Cerca Hotel al miglior prezzo

Dante. Gli occhi e la mente: a Ravenna tre mostre celebrano il Sommo Poeta

E' l'estate della rinascita, almeno lo speriamo tutti. Un buon motivo per celebrare questo auspicabile rinascimento italiano potrebbe essere quello di fare un viaggio alle radici della nostra storia culturale.

La città di Ravenna, in questo senso, offre alcuni spunti straordinari, allestiti per celebrare l'anniversario dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, il Sommo Poeta della letteratura italiana.

Per l'occasione Ravenna propone tre gradi mostre, diverse ma collegate tra loro nel progetto "Dante, Gli occhi e la mente".

Grazie all'impegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, della Camera di Commercio di Ravenna e della Regione Emilia-Romagna, il visitatore sarà in grado di compiere un percorso a 360° nel mondo di Dante, anche grazie ad una importante collaborazione con il Museo degli Uffizi di Firenze, coinvolto in un progetto speciale che potete leggere nel nostro articolo sulla mostra Dante nell'arte dell'Ottocento a Ravenna.

Il Secentenario della morte di Dante

Una prima mostra si sta svolgendo presso la Biblioteca Classense, una esposizione curata da Benedetto Gugliotta che ci riporta alle celebrazioni dantesche di un secolo fa, quando il Sommo Poeta venne esaltato in occasione del VI centenario della sua scomparsa. Il titolo della mostra è "Inclusa est flamma. Ravenna 1921: il Secentenario della morte di Dante" e qui trovate una ricca collezione di ogetti che caratterizzarono l'evento del 1921, che ricordiamo venne inaugurato da Benedetto Croce, l'allora Ministro della Pubblica Istruzione. Qui sonoesposti i famosi sacchi con le foglie d'alloro, dono del poeta Gabriele d'Annunzio, manifesti dell'epoca, fotografie, oggetti d'arte, libri e manoscritti che furono dontati alla cttà di Ravenna per celebrare lo scrittore.

L'esilio di Dante

Una seconda mostra, che si terrà a partire dall'8 maggio, ci riporta invece direttamente al mondo in cui visse Dante Adighieri: dal titolo "Le Arti al tempo dell'Esilio" questa bella esposizione, allestita nell’antica chiesa camaldolese di San Romualdo a Ravenna, ci condurrà nel mondo dei viaggi di Dante, con opere artistiche di grande valore che ci fanno comprendere il contesto storico ed artistico di quegli anni.
Dipinti di autori del calibro di Giotto, Cimabue, Nicola Pisano ed altri importanti opere d'arte, accompagneranno alcune delle terzine celebri del Sommo Poeta.

Il Dante pop

Con l'arrivo dell'autunno la città di Ravenna accoglierà una terza mostra su Dante, un evento decisamente trasversale: dal titolo accattivamente "Dante. Un'epopea pop" che si svolgerà dal 4 settembre fino al 9 gennaio 2022. L'esposizione ci accompagnerà lungo la storia mostrandoci il successo popolare della figura di Dante, con centinaia di oggenti esposti, Partendo dai manoscritti del Trecento saremo condotti fino ai tempi nostri, con Dante coinvolto da merchandising e pubblicità. In pratica un percorso filologico che mostrerà come il nome di Dante, le sue parole, il suo inconfondibile profilo siano stati usati come marchio commerciale e in chiave pubblicitaria (come nella celebre affiche della Olivetti), e come il Dante personaggio sia entrato anche nelle trame di libri, film, trasmissioni televisive, fumetti, comics e manga, compresi i videogiochi. Legato alla mostra ci sarà anche un ricco programma di eventi collaterali, ed anche un percorso d’arte contemporanea, curato da Giorgia Salerno.

Scopri tutti gli eventi in Emilia-Romagna.
  •  
03 Agosto 2021 Le spiagge pił belle della Versilia, libere ...

Dici Versilia e, immediatamente, balzano in mente immagini di movida notturna, ...

NOVITA' close