Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Saint Louis

Saint Louis (Missouri): visitare la cittą del Gateway Arch

Pagina 1/2

“La conclusione di tutte le nostre ricerche sarà di arrivare dove eravamo partiti e di conoscere il posto per la prima volta” scrisse T.S. Eliot, premio Nobel per la letteratura e nativo di St Louis. Una massima che si addice alla perfezione a questa metropoli statunitense che si presenta ogni volta diversa, sempre nuova e divertente.

Fondata nel 1765 (anche se la data precisa, in realtà, non si conosce ed è oggetto di dibattiti che si protraggono nel tempo), Saint Louis è uno dei centri nevralgici degli Stati Uniti ed ha ospitato, nel corso degli anni, eventi e manifestazioni quali l’Esposizione Universale, i Giochi della III Olimpiade e numerose altri happening di richiamo mondiale. E’ la diciannovesima città più popolosa degli USA ed è anche una delle poche “città indipendenti” americane, sottoposta a controllo amministrativo direttamente dallo stato del Missouri. E' anche la seconda tappa del percorso della Route 66, la storica strada che collega Chicago con Santa Monica, sulla costa della California.

St Louis è considerata dai viaggiatori interni così come da quelli internazionali una delle principali porte d’ingresso al divertimento con la D maiuscola. Attività per famiglie con bambini, location d’eccezione per concerti e mostre, una vibrante vita notturna e tanti, tantissimi appuntamenti che arricchiscono il suo calendario degli eventi durante tutto l’anno la rendono la destinazione ideale per vacanze attive e di scoperta. Le proposte di tour sono davvero tantissime, tutte diverse tra loro, adatta a qualsiasi fascia d’età e di interesse. Scopriamo qui insieme le migliori.

Per un soggiorno culturale, scarpe comode e mappa alla mano, andiamo alla scoperta dei suoi musei!

Il Saint Louis Art Museum, fondato nel 1879, espone oltre 225 opere d’arte che spaziano da collezioni di artisti americani ad opere asiatiche, da pregiate ceramiche cinesi del periodo neolitico a pezzi unici del periodo giapponese Meiji. Ma non solo. Praticamente tutte le culture del mondo trovano qui un degno spazio rappresentativo. Il Museo è aperto dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 17. Il venerdì è aperto dalle 10 alle 21. Giorni di chiusura: lunedì, Thanksgiving e Natale. L’ingresso alle mostre permanenti del Museo è gratuito, mentre per le mostre temporanee, il costo del biglietto è pari a 8 $ per gli adulti, bambini sotto i 6 anni gratis, mentre il venerdì l’ingresso è gratuito per tutti. Maggiori informazioni sul museo alla pagina www.slam.org

Vi consigliamo: prenotate un tavolo presso il Ristorante Panorama, con superba vista sul Forest Park. La cucina è ottima, i vini alla carta deliziosi e il costo, a persona, neppure troppo proibitivo: menu da tre portate, bevande escluse, a partire da 35 $.

Il Museo Campbell House. Dimora storica costruita nel 1851, qui abitò il commerciante ed imprenditore di pellicce Robert Campbell, insieme alla sua famiglia. Alla morte dei proprietari, la dimora venne convertita in museo ed è oggi aperta al pubblico. Vi si possono ammirare centinaia di oggetti e manufatti appartenuti alla famiglia Campbell, tra cui dipinti, abiti, lettere, mobili e un set unico di fotografie scattate intorno alla metà del 1880. Il Museo si visita accompagnati e il costo del tour è pari a 8 $ a persona. I bambini sotto i 12 anni entrano gratis. Orari di apertura del Museo: dal mercoledì al sabato, dalle 10 alle 16. Domenica dalle 12 alle 16. Lunedì e martedì visite previo appuntamento. Qui maggiori info.

La Casa Magica per bambini. Un museo pensato per i bambini, dove le esperienze didattiche, la sperimentazione, la creatività e le abilità manuali vengono incoraggiate e promosse. Qui vengono organizzati mostre e programmi educativi appositamente scelti seguendo gli interessi dei più piccini, dai workshop di pittura alle aree dedicate alle costruzioni, dalla saletta dedicata alla matematica fino alla stanza delle bolle. L’ingresso al Museo costa 10 $ (gratis i bimbi di età inferiore all’anno). Gli orari di apertura, invece, cambiano a seconda della stagione, per cui conviene verificare sempre sul sito alla pagina www.magichouse.org
Di base, comunque, il Museo è aperto dal lunedì al sabato, dalle 9.30 alle 17.30. La domenica invece è aperto dalle 11 alle 17.30.

National Blues Museum. Questo nuovo tempio del blues esplora il genere musicale padre fondatore di tutta la musica moderna americana. Il museo educa i visitatori tramite programmi di intrattenimento, esperienze tecnologiche e mostre. L’apertura del National Blues Museum è prevista per il 2 aprile 2016. Il museo sarà aperto dal martedì al sabato, dalle 10 alle 17. Domenica e lunedì apertura dalle 12 alle 17. Chiuso tutti i lunedì, da novembre a marzo, il giorno di Natale, a capodanno e il giorno del ringraziamento. I biglietti d’ingresso costano 15 $ per gli adulti, 10 $ per i bambini da 5 a 17 anni, sotto i 5 anni entrata gratuita. Qui maggiori informazioni.

Per non perdere nemmeno uno degli innumerevoli highlight della città, ecco i nostri consigli per visitare la città.

Mai pensato di visitare una città seguendo indizi alla ricerca di un tesoro nascosto? E’ proprio questo che propone il Tour Double Key Treasure Hunts. Un’idea simpatica e divertente per scoprire St Louis passo dopo passo, indizio dopo indizio. Il tour parte dalla Forest Park per passare attraverso la Nuova Cattedrale di St Louis, il Giardino Botanico, lo Zoo, il Museo Storico, i tanti teatri della città. Il costo del tour non è propriamente economico, ma ne vale davvero la pena. Costo a persona da 87 $ (se partecipate in gruppi di più di 3 persone, però, il prezzo si abbatte notevolmente. Info e prenotazioni sul sito ufficiale.

Sulle orme della storia della Guerra Civile a St. Louis. La città giocò un ruolo fondamentale nello scontro tra nord e sud, essendo essa stessa divisa quasi equamente tra le due fazioni in lotta. I siti storici legati alla Guerra Civile che possono essere visitati sono davvero tantissimi, così come le mostre a tema e le attività che periodicamente vengono organizzate dalla municipalità. Per visitarli tutti, si consiglia di destinare almeno due giorni del proprio soggiorno a St. Louis. Tra i siti da non perdere si ricordano il Jefferson Barracks Historical Park e National Cemetery dove si possono ammirare edifici militari e il cimitero nazionale in cui furono sepolti, tra gli altri, Robert E. Lee e Ulysses S. Grant, l’Historic Old Courthouse sede di numerosi processi anti-schiavitù, in cui sono conservati articoli di quotidiani dell’epoca, documenti del tribunale e molto altro ancora (sito ufficiale) e il Fairgrounds Park, infine, che veniva usato come accampamento militare per le truppe dell’Unione (poteva ospitare, all’epoca, fino a 30.000 soldati e 3.000 pazienti nell’ospedale militare)

Parchi e mercati, tra natura e storia.
Il Soulard Farmers Market è un luogo di ritrovo storico per gli abitanti di St. Louis che qui, da secoli, comprano prodotti freschi, formaggi, spezie, carni e altre prelibatezze. Dal 1779, per essere precisi. Il Soulard Farmers Market è il mercato pubblico ancora operativo più antico di tutta l’America ed è aperto tutto l’anno, dal mercoledì al sabato (sito ufficiale).

Il Forest Park, per la cui visita vi consigliamo di ritagliarvi non meno di 2 ore, è un’oasi verde e lussureggiante aperto ufficialmente al pubblico nel 1876, oltre ad essere uno dei più grandi polmoni verdi della città e della nazione (basti pensare che è più grande persino di Central Park a New York). Qui si può passeggiare, leggere un buon libro, giocare a golf, tennis, andare in bici, in barca, pescare, ammirare gli uccelli migratori che ogni anno tornano nel parco. Qui ulteriori info.

Il Giardino Botanico del Missouri permette di ammirare foreste tropicali e piante esotiche, uccelli e cascate oltre a scoprire i segreti per la cura del proprio giardino, dalle tecniche di fertilizzazione ai metodi soft di disinfestazione dei parassiti. Dove si trova? Guardate il sito ufficiale.

... Pagina 2/2 ... Il Laumeier Sculpture Park è un inno all’arte scultorea moderna. Ospita al suo interno oltre 80 opere d’arte, sparse all’interno di un parco di 105 acri.

Infine, al Sophia M. Sachs Butterfly House & Education Center, si passeggia tra farfalle di mille colori nei loro habitat naturali, si scopre il loro ciclo vitale e il ruolo che svolgono nell’ecosistema. Il centro ospita oltre 60 specie di farfalle tra le più belle al mondo e organizza, durante tutto l’anno, mostre, proiezioni di film e un video che riproduce la nascita e la crescita delle farfalle. Qui altre info sulla casa delle farfalle.

E per finire…gli imperdibili
Il Gateway Arch è forse il monumento più famoso e celebrato di St. Louis: alto poco più di 190 metri, venne costruito in omaggio al Presidente Thomas Jefferson. Dalla sua sommità si gode una vista spettacolare sul Fiume Mississippi.
Il costo del biglietto del tram che porta sulla cima dell’arco è di 13 $ per gli adulti e 10 $ per i bambini (dai 3 ai 15 anni). Gli orari di apertura variano a seconda della stagione: estate – apertura giornaliera dalle 8 alle 22, inverno apertura dalle 9 alle 18. Qui ulteriori informazioni.

Il quartiere di Soulard è la mecca per gli amanti della movida notturna, della musica e della buona cucina. Tra ristoranti (oltre 30 tra cui scegliere), taverne, club e musica dal vivo qui si potrà vivere la notte di St. Louis.

Un tuffo nella scienza al Saint Louis Science Center, in cui esplorare oltre 700 mostre e scoprire i retroscena della vita nello spazio grazie ad una sosta al Planetarium. Il Centro è aperto dal lunedì al sabato, dalle 9.30 alle 16.30. La domenica dalle 11 alle 16.30. L’ingresso al Saint Louis Science Center è gratuito, mentre alcune attrazioni sono a pagamento, come il Planetarium, il cui biglietto d’ingresso costa 6 $. Sito ufficiale.

A tutta birra per gli appassionati delle bionde all’Anheuser-Busch Brewery, una delle birrerie storiche della città. Il tour accompagna alla scoperta di marche note e meno famose, dei procedimenti di produzione e di altro ancora. Al termine, si possono effettuare degustazioni su richiesta. La birreria è aperta da settembre a maggio, dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle ore 16, la domenica dalle ore 11.30 alle ore 16. Da giugno ad agosto, invece, gli orari di apertura sono i seguenti: dal lunedì al giovedì, dalle ore 9 alle ore 17, venerdì e sabato dalle ore 9 alle ore 19, la domenica dalle ore 11.30 alle ore 17. I tour sono gratuiti. Maggiori informazioni qui.

La Fattoria di Grant era la residenza ufficiale del Presidente Ulysses S. Grant e oggi è il rifugio di oltre 900 specie di animali. Alla Grant’s Farm si può inoltre ammirare la casetta di legno costruita a mano dal Presidente nel 1855 che lui stesso denominò, in tono affettuoso, “catapecchia”. Quando la fattoria venne acquistata dalla famiglia Busch, la casetta venne spostata dalla sua sede originaria di poco più di 1 km, ristrutturata e riportata agli antichi “splendori”. L’ingresso alla Grant’s Farm è gratuito e gli orari di apertura variano a seconda della stagione. Per visualizzare la tabella degli orari cliccare qui.

Dove mangiare
Al Big Sky Cafe, membro segnalato di Slow Food USA, propone piatti a base di ingredienti freschi e di frutta e verdura rigorosamente di stagione. Tra i piatti forti del locale si ricordano le polpettine di agnello locale al curry, il Big Sky Blue Cheese Burger e l’hamburger di salmone loch duart. Costo a persona, a cena, a partire da 30 $, bevande escluse.

Se vi sentite delle star in vacanza e amate il vip-watching, il locale che fa per voi è il Charlie Gitto’s, punto di ritrovo storico nel panorama culinario di St. Louis. Il piatto che va per la maggiore, qui, è il primo a base di ravioli tostati, creato per caso dallo chef che, nel lontano 1947, buttò i ravioli nell’olio bollente anziché nell’acqua. Essendo un’istituzione, il ristorante ospita spesso celebrità, star dello sport e attori. I piatti da ordinare? Facile: i ravioli tostati, senza dubbio, e i saltimbocca alla romana. Il costo a persona, a cena, dipende molto dall’ordinazione. E’ comunque un locale abbastanza caro.

Per un pranzo all’insegna del vero BBQ americano, scegliete il Sugarfire Smokehouse – St. Charles. L’utilizzo di ingredienti locali, le carni freschissime, l’esperienza decennale degli chef e i numerosi premi ricevuti lo rendono un indirizzo da segnare in agenda. Costo a persona, a pranzo, a partire da 25$, bevande escluse.

Dove dormire
Il Magnolia Hotel St. Louis trova dimora in un edificio dei primi del ‘900 ed è il caposcuola di alcune particolarità storiche quali l’aver designato la prima General Manager donna della storia degli hotel della città e dell’inizio della tradizione del cioccolatino sul cuscino: il primo della storia venne lasciato nella camera occupata da Cary Grant. Costo della camera doppia, a notte, a partire da 241 €, comprensivi di colazione, wi-fi gratuito e snack pomeridiano.

Per chi cerca eleganza, tranquillità e un tocco di classe, la soluzione ideale è Beall Mansion An Elegant Bed & Breakfast Inn, ospitato in una dimora vittoriana d’epoca, offre ai suoi ospiti rilassanti trattamenti Spa, camere curate ed accoglienti con jacuzzi, e un servizio curato nei minimi dettagli. Costo della camera doppia, a notte, a partire da 179 $.

Per maggiori informazioni sulla destinazione, visitare il sito internet ufficiale dell’Ente del Turismo della Municipalità alla pagina explorestlouis.com

Come arrivare: non esistono voli diretti dall’Italia. La soluzione più comoda (ed economica) è prenotare il volo sul sito della Delta Airlines (it.delta.com). Il volo prevede due scali e il costo, a persona, parte da circa 700 €.
loading...
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close