Cerca Hotel al miglior prezzo

Springfield (Illinois): visita alla cittą, cosa vedere e sapere

Pagina 1/2

Springfield è una città di 116.000 abitanti situata nel cuore dello stato dell’Illinois, di cui è capitale dal 1837. Dal punto di vista amministrativo, oltre che sede del governo statale, il centro è anche capoluogo della Contea di Sangamon, una zona a bassa densità abitativa se paragonata alla conurbazione settentrionale che circonda Chicago. Springfield è caratterizzata dalla presenza di numerose attrattive legate al grande personaggio di Abraham Lincoln, che iniziò la sua carriera politica proprio qui, per poi diventare il primo presidente repubblicano della storia degli Stati Uniti.

Il primo nome di quella che oggi è Springfield fu Calhoun, in omaggio al senatore del South Carolina John C. Calhoun, la cui presenza politica era forte su tutta l’area; l’insediamento venne fondato nel 1820, anno in cui John Kelly costruì le prime case tra le odierne Second Street e Jefferson Street. Appena un anno dopo, nel 1821, Calhoun divenne sede della Contea di Sangamon, che prendeva il nome dal fiume che la attraversa quasi interamente per poi confluire all’interno dell’Illinois River. Grazie alla fertilità del terreno ed al clima ideale, la zona cominciò ben presto a popolarsi di coloni provenienti dai vicini stati della Virginia e del Kentucky, sancendo una crescita demografica considerevole, che portò la città a superare ben presto le 10.000 unità. Nel 1832 il senatore Calhoun perse la sua carica e, a furor di popolo, il nome della cittadina venne cambiato in Springfield, un nome comune a molte altre città degli Stati Uniti. Nel 1837, grazie agli sforzi ed all’impegno profuso in questa direzione da Abraham Lincoln, Springfield divenne capitale del neo-nato stato dell’Illinois, precedentemente amministrato dalla sede di Vandalia.

La piccola capitale dello stato nutre una vera e propria ossessione per il mito di Abraham Lincoln, che qui esercitò la professione di avvocato dal 1837 al 1861. I luoghi legati a questo personaggio illustrano in modo approfondito la figura dell’uomo e del turbolento periodo storico in cui visse, che solo qualche cinico considera superati. Molti di questi luoghi sono situati a downtown e sono facili da raggiungere a piedi; il costo del biglietto d’ingresso è irrisorio.

Per visitare la Lincoln Home, l’attrattiva principale di Springfield, occorre procurarsi il biglietto presso il Lincoln Home Visitors Center. La residenza, nella quale Abraham e Mary Lincoln vissero dal 1844 al 1861, anno in cui si trasferirono alla Casa Bianca, conserva un notevole fascino storico, oltre che architettonico, se si pensa che all’interno mosse i primi passi in campo politico una delle figure che più di tutte furono in grado di dare un’impronta precisa alla storia degli Stati Uniti. Al di fuori dell’abitazione si avrà modo di apprezzare l’intero isolato, conservato esattamente com’era nel XIX secolo, con diverse altre case aperte al pubblico. Il Lincoln Presidential Library & Museum ospita la collezione legata alla figura di Lincoln più completa al mondo, con una varietà di cimeli che vanno dal Discorso di Gettysburg e la Proclamazione dell’Emancipazione, agli oggetti di uso quotidiano del presidente, tra cui lo specchio che utilizzava quando si radeva e la sua borsa. Prima di raggiungere il nucleo più interessante della mostra si dovrà necessariamente attraversare una zona piena di oggetti più interessanti per la loro curiosità che per il valore storico intrinseco. Dopo il suo assassinio, la salma di Lincoln fu restituita a Springfield, dove oggi riposa all’interno dell’imponente Lincoln’s Tomb, nell’Oak Ridge Cemetery. La superficie lucida del naso dell’ex presidente, tale per via del tocco leggero ormai divenuto una tradizione per i visitatori, testimonia quanto siano numerosi coloro che vengono fin qui per onorare il ricordo del grande politico.
... Pagina 2/2 ...
Situati ad un isolato di distanza l’uno dall’altro ci sono gli interessanti Lincoln-Herndon Law Offices e l’Old State Capitol. Presso entrambi questi edifici è possibile prendere parte ad approfondite visite guidate sui primi anni della carriera politica di Lincoln; la visita all’Old State Capitol ripercorre anche i drammatici dibattiti con Stephen Douglas che precedettero la Guerra di Secessione. Tra le attrattive non legate alla figura di Lincoln figurano: la Dana-Thomas House, un meraviglioso edificio dipinto di bianco del 1904 annoverato tra i capolavori dello stile Prairie di Frank Lloyd Wright, che si potrà ammirare nel corso di un’interessante visita guidata; il Shea’s Gas Station Museum, che espone pompe di benzina e cartelli segnaletici della Route 66; ed il macabro ma interessante Museum of Funeral Customs.

Il clima è umido continentale, rigido e nevoso in inverno, caldo e piovoso in estate. Le temperature medie di gennaio sono pari a 0 e -8 gradi, rispettivamente nei valori massimo e minimo, mentre in luglio salgono sensibilmente fino a raggiungere i 30 e 18 gradi. Le precipitazioni, generalmente nevose da dicembre a marzo, sono abbondanti e tendono ad intensificarsi con l’arrivo della bella stagione, quando non sono rari violenti temporali pomeridiani. I tornado, invece, sono un rischio marginale, tanto che gli ultimi morti a causa di questi fenomeni naturali sono datati 1957.

L’Abraham Lincoln Capital Airport è l’aeroporto cittadino, quotidianamente collegato con le principali città del Midwest americano ed in generale con le metropoli di tutta la East Coast. Dalla stazione degli autobus Greyhound, situata a sud-est di downtown, partono frequenti collegamenti per St Louis e Chicago. Dalla stazione Amtrak, a downtown, transitano invece numerosi treni al giorno diretti anche al di fuori dei confini statali. Le autostrade interstatali alle quali è possibile accedere da Springfield sono le I-55 e I-72, che tagliano rispettivamente verticalmente ed orizzontalmente l’Illinois.
loading...
close