Cerca Hotel al miglior prezzo

Isole Hawaii cosa vedere tra mare, vulcani e sorrisi

Siamo nel bel mezzo dell'oceano Pacifico, ad oltre 2500 miglia dalle coste americane, ma ancora più distanti dall'altra sponda dell'oceano, nel gruppo di vulcani più maestosi del pianeta: le Isole Hawaii.
Arrivare fin quaggiù è già un impresa, significa viaggiare per 24 e oltre ore, con vari cambi di aereo e sobbarcarsi una differenza di fuso orario di circa 11 ore, ma alla fine la magia del luogo compensa ampiamente dei sacrifici.

Le isole Hawaii sono la terra dell'ospitalità, nella più tradizionale cultura polinesiana, anche se ormai modificata dalla dominazione americana e dalla massiccia presenza giapponese. Sull'ospiitalità dei nativi avrebbe qualcosa da ridire il grande James Cook che proprio su queste spiagge trovò una prematura morte il 14 febbraio del 1779 durante una scaramuccia per futili motivi. Ora invece le Hawaii ricalcano davvero lo stereotipo holliwoodiano, delle corone di fiori e delle danze languide, e tutto sommato queste piacevole tradizioni hanno ancora uno spazio importante nella cultura polinesiana che qui possiede radici forti e robuste, ben visibili nei cordiali sorrisi che vi allieteranno durante la vostra vacanza.

Come è strutturato l'arcipelago delle Hawaii? I geologi insegnano che le isole sono disposte in fila e sono più giovani ma mano che si procede verso est. Questa particolarità è dovuta al fatto che le isole sono state formate da una risalita di lava in posizione fissa, mentre la deriva dei continenti sposta la crosta oceanica verso ovest. Il risultato è che l'isola più orientale è quell più giovane, con molti vulcani attivi, ma man mano verrà anch'essa spostata verso est, per lasciare spazio ad un nuova serie di vulcani fra qualche era geologica. L'isola più attiva è quindi Hawaii che è anche la pià grande e dotata di vulcani più imponenti che superano i 4000 m di altezza. Il Mauna Kea può esser considerata la montagna più alta della terra in quanto le pendici del vulcano proseguono anche nelle profondità dell'oceano facendo elevare il vulcano dal fondo del mare per oltre 9 km di altezza, mentre il Mauna Loa è il vulcano più massiccio, ed è quello più attivo dopo l'adiacente e spettacolare Kilauea, in costante o quasi attività. Il Mauna Kea è invece dormiente da oltre 3500 anni, ma non si può ancora ritenere come estinto.

Maui è l'isola che s'affianca alla più giovane, procedendo verso nord-ovest. Essa possiede un vulcano spettacolare, sede anche di un parco nazionale: Haleakala. Anche se l'ultima eruzione avvenne oltre 215 anni fa, la montagna richiama molti visitatori, e ammirare l'alba dall'Haleakala è diventatato uno dei must assoluti di tutte le vacanze alle Hawaii. Tralasciando Molokai e Lorai, isole minori, la terza grande isola e la più densamente abitata è Oahu, famosa per la capitale Honolulu e per la celebre Pearl Harbor, la baia della perla, il teatro dell'attacco giapponese all'america che costrinse gli USA all'entrata in guerra nel secondo conflitto mondiale. E' l'isola più vivace e chiassosa, con oltre 900.000 abitanti, e spiagge come quella di Waikīkī diventano veramente affollate nel periodo estivo, specie di surfisti, ma c'è spazio anche per la natura come da esempio a Hanauma Bay, decisamente più tranquilla dove si può praticare snorkelling e diving in assoluto relax.

Kauai è l'ultimo gioiello di questa magnifica collana di isole, la più antica e forse la più tranquilla, con un clima che le regala una grande quantità di pioggia che la rende particolarmente verde e fertile, regalando al turista splendide valli e spettacolari cascate.
Insomma un altro tassello di un mosaico sublime, che merita le attenzioni del viaggiatore evoluto ed indipendente, che proprio alle Hawaii può trovare il terreno migliore per una vacanza in libertà e nel bel mezzo di una natura incontaminata.
  •  
close