Cerca Hotel al miglior prezzo

Autunno di cultura a Stoccolma: Stockholms Filmfestival e premi Nobel

Dal 18 al 29 novembre lo Stockholms Filmfestival festeggia i suoi vent’anni con la prima proiezione assoluta di pellicole su schermo di ghiaccio. Quattro film saranno proiettate gratuitamente all’aperto. Lo schermo, realizzato con ghiaccio purissimo proveniente dal fiume lappone Torne Älv, misura 3,5 x 4,8 metri e pesa poco più di dieci tonnellate. Il ghiaccio è stato prelevato a marzo a –24° e il 20 novembre verrà trasportato a sud per essere sistemato nel pieno centro di Stoccolma.

Quest’anno il festival offrirà un’attrazione in più agli spettatori: i ”Film sul Tappeto Rosso”. La proiezione di una decina di film sarà preceduta da una breve cerimonia in cui verrà srotolato il tappeto rosso su cui sfileranno il regista o uno degli attori protagonisti; nell’atrio sarà offerto un aperitivo e inoltre il biglietto per questi eventi speciali sarà accessibile a tutti a un costo di sole 130 Corone Svedesi. In cartellone più di 170 pellicole provenienti da più di 40 paesi. Nel corso degli anni il Festival svedese si è distinto per svariati motivi: intanto nel 2002 è il primo a creare un ”internet festival”; poi nel 2006 è di nuovo primo al mondo a istituire la sezione in concorso ”Mobile Movies”, dedicata ai film prodotti per e con telefono mobile; infine nel 2007 il festival si focalizza sulle attività online invitando registi e pubblico a creare film online. www.stockholmfilmfestival.se/press

SULLE ORME DI NOBEL A STOCCOLMA
Gli occhi di tutto il mondo sono puntati sulla capitale svedese il 10 dicembre quando ci vengono consegnati i prestigiosi premi Nobel (tranne il Nobel per la pace, consegnato a Oslo). Perché non andarci di persona per scoprire i luoghi legati al grande Alfred Nobel (nato a Stoccolma nel 1833) e ai festeggiamenti?

La consegna dei premi ha sempre luogo nel Conservatorio, Konserthuset, eretto nel 1924-26 dall’architetto Ivan Tengbom, uno degli edifici più importanti nello stile neoclassico svedese. La sera della premiazione tutti gli invitati si trasferiscono poi al Municipio, lo Stadshuset, per il maestoso banchetto. Lo Stadshuset, (dove tutti i giorni ci sono visite guidate) è un ottimo esempio dello stile nazional-romantico svedese e fu costruito su disegni di Ragnar Östberg nel periodo 1911-1924, ma l’architetto si lasciava anche ispirare dai suoi viaggi che faceva in Italia: ne è un esempio la grande Sala Blu, dove i 1.200 ospiti mangiano, con le sue colonne attorno come in una grande piazza. Nella Sala Dorata dove invece si balla fino a tardi, le pareti sono coperte da mosaici fatti di 19 milioni di tessere d’oro realizzate a Venezia. Al Museo Nobel, situato nella città vecchia, troviamo una mostra permanente sul premio Nobel, su Alfred Nobel, sui vincitori e le loro visioni, in più varie esposizioni temporanee. Chi desidera respirare l’atmosfera del passato può inoltre visitare la zona dove si trova la ex fabbrica Nobel a soli 15 minuti dal centro, sul mare a Vinterviken, dove tutto è iniziato e dove fondò nel lontano 1864 la prima società che produceva nitroglicerina. Oggi gli antichi spazi vengono usati per ricevimenti vari, ma c’è anche un caffè aperto al pubblico dove i nuovi proprietari inoltre organizzano delle mostre.

Ma le bontà che si mangiano durante il banchetto Nobel sono solo per gli ospiti allo Stadshuset? No! Il ristorante del Municipio, Stadshuskällaren, serve su prenotazione tutti i menu storici consumati durante le premiazioni Nobel dal 1901 in poi e sull’autentico servizio riservati agli invitati alla prestigiosa serata! E poi dove dormire? Ma naturalmente al Grand hotel di fronte al Palazzo Reale dove tutti i premiati pernottano.
Fonte: Ente svedese per i viaggi e il turismo
Per informazioni numero verde: 02-36006503
Visita Visitsweden.com
 
  •  

 Pubblicato da il 20/10/2009 - 2.658 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close