che qui si trovano senza problema, specie a sud della città, grazie alle escursioni di marea che scoprono grandi lembi di spiaggia.
Ritornando verso Tijuana potrebbe valere una sosta a Tecate, una cittadina di collina dove si respira un autentica atmosfera messicana.
  •  

 Pubblicato da - 09 Aprile 2009 - © Riproduzione vietata

close