Cerca Hotel al miglior prezzo

Dove stato girato Tolo Tolo. Le location del film di Checco Zalone

Un viaggio fra Italia e Africa, andata e ritorno. Tolo Tolo, l'ultima delle pellicole di Checco Zalone (che segue il precedente lavoro di Quo vado) offre scenari inediti, come sfondo di una storia che punta il dito sulle debolezze, trasformate occasionalmente in punti di forza, di bianchi e neri.

Il continente africano, al quale è riservato un ruolo di primo piano, conquista con le atmosfere calde dei paesaggi, spesso rese ancora più incandescenti dai comportamenti umani. Simpatica anche la storia sul titolo!

Se vi chiedete cosa significa Tolo Tolo, sappiate che viene da una simpatica pronuncia sbagliata: uno dei bambini protagonisti, invece che dire "solo solo", aveva pronunciato sul set la frsse "tolo tolo", dando a Checco Zalone lo spunto vincente per il titolo del film!

Ecco allora che vi sveliamo i luoghi delle riprese e le principali location cinematografiche di Tolo Tolo!

Con Checco Zalone in Kenya


I luoghi scelti da Zalone ruotano attorno a Malindi, città a Sud Est dello stato del Kenya, regina della baia omonima dalla quale si aprono importanti centri di conservazione naturalistica, il parco nazionale marino di Malindi e di Watamu e la riserva di Arabuko-Sokoke, abitata da elefanti e decine di specie avicole. Il Watamu Marine National Park and Reserve, in particolare offre rifugio a mangrovie e tartarughe oltre a innumerevoli specie di pesci e coralli. Molte delle riprese di Tolo Tolo sono state effettuate proprio in quell'angolo di Paradiso che comprende anche le sponde del fiume Sabaki, il secondo più lungo del Kenya dopo il Tana, e le bianche saline di Ngomeni, posizionate a circa 30 km a nord di Malindi. Le enorme distese di sale attirano i fenicotteri rosa. Lo scenario che appare è di un bellezza poetica il cui incanto è rotto soltanto dall'operosità dei dipendenti che affrontano l'arsura provocata dai cristalli di sale per spaccarne i blocchi e caricare i camion diretti alle industrie di lavorazione.

Dal Marocco all'isola di Malta


Dal Kenya il viaggio di Tolo Tolo si sposta in Marocco, fra il vociare della Medina, la parte antica di ogni città in cui ha sede il mercato, il suq, e le mura delle Kasbah, piccole fortificazioni messe a protezione delle oasi e dei viaggiatori che vi trovavano rifugio e delle famiglie che li abitavano. Seguendo le tracce del camion che nel film trasporta gli immigrati verso il sogno di un destino migliore, la troupe ha fatto tappa anche a Malta, isola ad appena 80 km dalla costa siciliana. Malta, negli anni, ha accolto decine di produzioni cinematografiche, attirate dai paesaggi e dagli scorci marittimi suggestivi e particolarmente coinvolgenti, al punto da trasformare il set creato nel 1980 per produrre il film dedicato a Popeye, il famoso Braccio di Ferro dei fumetti, in un parco divertimenti stabile, il Popeye o Sweethaven Village. La capitale, La Valletta, considerata Patrimonio dell'Umanità Unesco, racconta tramite l'architettura dei suoi palazzi, della storia millenaria che ha visto fondersi influenze occidentali e orientali. Nel cuore di Zalone però un unico sole splende più di tutti gli altri, quello della sua adorata Puglia.

Con Checco Zalone in Puglia


La regione è rappresentata da alcune località che ruotano attorno al Parco Nazionale della Murgia, famose per aspetti diversi a partire da Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari. La città, protetta da Sant'Eustachio è nota per l'estesa falda acquifera da cui deriva il nome e dalla produzione della cipolla rossa dal cuore bianco, dolce e dalla forma appiattita, protetta dal marchio DOP, coltivata ancora oggi con le stesse tecniche del passato. Alcuni scenari appartengono a Gravina in Puglia, città natale di Papa Benedetto XIII, nota per le chiese scavate nella roccia, altri a Minervino Murge, località chiamata anche "Balcone delle Puglie" per il panorama che si gode dalla sua posizione. Che dire poi del Parco Nazionale della Murgia, una delle zone protette più estese dell'Italia meridionale, che alterna paesaggi piani a sentieri rocciosi e cavità carsiche e dove pastori e allevatori hanno concentrato soprattutto in passato la loro attività.

Gli altri luoghi del film Tolo Tolo


La quiete dei borghi pugliesi sfuma nel caos della capitale, Roma, la città eterna e nella vivacità culturale di Trieste, entrambe inserite nella produzione cinematografica. Dalla suggestione senza tempo della città che ha dato i natali a re e imperatori, al crocevia di gente, lingue e tradizioni che hanno reso il capoluogo del Friuli Venezia Giulia la più cosmopolita delle città italiane. Ovunque ci si muova in Tolo Tolo, il respiro che si coglie è sempre quello, il respiro di una umanità in continuo movimento, per sfuggire a qualcosa o trovare altro.
  •  

 Pubblicato da il 09/01/2020 - - ® Riproduzione vietata

24 Gennaio 2020 Il Carnevale di Ruinas

Il Carnevale di Ruinas, altresì detto Carnevale Ruinese, si svolge ...

NOVITA' close