Cerca Hotel al miglior prezzo

Il Prater di Vienna compie 250 anni: gli eventi in programma

Sono passati 250 anni da quando l'imperatore Giuseppe II decise di donare alla città di Vienna quella che fino ad allora era stata la riserva di caccia degli Asburgo, il Prater. L'annuncio solenne venne dato il 7 aprile del 1766. L'imperatore rendeva così ufficiale la sua volontà aprendo ai viennesi i sei chilometri quadrati di superficie dell'area, da quel momento riservata alle loro passeggiate a piedi, a cavallo o in carrozza.

Pian piano il Prater divenne sempre più fondamentale come luogo di incontro e svago per la città. La consacrazione avvenne nel 1873 quando venne scelto per ospitare l'Esposizione Mondiale di quell'anno. La grande ruota panoramica che ne è diventata il simbolo venne installata qualche anno dopo, nel 1897 in occasione del 50° anniversario della salita al trono di Francesco Giuseppe.

Grazie alla ruota e alla sua atmosfera, il parco si popolò gradualmente di tende chioschi e altre attrazioni, fino a conseguire l'aspetto attuale dove l'area divertimenti del luna park contende all'area verde amata dagli sportivi il primato delle frequentazioni ed è uno dei luoghi più visitati dai turisti.

Per questo un anniversario tanto importante quanto i 250 anni della sua trasformazione in parco pubblico, non poteva essere sottovalutato. Eventi, mostre e, per gli amanti del brivido, l'ottovolante mobile più grande del mondo, festeggeranno il parco fino alla fine dell'anno. L'Olympia Looping resterà a disposizione fino alla fine di agosto. Cinque giri della morte su 1.250 metri di lunghezza ad una velocità di 100 km all'ora e su un'altezza di 32,5 metri. Numeri che danno la dimensione di quello che può essere affrontare un giro su una struttura di quel tipo.

Per gli amanti di situazioni più tranquille, il ricco programma di eventi prevede il coinvolgimento di altre strutture scelte come sede di mostre ed esposizioni e varie iniziative. Fino al 21 agosto, il Wien Museum che sulla Karlplatz documenta la storia di Vienna dalla sua nascita, ospita la mostra dal titolo "Nel Prater! Divertimenti viennesi dal 1766". Attraverso l'esposizione di circa 650 oggetti e cimeli provenienti da vecchie e speciali attrazioni, come il tunnel dell'orrore e il trenino sotto le grotte, viene illustrata tutta la storia del parco. Il percorso richiama alle memoria le tappe più importanti della trasformazione.

Nel 1801 ad esempio venne inaugurata una attrazione in cui entrando, si era circondati da un dipinto. L'illusione offerta era di essere in un'altra città. Il 1895 fu l'anno di "Venezia a Vienna", evento che riproduceva la città lagunare nell'area del Kaiserwiese e ne permetteva la visita a bordo di gondole. La mostra è completata dalle immagini tratte da vecchi film proiettati su un maxischermo. Altre due percorsi espositivi celebrano il prater.

Il Museo Ebraico ospita fino al 18 settembre la mostra “Svago tra il Prater e la città. Le vie del divertimento” mentre il Circus&Clownmuseum Wien offre alcune delle sue sale a “Il mondo meraviglioso del Prater. 250 anni del Prater di Vienna” fino al 31 dicembre. L'11 giugno il Prater diventa protagonista del raduno dei fan di Guerre Stellari convenuti per celebrare il "Sci Fi Day" mentre dal 29 a 31 ottobre, si trasformerà nel palcoscenico di una meravigliosa Festa di Halloween con tanto di parata e Dj line. Infine dal 19 novembre all'8 gennaio 2017, a copertura del periodo festivo, gli spazi del Prater saranno occupati dal mercato invernale ed una fantastica festa di fine anno.

Info: www.wien.info/it
  •  

 Pubblicato da il 06/06/2016 - - ® Riproduzione vietata

close