Cerca Hotel al miglior prezzo

Charleston, visita alla capitale della West Virginia

Charleston è una città di poco più di 50.000 abitanti situata nella parte sud-occidentale della West Virginia, di cui è capitale e centro più grande e popoloso. Dal punto di vista amministrativo l’insediamento è appartenente alla Contea di Kanawha, un’area metropolitana compresa tra il corso dei fiumi Elk e Kanawha che attualmente conta poco più di 307.000 persone. Attualmente l’economia locale è incentrata prevalentemente sull’estrazione del carbone dal sottosuolo, mentre in passato era la produzione di sale l’attività più importante e redditizia per la città. Stando ad una credenza popolare, gli abitanti di Charleston sarebbero soggetti ad una maledizione lanciata nel passato dal capo indiano Cornstalk.

Al termine della guerra di indipendenza americana, molti pionieri decisero di abbandonare i loro vecchi insediamenti relativamente vicini al mare per spostarsi nella parte più occidentale della Virginia, ancora selvaggia e prevalentemente inesplorata. La costruzione dei primi edifici stabili, resa possibile dall’opera di disboscamento eseguita a partire dalla metà del Settecento dai coloni, fu realizzata ad opera della famiglia Bullitt nel 1774, anno in cui si appropriarono di 1250 acri di terra nei pressi dell’estuario del fiume Elk. Il primo insediamento di una certa dimensione risale invece al 1788, quando il colonnello George Clendenin, comandante della compagnia dei Virginia Rangers, ordinò ai suoi uomini la costruzione di Fort Lee. Sei anni dopo, nel 1794, l’Assemblea Generale della Virginia costituì ufficialmente Charleston, un villaggio che ai tempi contava appena 35 abitanti.

Non si può certo dire che Charleston sia una città prettamente turistica, ciò nonostante la capitale della West Virginia è in grado di riservare qualche attrattiva interessante oltre a rappresentare il punto di partenza ideale per la visita ai meravigliosi scenari paesaggistici della regione. Il centro è caratterizzato dalla presenza di numerosi edifici vittoriani, che si potranno ammirare nell’ambito di una delle visite guidate organizzate dal centro visitatori situato al civico 200 di Civic Center Drive. La costruzione architettonicamente più importante è però il Campidoglio, situato lungo il fiume e progettato dall’architetto Cass Gilbert, particolarmente famoso per i progetti del Lincoln Memorial e del palazzo della Corte Suprema degli Stati Uniti. L’edificio è una maestosa struttura neo rinascimentale terminata nel 1932 con una spettacolare cupola rivestita di lamina dorata.

Il West Virginia Cultural Center, situato all’interno dello stesso Campidoglio, ospita interessanti mostre riguardanti la storia e le procedure di estrazione del carbone, la geologia della zona, la silvicoltura, la guerra e la storia dello stato. La principale espressione della cultura locale è rappresentata dal Vandalia Festival, la più famosa fiera di arti e mestieri degli Appalachi che si tiene ogni anno in corrispondenza del fine settimana del Memorial Day. L’evento è generalmente allietato da diversi concerti di musica popolare e da brevi esibizioni teatrali inscenate nelle strade e nelle piazze del centro.

Il clima è continentale umido, contraddistinto da estati calde, umide e moderatamente piovose, e da inverni piuttosto rigidi. In luglio, il mese che risulta essere più piovoso dell’anno a causa dei violenti temporali che si formano nei pomeriggi più caldi, le temperature oscillano tra 30 e 18 gradi, mentre in gennaio i valori medi si attestano a 6 gradi per le massime e -4 per le minime. Da dicembre a febbraio possono verificarsi brevi nevicate che solo raramente vanno a costituire un disagio per la popolazione. I periodi migliori per visitare Charleston e la West Virginia sono senza dubbio la primavera e l’autunno, durante i quali gli scenari rurali della regione si colorano di tinte particolarmente suggestive.

L’aeroporto di riferimento per Charleston è lo Yeager Airport, uno scalo di modeste dimensioni situato qualche chilometro a nord-est del centro servito da buona parte delle più importanti compagnie aeree statunitensi. Dalla stazione ferroviaria partono diversi convogli Amtrak diretti in Virginia, Kentucky, Maryland e Ohio, oltre naturalmente alle vicine località della West Virginia, mentre alla stazione degli autobus si possono prenotare corse per molte città della East Coast americana Per quanto riguarda i trasporti automobilistici, Charleston rappresenta uno snodo autostradale piuttosto importante nel quale convergono le interstatali I-64, I-77 e I-79.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close