Cerca Hotel al miglior prezzo

Nel 2009 celebrazioni per il 20 anniversario della caduta del muro di Berlino

Pagina 1/2

Diciamolo chiaramente: il popolo tedesco ha ben poco per essere fiero della sua storia del secolo passato. Infatti, gli ultimi cento anni di storia tedesca sono disseminati di eventi da dimenticare ed è meglio concentrarsi sull'attuale paese con lo status di superpotenza economica con un ottimo standard di vita.

Tuttavia, il tempo attenua la percezione della storia ed i tedeschi vedono la situazione leggermente diversa e tendono a voler ricordare il passato, anche per gli stranieri che intendono fare la stessa cosa. Proprio come Monaco di Baviera ospita il cosiddetto "tour di Monaco di Hitler", molte città tedesche andranno a celebrare il 20 ° anniversario della caduta del muro di Berlino, per il prossimo anno.

Il muro di Berlino è stato un simbolo di terrore e brutalità di un regime, che ha visto oggi la Germania divisa in due parti. Anche se molte produzioni cinematografiche vorrebbero far credere altrimenti, "solo" circa 200 persone furono uccise presso il sito del muro. La ragione di questo fascino è che nessuna altra struttura del pianeta a quei tempi, aveva colpito così tanto timore di una nazione che solo i più audaci avevano tentato il suo approccio. E' stato come una più piccola e più brutale versione moderna della Grande Muraglia cinese.

L'anno 2009 vedrà una serie di eventi per commemorare la caduta del muro. Ci sarà una mostra open-air presso la Alexanderplatz di Berlino, tra il 7 e il 9 novembre prossimo anno, in commemorazione del 20 ° anniversario della caduta del muro di Berlino. Un certo numero di musei è inoltre dedicato al muro del terrore.

Per gli amanti delle passeggiate ci sono a disposizione 160 km di sentieri che seguono i km della costruzione del muro, a partire dalla Mühlenstraße. Sul luogo di nascita della caduta del muro, Leipzig, si organizzeranno una serie di celebrazioni, che vedranno gli ex tedeschi orientali ed occidentali ballare insieme sul sito di un muro, che era stato utilizzato per tenerli separati.

... Pagina 2/2 ...Se la memoria celebrerà il suo ventesimo festeggiamento, qualche preoccupazione sulla salute di ciò che resta del muro sta venendo avanti: agenti atmosferici come inquinamento vento, raggi ultravioletti e pioggia, uniti all’aggressione di turisti prodighi di graffiti e di erosioni atte a staccare un pezzetto ricordo, stanno letteralmente sgretolando in modo progressivo questo monumento della Guerra Fredda. Il sito della East Side Gallery, l’ultimo pezzo di muro rimasto in piedi, era stato dipinto nel 1990 da 118 artisti che provenivano da vari paesi del mondo, ed era stato messo sotto protezione dalle autorità tedesche nel 1992.

Da qui la necessità di un restauro, fondamentale per ristrutturare il muro in occasione del ventennale della sua apertura. Grazie a questa importante opera di restauro, in parte effettuata dagli stessi autori che la realizzarono 20 anni fa, questi dipinti simbolo di libertà e democrazia dovrebbero finalmente tornare al primitivo splendore.

Alcune scene storiche come il bacio di Leonid Breznev e Erich Honecker, o come il dipinto che raffigura una Trabant (utilitaria della DDR) che sfonda il muro sono oggi quasi irriconoscibili, o perché imbrattati dalle scritte dei turisti, o perché sbiaditi e danneggiati dal tempo. Per riportare ala primitiva bellezza gli 821 frammenti di muro ed i relativi 106 murales, il calcestruzzo del muro verrà parzialmente rimosso, il sostituendolo con materiali più idonei, mentre i murales restaurati verranno protetti da una patina speciale che eviterà il loro deterioramento.

Fonte: Tourism Review

close