Cerca Hotel al miglior prezzo

Dove andare in Camper a Pasqua: idee in Italia

Tre mete per Pasqua, tre luoghi ideali per la famiglia o per la coppia, per chi ama il turismo o per chi ama la tranquillità, tre modi differenti per rilassarsi e per amare il nostro Bel Paese.

L’unico elemento comune è il camper che sarà il vostro compagno di viaggio.

Vi portiamo al fresco sulle Alpi Carniche tra boschi e laghi, e poi sulla Costa Etrusca, quel lembo di litorale toscano dove i colori del mare si uniscono al verde della vegetazione ed infine faremo un tuffo nella storia tra i Sassi di Matera.

1) Lago Sauris (Ud) , Friuli Venezia Giulia


Se amate i luoghi nascosti, quelli lontani dalla confusione dal turismo di massa, questa destinazione fa per voi. Vi portiamo in Friuli Venezia Giulia, nel cuore delle Alpi Carniche, al Lago di Sauris. Il lago di origine artificiale sorge a circa 1000 metri di altezza e si trova precisamente sulla strada che porta da Ampezzo a Sauris, in località la Màina, ed è chiamato infatti anche “lago della Màina”.

La cosa curiosa è che periodicamente viene svuotato e così è possibile vedere i resti del paese che esisteva una volta al posto del lago. E’ una meta che vi consigliamo per scappare dallo stress e per rilassarvi. Ci sono diversi sentieri da percorrere a piedi che partono dalle chiesette Sant’Osvaldo e San Lorenzo o dal Camping Sauris. Un sacco di itinerari per la mountain bike e il trekking.

Come punto sosta vi suggeriamo il Camping Sauris: immerso nel bosco dove veramente la “natura ti entra in veranda“, offre tutte le 50 piazzole elettrificate, i bagni molto ampi, riscaldati per l’inverno e con il locale lavanderia. All’interno del campeggio ci sono un centro benessere con piscina (l’ingresso avviene con uno sconto ospiti del campeggio) e un maneggio con la possibilità di cavalcare con istruttori, in mezzo al bosco oppure con i bimbi nel recinto.

Dal campeggio partono due sentieri per il trekking e nel periodo invernale è possibile partecipare alle uscite con le slitte trainate dai cani, ciaspolate sulla neve oltre ovviamente sciare sulla vicina stazione sciistica. Sempre all’interno del campeggio c’è un piccolo, quanto grazioso ristorante “C’entro” e manco a dirlo ho infilato la testa in cucina per vedere come e cosa preparano per pranzo o cena. Ho degustato tutti i piatti realizzati secondo le ricette della tradizione del posto. All’interno dell’angolo bar trovate parecchi prodotto a “km zero”, come la birra integrale, le marmellate, le tisane con erbe della valle e i dolci con mela e cannella.

Per informazioni: Loc.. Treinke – 33020 SAURIS (UD) - sito ufficiale

2) Castiglioncello, Livorno e la Costa degli Etruschi


Con questa sosta vi portiamo sulla Costa degli Etruschi, a Castiglioncello in provincia di Livorno. Siamo all’agricampeggio De Santis, immerso tra gli ulivi a circa un chilometro dal mare. La struttura, aperta tutto l’anno (previa conferma telefonica al 3476240444) e dove gli animali sono i benvenuti, dispone di 22 piazzole tutte attrezzate di colonnina elettrica, ampie (60 mq cadauna) e ombreggiate, ideali per caravan, camper, tende. All’interno dell’agricampeggio trovate quattro gruppi di servizi, suddivisi per uomini, donne e disabili, un’area giochi dedicata ai bimbi e una zona dove poter cucinare alla griglia. Entrambe distanti dalle piazzole per garantire la giusta privacy. Questo dettaglio è molto curato nell’agricampeggio De Santis, tanto da aver creato una piscina dedicata ai bambini e una seconda piscina per gli adulti chiamata “paradise silent” dove vige la tranquillità e il silenzio. La sera poi dopo la cena che avrete prenotato al mattino, lontano dalle stanze degli ospiti e dalle piazzole, sotto un pergolato di vite si trova “l’angolo delle chiacchiere notturne”: un luogo dove il campeggiatore può scambiarsi i consigli e i racconti della vacanza.

Di giorno potete abbronzarvi sulle spiagge di sabbia fine di Rosignano, alcune tra le spiagge più belle della Toscana, sugli scogli di Castiglioncello o Quercianella, oppure visitare Livorno, la seconda città più grande della Toscana dove regna un’ottima cucina di pesce, un affascinante quartiere stile veneziano con canali e spiagge che si estendono a sud della città. Tappa che vi consigliamo di non saltare, soprattutto se avete bambini, è l’Acquario: un’immersione senza bombole e costume, nella vita sottomarina, tra grandi tartarughe marine, gli squali pinna nera del reef, le bellissime meduse e molti altri pesci colorati e buffi. Dopo aver visitato l’Acquario proseguite la passeggiata sino alla Terrazza Mascagni, uno dei luoghi in assoluto più caratteristici e fotografati della città. Lo scenografico belvedere che si affaccia sul lungomare ha una storia travagliata alle spalle: originariamente la terrazza risale al 1925, mentre è del ’30 la prima edificazione del caratteristico tempietto con la cupoletta sorretta da colonne a sezione circolare.. Infine proseguite la vostra passeggiata lungo i canali e attraverso il centro. Fermatevi ad ammirare le botteghe e l’assoluta senso si tranquillità che vi circonderà. Solo così riuscire a respirare l’atmosfera livornese. Scegliere come meta della vacanza l’agricampeggio De Santis significa proprio unire il relax della campagna, con il sole del mare e trovare lo spazio giusto per ogni componente della famiglia.

Per informazioni: Agriturismo - Agricampeggio De Santis Via Boldini, 5 - Castiglioncello (LI )+39.347.6240444 - sito ufficiale

3) Matera e i suoi Sassi


E’ uno dei must del camperista per il 2019: Matera e i suoi Sassi. Se come me non siete mai stati a Matera, appena vi arrivate spingetevi al “belvedere” della città come prima tappa. E’ qualcosa che vi toglierà il fiato e riempirà la il cellulare di fotografie. Un concentrato di bellezza architettonica e stilistica di doversi periodi storici. Un centro storico antichissimo fatto di un intricato labirinto di stradine, case e chiese scavate e costruite nel tufo fino a creare un ambiente unico al mondo, misterioso e romantico appunto i Sassi. Se volete visitare Matera, vi suggeriamo come prima tappa i Sassi che costituiscono un ottimo esempio di convivenza uomo e natura. I Sassi sono divisi due rioni, il Sasso Caveoso e il Sasso Barisano, con al centro lo sperone roccioso della Civita rimasto, per millenni, invisibile agli occhi dei nemici.

Nella Civita ci sono i palazzi nobiliari e la Cattedrale di Matera. Lungo il Sasso Caveoso troverete invece le case-grotta, entrateci e scoprite come vivevano sino all’inizio degli anni 50. In una sola stanza, arredata in modo semplice, abitavano famiglie anche di dieci persone, che dividevano lo spazio con i propri animali. Proseguite la visita perdendovi nei vicoli, stradine e piazzette che trovate lungo il cammino del centro storico: ogni angolo, scorcio e panorama sarà fotografato. Prima di entrare nella zona del Sasso Caveoso da Piazza Giovanni Pascoli, vedrete un elegante palazzo in stile barocco, è il Palazzo Lanfranchi, diventato nel 2003 sede del Museo Nazionale d’Arte Moderna della Basilicata. Raggiunta l’ora di pranzo, gustatevi l’ottima cucina lucana, in uno dei ristoranti ricavati nel fresco dei Sassi: ordinate la ”crapiata“, a base di legumi con la carne delle mucche Podoliche, che vivono allo stato brado lungo i pendii murgiani. Infine, Matera custodisce gelosamente la sua storia sotterranea, rappresentata da circa 1000 cisterne di acqua. La più estesa è quella detta Palombaro Lungo: vi si arriva da Piazza Vittorio Veneto, vi si accede all’interno della cisterna, alta 16 metri e che in grado di contenere fino a 5000 metri cubi d’acqua.

Per sostare in camper vi suggeriamo il Parco della Murgia Materana, l’area camping Masseria Radogna del CEI (Centro Educazione Ambientale): un posto dove potete partire a piedi per visitare la città dei Sassi.

Per informazioni: Area Camper Masseria Radogna, Contrada Murgia Timone - Sito ufficiale
  •