Cerca Hotel al miglior prezzo

Le 10 spiagge pił belle di Minorca, ecco le consigliate

Almeno 125 spiagge e calette censite lungo 216 km di costa fanno di Minorca un vero paradiso per chi cerca una vacanza rilassante. L'isola più orientale delle Baleari, pur conservando un'atmosfera più autentica rispetto alle inflazionatissime Ibiza, Formentera e Maiorca, sa conquistare i suoi visitatori con le bellezze naturali di cui dispone: mare, sole e spiagge di sabbia bianca sono un richiamo irresistibile per migliaia di turisti provenienti da tutta Europa.

Dopo avere visitato l'isola spagnola, abbiamo pensato di proporvi quelle che secondo noi sono le spiagge più belle di Minorca.

Son Saura


Grande, selvaggia e spettacolare: è considerata da molti la spiaggia più bella dell'isola, e non si fatica davvero a capirne il motivo. Trecento metri di sabbia bianca finissima lungo la costa meridionale, nella zona occidentale di Minorca. Circondata alle spalle dalla vegetazione, questa bellissima spiaggia è completamente libera, ma garantisce il servizio di soccorso in acqua. A seconda dei periodi, la riva si può riempire di alghe (la famigerata Posidonia oceanica) e in questo caso perde gran parte del proprio fascino, ma ovviamente fa parte della sua natura incontaminata.
Come arrivare: per raggiungere la spiaggia di Son Saura da Ciutadella si percorre il Camí de Sant Joan de Missa e si seguono le indicazioni che conducono alla spiaggia, attraversando la campagna fino al parcheggio dove si può lasciare l'auto.

Spiaggia di Son Bou


Con oltre 2,5 km di estensione, la platja de Son Bou (in catalano) è la più lunga dell'isola. È dotata di stabilimenti e chiringuitos, ma è anche una grande spiaggia libera di sabbia dorata frequentata sia da famiglie con bambini che da giovani, molti dei quali amano praticare sport acquatici nello splendido mare azzurro che la bagna.
Alle spalle della spiaggia, superato il tratto erboso, numerose strutture ricettive (hotel e appartamenti) consentono ai villeggianti di pernottare a pochi metri dal mare.
All'estremità orientale della spiaggia si trovano inoltre le rovine di un'antica basilica paleocristiana del V secolo con annessa necropoli.
Come arrivare: Son Bou si trova a metà della costa meridionale di Minorca ed è raggiungibile in auto percorrendo la strada tra Mahón a Ciutadella, svoltando all'altezza di Alaior.

Cala en Turqueta


Pur rimanendo sulla costa meridionale, ci spostiamo più a nord-ovest: già dalla prima vista, Cala en Turqueta non lascia molti dubbi sul perché sia chiamata così. Il colore del mare qui è davvero spettacolare, così come l'ambiente naturale che la circonda.
Nascosta dalla pineta, questa spiaggia di sabbia finissima è divisa in due parti da alcune rocce proprio sull'arenile. Data la sua bellezza, è sempre molto frequentata. Non c'è nessuno stabilimento balneare, ma è comunque provvista di guardaspiaggia e di bagni pubblici.
Come arrivare: Cala en Turqueta si trova circa 15 km a sud di Ciutadella. Si trovano le indicazioni lungo la strada (Camí de Sant Joan de Missa) che esce dalla città in direzione sud. Il parcheggio più vicino (a pagamento) è sempre pieno, mentre un altro, più distante (circa 900 metri), è gratuito; da qui, un sentiero conduce in circa 15 minuti alla spiaggia.
Chi vuole può raggiungere la spiaggia anche a piedi percorrendo il sentiero di due km da Cala Macarella percorrendo una parte del Camì des Cavalls.

Cala Macarella


Rimaniamo nei paraggi e andiamo nella vicina Cala Macarella, parte dell'Àrea Natural d’Especial Interès de la costa sur de Ciutadella. È una delle spiagge più belle e famose di Minorca e la sua vista è la classica immagine da cartolina: acqua cristallina, sabbia bianca, rocce e pineta tutt'attorno, come nella migliore tradizione mediterranea. Nella baia si fermano anche molte barche, ma per raggiungerla ci si può comodamente servire dell'auto: proprio per questo è sempre piena nei mesi estivi.
Poco distante, per chi cerca un'alternativa, un'altra caletta simile ma più piccola – Cala Macarelleta – è frequentata anche da nudisti.
Come arrivare: la strada è circa la stessa che si percorre per raggiungere Cala en Turqueta; si percorre infatti il Camí de Sant Joan de Missa da Ciutadella seguendo poi le indicazioni per la spiaggia. Una vota giunti a destinazione ci sono due parcheggi, uno vicino a pagamento (5 euro), e l'altro, gratuito, più distante.

Cala Galdana


La bella spiaggia nota anche con il nome di Cala Santa Galdana è una delle più grandi dell'isola. La grande baia racchiusa dalle pareti rocciose ospita questa lingua di sabbia chiara lunga circa 500 metri, bagnata da un meraviglioso mare cristallino.
La spiaggia è molto sfruttata turisticamente con hotel, negozi, ristoranti e stabilimenti che richiamano frotte di turisti; proprio per questo è ottima per i giovani che amano divertirsi così come per le famiglie, che possono godersi la tranquillità di un mare calmo e tutte le comodità dei servizi.
Nella parte orientale della baia sfocia anche un fiume, l'Algendar, la cui foce è utilizzata come porticciolo.
Come arrivare: Cala Galdana sorge nelle vicinanze di Cala en Turqueta e Cala Macarella, solo qualche km più a est, ma è decisamente più comoda da raggiungere percorrendo la strada che da Ciutadella conduce a Mahón (Me-1); presso Ferreries si trova la deviazione per la (Me-22) che conduce a Cala Galdana.

Cala Mitjana


Si trova appena un km ad est di Cala Galdana, immersa nella natura, circondata da una folta pineta e abbracciata da ripide pareti rocciose. La sabbia bianca e il mare turchese sono ovviamente una consuetudine lungo la costa meridionale di Minorca, e anche qui non potevano mancare.
La spiaggia non è dotata di stabilimenti ed è parte dell'Area Naturale d'Interesse Speciale. Data la sua bellezza, è sempre molto frequentata, per cui alcuni turisti scelgono di spostarsi nella vicinissima Cala Mitjaneta, raggiungibile a piedi con un breve sentiero o addirittura a nuoto.
Come arrivare: Cala Mitjana si può raggiungere in auto, ma il piccolo parcheggio a pagamento alle spalle della spiaggia è sempre pieno, oppure a piedi attraverso un sentiero lasciando l'auto al parcheggio sulla strada principale che conduce a Cala Galdana.

Sa Mesquida


Cambiamo completamente scenario e ci spostiamo sulla costa orientale di Minorca.
La spiaggia di Sa Mesquida, immediatamente a nord dell'omonimo abitato, si trova a 2 km da Mahón, tra Punta de Sa Torre e il promontorio di Morro de Tramuntana. Selvaggia e non dotata di servizi, è solitamente poco frequentata e quindi ottima per chi vuole stare lontano dal caos.
Quasi 300 metri di lunghezza per 50 di larghezza, questa distesa di sabbia dorata circondata da un paesaggio brullo è lambita da un mare azzurro tendenzialmente calmo, pur trattandosi di mare aperto. La spiaggia è frequentata anche da nudisti.
Come arrivare: Sa Mesquida si trova a nord-est di Mahón (Maó) ed è facilmente raggiungibile in auto dalla cittadina seguendo le indicazioni sulla Me-3 e lasciando poi la strada per proseguire sulla Carretera Sa Mesquida.

Cala Pregonda


È una delle spiagge preferite dai minorchini, che amano indicarla ai turisti quando questi chiedono informazioni. Si trova lungo la costa settentrionale dell'isola: è selvaggia, priva di servizi (portate con voi tutto il necessario) e richiede un po' di tempo per raggiungerla, ma a renderla speciale è il suo caratteristico colore rosso, che fa da contraltare al le sfumature turchesi e smeraldo del mare che la bagna.
Sabbia rossa, alcuni isolotti rocciosi nell'acqua e un paesaggio totalmente differente rispetto alle altre spiagge dell'isola sono due valide ragioni per intraprendere il lungo viaggio che conduce a Cala Pregonda.
Come arrivare: da Mercadal si prende la strada che porta a Fornells (Me-15); a circa metà tragitto si segue una deviazione verso ovest per Cavalleria, fino a quando una nuova indicazione segnala la strada per Binimel-là/Pregonda. Una volta lasciata l'auto, si cammina per circa 30 minuti prima di raggiungere la spiaggia.

Sant Tomás


Lungo la costa meridionale, la grande spiaggia di Sant Tomás si estende per 750 metri ed è caratterizzata da sabbia chiara finissima e dal consueto mare turchese. La zona è sfruttata turisticamente e per questo si trovano stabilimenti, hotel e ristoranti di ogni tipo. In estate si riempie di turisti, che possono scegliere se stendersi a prender il sole qui o in quella vicina e selvaggia di Binigaus.
Come arrivare: Sant Tomás si raggiunge facilmente in auto da Ferreries sulla M-20, oppure da Mercadal (Me-18) o da Alaior percorrendo la Me-1 e poi prendendo la Me-16 per un tratto, fino a quando questa si congiunge con la Me-18 che conduce a Sant Tomás.

Platja d’en Tortuga


Lungo la costa settentrionale di Minorca, tra Cap de Ses Piques e Punta Presili, la splendida Cala Tortuga è una spiaggia di sabbia bianca, totalmente selvaggia, lunga circa 180 metri. La baia vanta un mare caraibico incastonato in uno scenario naturale di rocce e vegetazione bassa, mentre la difficoltà nel raggiungerla garantisce contro l'affollamento tipico di altre spiagge nei mesi estivi.
Ricordate di portare con voi cibo e bevande, perché una volta lì, salvo qualche occasionale venditore ambulante, non troverete niente.
Come arrivare: l'auto si lascia nel parcheggio del Faro di Favàritx e da qui si cammina per circa 2 km lungo il sentiero che conduce prima alla Cala Presili e poi alla Platja d'en Tortuga.

Vacanza alle Baleari? Scopri anche le spiagge più belle di Maiorca.
  •  
close