Cerca Hotel al miglior prezzo

La scritta di Hollywood in pericolo, Playboy e tante star la salvano

La famosa scritta Hollywood, che si affaccia su Los Angeles dalle sormontati colline, è stata salvata dal magnate di Playboy Hugh Hefner che è intervenuto con una donazione di 970.000 dollari ad impedire che il terreno su cui si erge la famosa insegna cadesse in mano ad imprenditori immobiliari che volevano sfruttare l'area a scopo edilizio.

Il destino della famosa scritta, immersa nel verde delle colline di Hollywood era infatti minacciato seriamente, ed una cordata guidata dal governatore della California, Arnold Schwarzenegger, aveva cercato di reperire in tempo utile i fondi necessario per bloccare questa speculazione pari a 13,5 milioni di dollari. Tra i partecipanti alla mega-colletta si erano uniti tra gli altri il famoso regista Steven Spielberg ed attori del calibro di Tom Hanks.

Decisiva l'ultima donazione di Hugh Hefner, l'ottantaquattrenne padrone del celebre Playboy, che ha contribuito per quasi un milioni di dollari, riuscendo a chiudere la raccolta in tempo utile. Ad inizio di maggio infatti la decisione improrogabile avrebbe assegnato la collina ad un uso diverso da quello attuale, se non fosse stata raggiunta la quota richiesta. Hefner ha confessato di dover molto a Hollywood nella formazione della sua persona, con il cinema hollywoodiano che ha fortemente influenzato le scelte imprenditoriali e di stile della rivista Playboy.

La celebre scritta aveva comunque sofferto altri momenti difficili nel passato: alla fine degli anni '60 la grande scritta di Hollywood era quasi caduta in rovina, ma poi fu salvata da nove donatori che pagarono 30.000 dollari per ciascuna lettera per il suo restauro. Oltre che alla struttura in se, la zona è dotata di un sofisticato sistema di allarme oltre che di una recinzione di sicurezza. Questo per impedire atti di vandalismo o peggio gesti disperati come quello del 1932, quando l'attrice inglese Peg Entwistle si suicidò gettandosi dalla cima della lettera H.
  •  

 Pubblicato da il 27/04/2010 - 2.600 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close