Cerca Hotel al miglior prezzo

Dove stato girato Artemis Fowl? Nei luoghi location del film Disney

Il 12 giugno 2020 è uscito su Disney+ il film “Artemis Fowl”, diretto da Kenneth Branagh e ispirato al primo dei due libri dell’omonima saga scritta dall’irlandese Eoin Colfer.
La storia, dove si fondono avventura, azione e fantasy, è ambientata in Irlanda, ma la natura fantastica del racconto suppone ambientazioni immaginarie, avvolte da un’aria misteriosa e fiabesca che la verdissima isola ben si presta a fornire.

I luoghi reali in cui sono state effettivamente girate le scene, come sempre accade, sono già diventati motivo d’interesse e di spunto tra gli amanti del film per un viaggio a tema, nonostante il successo del lungometraggio non sia quello che i produttori si aspettavano: alcuni ritardi – tra cui, inevitabilmente, la situazione data dalla pandemia di Coronavirus nel mondo – e molte critiche hanno infatti un po’ smorzato l’entusiasmo del pubblico.

Poco male, comunque, perché la curiosità per saperne di più ci ha spinti a fare una ricerca per scoprire dov’è stato girato Artemis Fowl. Di seguito vi raccontiamo quali sono le principali location del film tra l’Irlanda del Nord, dove le riprese sono state effettuate nell’estate 2018, e il resto del mondo.

Il cast di Artemis Fowl

Prima di iniziare il nostro viaggio, ricordiamo chi sono i principali attori protagonisti del film:
Ferdia Shaw (Artemis Fowl II)
Lara McDonnell (Spinella Tappo)
Nonso Anozie (Domovoi Leale)
Josh Gad (Bombarda Sterro)
Judi Dench (Comandante Tubero)
Miranda Raison (Angeline Fowl)
Colin Farrell (Artemis Fowl I)
Tamara Smart (Juliet)
Hong Chau (Fata)
Nikesh Patel (Polledro)
Adrian Scarborough (Capo dei Goblin).

Le location di Artemis Fowl in Irlanda e Regno Unito


Cominciamo dalla dimora dei Fowl. Non c’è da stupirsi se il luogo chiave del film sia stato costruito da zero sui terreni dei Longcross Studios (circa 45 km a sud-ovest del centro di Londra, nei pressi dell’aeroporto di Heathrow); la costruzione integrale della casa di Artemis Fowl ha di fatto permesso di progettare la struttura appositamente in funzione delle esigenze delle riprese.
È anche per tale motivo che questa soluzione è stata preferita a un luogo iconico come la famosa Loftus Hall, splendida villa di origine medievale sperduta tra le campagne della Contea di Waxford, popolarmente ritenuta infestata da fantasmi, la quale non avrebbe certamente sfigurato.

Nella storia il maniero dei Fowl si trova a nord-est della sacra Collina di Tara, sede dei Re Supremi d’Irlanda (High Kings of Ireland) secondo la mitologia locale. Sebbene non ci siano alberi monumentali in questo antico sito cerimoniale, si tratta di un luogo realmente esistente vicino a Skryne, nella Contea di Meath.
La spiaggia è invece ispirata alla Whiterocks Beach di Portrush, località della Contea di Antrim, in Irlanda del Nord, nei pressi della costa dove si trova il cosiddetto Giant's Causeway, il Selciato dei Giganti.
Ad appena 3 km dalla spiaggia sorgono anche le suggestive rovine del Dunluce Castle, dove vediamo Domovoi "Dom" Leale, guardia del corpo di Artemis. L’antica fortezza, arroccata su una ripida scogliera affacciata sull'Oceano Atlantico è, nel mondo reale, la storica sede del Clan McDonnell ed è già stata usata anni fa come location per le riprese di Game of Thrones.

Il personaggio di Bombarda Sterro, nano cleptomane, trascorre buona parte del film agli arresti nella M16 Red Fort Interrogation Unit.
Il Red Sands Fort è effettivamente situato al largo dell'estuario del Tamigi, in Inghilterra, ed è composto da sette casematte che poggiano su quattro piloni che emergono dal mare, come parte del più ampio complesso del Maunsell Sea Forts, vecchia struttura militare oggi dismessa, realizzata durante la Seconda Guerra Mondiale per la difesa antiaerea contro i tedeschi. Attualmente è possibile partecipare a escursioni in barca al Red Sands Fort che conducono alla base delle piattaforme, sulle quali non è comunque permesso salire ed entrare.

Le ambientazioni di Artemis Fowl in Italia


Anche l’Italia è, in qualche modo, presente nelle scene di Artemis Fowl.
Pur non essendovi stato allestito nessun set cinematografico, il nostro Paese è stato fonte d’ispirazione per ricreare diversi paesaggi.
La fata Spinella Tappo esce infatti dal Vesuvio e vola attraverso alcuni villaggi sulle colline che assomigliano molto a quelli della Costiera Amalfitana o, ancora, il troll attacca gli umani durante un matrimonio nel paese di Martina Franca; in questo caso le immagini non fanno però riferimento alla cittadina in provincia di Taranto, bensì a uno dei borghi più belli della Toscana, ovvero San Gimignano, di cui la troupe ha filmato alcune vedute d’insieme con un drone, per poi estrapolarne il centro storico con le sue caratteristiche torri e adattarlo in post-produzione per l’ambientazione delle scene.

Le location in Asia


Ci sono anche ambientazioni asiatiche in Artemis Fowl.
Una di queste è servita principalmente come spunto per la realizzazione di Haven City, città sotterranea dove vivono le fate; in particolare, si nota un certo richiamo ai campi terrazzati di Dongchuan, nella Cina centro-meridionale (provincia di Yunnan), famosi per la loro terra rossa che si alterna ai colori delle coltivazioni dando vita a spettacolari paesaggi che sembrano dipinti dal più abile e visionario degli artisti.

Nella pellicola compare anche un pezzetto di Ho Chi Minh City (ex Saigon), in Vietnam: è l’immagine del monumento commemorativo al Venerabile Thich Quang Duc, un monaco buddhista divenuto celebre per una fotografia che lo ritraeva avvolto dalle fiamme dopo essersi dato fuoco durante una protesta nel 1963 contro l’amministrazione del Vietnam del Sud e del suo presidente Ngô Đình Diệm.
  •  
28 Ottobre 2020 La mostra Dante nell'arte dell'Ottocento ...

Ha inaugurato a Ravenna la prima mostra del progetto espositivo “Dante ...

NOVITA' close