Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a La Malbaie

La Malbaie, Quebec: viaggio nella natura del Canada orientale

Pagina 1/2

Quando si arriva a La Malbaie, nel cuore della regione dello Charlevoix, si ha la sensazione di essere giunti alla fine del mondo, in uno di quei luoghi oltre ai quali non si può andare perché, molto semplicemente, non si troverà più niente.
Durante il nostro viaggio invernale lungo il fiume Saint-Laurent, che scorre nella parte meridionale del Quebec quasi al confine con gli Stati Uniti, abbiamo infatti avuto quest'impressione, giustificata forse dal fatto che La Malbaie è la principale cittadina dello Charlevoix per dimensioni e numero di abitanti e che proprio qui termina la splendida Route 362, strada che costeggia il Saint-Laurent nel tragitto da Baie-Saint-Paul. Effettivamente, una volta superata La Malbaie, i segni della civilizzazione si fanno sempre più radi ed i villaggi che si incontrano lungo la strada non sono altro che piccoli agglomerati di case che presto lasceranno spazio al backcountry, dove la natura, come ovunque nel Canada, regna incontrastata.
Lo stesso nome del paese, La Malbaie appunto, indica chiaramente l'immagine che devono avere avuto davanti agli occhi i primi esploratori francesi che giunsero qui ormai quattro secoli fa: “la baia brutta, misera” descrive in parte quella che è una caratteristica dominante della località; le maree del Saint-Laurent (San Lorenzo) cambiano continuamente la veduta del paesaggio e le condizioni di navigabilità del fiume, che nei momenti bassa marea si ritira per centinaia di metri, giocando brutti scherzi ai pionieristici navigatori che si avventuravano fino a qua.

Le cose oggi sono cambiate, non tanto per le maree, che continuano instancabilmente il loro moto alternato, quanto per ciò che avviene sulla terraferma, dove negli ultimi due secoli è cresciuto costantemente il turismo, in principio quello d'élite dell'alta borghesia, ed oggi anche quello della middle-class nordamericana, attratto da uno scenario naturale irresistibile e dalle numerose attività ed escursioni proposte dalle strutture locali.
La cittadina, che comprende anche alcuni villaggi circostanti, conta attualmente circa 9000 abitanti, che abitano in casette dall'aspetto fiabesco lungo la baia; a dominare il territorio dall'alto della collina, la sagoma inconfondibile del celebre Hotel Fairmont Le Manoir Richelieu, un enorme edificio costruito nel 1929 sulle ceneri del precedente hotel andato a fuoco pochi mesi prima per cause accidentali. La struttura, il cui aspetto ricorda un castello d'altri tempi, è una delle principale attrazioni di La Malbaie, capace di ospitare migliaia di visitatori e di offrire una ricca varietà di attività che vanno dalle gite in motoslitta ai bagni nella spa all'aria aperta; ciò che operò forse lo rende davvero unico è la vista mozzafiato sul fiume Saint-Laurent che, nelle mattine d'inverno, quando il ghiaccio ricopre interamente la superficie dell'acqua, offre lo spettacolo unico della fitta nebbia che corre e si rincorre sul pelo dell'acqua a creare effetti surreali e magici.

Non distanti da La Malbaie, le piste di Mont-Grand Fonds sono l'ideale per chi non perdere l'appuntamento con la neve, mentre attorno al Manoir Richelieu l'enorme campo da golf ed il Casino di Charlevoix offrono l'opportunità di mettersi in gioco senza doversi allontanare dalla struttura.

Per ciò che concerne l'arte e la cultura, a La Malbaie sorge il Musee de Charlevoix, una struttura che ospita diverse esposizioni permanenti più uno spazio per esposizioni temporanee, nella quale è raccontata la storia naturale e culturale della regione. Qui è ospitato anche un frammento dell'enorme meteorite che 350 milioni di anni fa colpì la Terra proprio nel punto in cui oggi sorge il paese di Les Eboulements, 30 km a sud-ovest rispetto La Malbaie, il quale generò un enorme cratere che ancora oggi caratterizza l'aspetto del territorio. In paese è inoltre possibile accedere all'Osservatorio Astronomico o agli splendidi Jardins de Quatre-Vents, la cui visita è consentita solo per pochi giorni all'anno, ragion per cui è consigliabile prenotare i biglietti per tempo.

Da La Malbaie transitano anche le navi da crociera o quelle adibite al whale-watching, che percorrono il fiume Saint-Laurent partendo da Montreal o da Ville de Quebec e che conducono i loro ospiti verso l'enorme foce sull'Oceano Atlantico nei punti in cui è possibile avvistare le balene nel periodo compreso tra maggio ed ottobre; tra i luoghi privilegiati per gli incontri con i giganti del mare ricordiamo, tra gli altri, il Parc Marin du Saguenay-Saint-Laurent.
... Pagina 2/2 ...
Per raggiungere La Malbaie dalla capitale Ville de Quebec si può percorrere la Route 138 per l'intero tragitto di 145 km oppure, in prossimità di Baie-Saint-Paul, prendere la spettacolare Route 362 per ammirare lo splendido panorama offerto dal Saint-Laurent. In alternativa, controllando con anticipo gli orari e i periodi di attività, si può raggiungere La Malbaie con il treno turistico in partenza dalla capitale del Québec.

Per informazioni sulla regione dello Charlevoix si può consultare il sito internet ufficiale:
www.tourisme-charlevoix.com/

Informazioni e proposte di viaggio sul Québec sono disponibili ai seguenti indirizzi:
www.quebecoriginal.com/it
www.quebecregion.com

loading...
close