Cerca Hotel al miglior prezzo

Le spiagge pił belle delle isole Pelagie

Le isole Pelagie sono, amministrativamente parlando, le terre più meridionali d'Italia. Tuttavia, già osservando la posizione geografica dell'arcipelago, si nota come la distanza di Lampedusa dalla Sicilia sia di 210 km, mentre sono solo 128 i km che la separano dalla Tunisia.
Andando ad analizzare quest'arcipelago da un punto di vista geologico, si scopre come l'isola di Lampedusa e quella disabitata di Lampione appartengano alla piattaforma continentale africana, mentre solo Linosa è parte a tutti gli effetti della placca europea. Le stesse specie animali e vegetali presenti lo dimostrano.

In questi anni il turismo alle Pelagie – e in particolare a Lampedusa – ha subito un duro colpo a causa delle notizie di incessanti sbarchi sulle sue coste da parte di disperati provenienti soprattutto dall'Africa in cerca di una vita migliore in Europa. I telegiornali e la rete sono pieni di filmati e servizi in cui si parla degli immigrati e della situazione al collasso del centro d'accoglienza sull'isola. La situazione – certamente tragica dal punto di vista umano, spesso esagerata da quello mediatico – ha finito però per affossare la vita degli abitanti locali, che hanno visto le proprie attività turistiche perdere quasi completamente il flusso di clienti estivi.
La realtà è che Lampedusa, lasciata spesso sola dall'Unione Europea, ha bisogno del turismo per sopravvivere ed è in grado di offrire ai suoi visitatori uno spettacolo naturale unico e un'ospitalità come non se ne trova altrove.

Vi proponiamo quindi una lista delle spiagge più belle delle isole Pelagie a riprova dell'immenso patrimonio naturalistico che queste terre italo/africane racchiudono in sé.

Lampedusa

La fama della spiaggia dell'Isola dei Conigli, decretata nel 2013 “spiaggia più bella del mondo”, la precede a livello internazionale. Si tratta di una spiaggia sabbiosa non particolarmente grande, situata sulla costa meridionale di Lampedusa. A racchiudere la baia c'è un'isola di circa 4,4 ettari di superficie, situata a pochi metri dalla riva – l'Isola dei Conigli, appunto – che si può raggiungere a piedi camminando nell'acqua turchese di questo tratto di Mediterraneo. A volte, con cadenza pluridecennale, l'Isola dei Conigli si si collega a Lampedusa per mezzo di un istmo sabbioso che si crea per effetto del ritirarsi del mare. La spiaggia è protetta da qualche anno come riserva naturale per salvaguardare la tartaruga Caretta Caretta che qui depone le uova. In questa zona – l'unica d'Italia – vive anche la lucertola striata (psammodromus algarus), un rettile tipico dell'Africa nord-occidentale.

La spiaggia di baia dei Conigli non è tuttavia l'unica di Lampedusa: la costa meridionale dell'isola ospita infatti numerose cale e spiagge meravigliose, come Cala Croce attrezzata con chioschi e ombrelloni, Cala Pulcino con le sue acque cristalline, Cala Madonna – una tranquilla spiaggetta che si trova subito dopo Cala Croce – e Cala Guitgia, molto vicina al centro abitato. per citare solo le più conosciute. Queste spiagge sono tutte raggiungibili anche a piedi. Sulla parte orientale dell'isola, Cala Pisana, Cala Creta e la spiaggia del Mare Morto sono altre tranquille calette da scoprire durante una vacanza a Lampedusa.

Linosa

È un'isola particolare, popolata in pianta stabile da appena un centinaio di abitanti e creata dai vulcani (ormai spenti) dove la terra e il mare assumono colorazioni suggestive – a tratti impressionanti – che fanno di una vacanza a Linosa un'esperienza unica.
Le spiagge accessibili via terra non sono molte: tra queste cala Pozzolana, proprio di fronte al paese, dove l'incredibile spiaggia di sabbia nera è dominata da una parete rocciosa (nera anch'essa) levigata dagli agenti atmosferici.
Altre due spiagge da vedere (e da vivere) sono la spiaggia del Conte, proprio sotto il faro, e la spiaggia delle Piscine, dove ci si può immergere nelle piccole piscine create dalla natura nella roccia lavica.
Chi ama le immersioni, infine, non può assolutamente perdersi l'esperienza di una discesa nella Sicchitella, presso Punta Calcarella, un vero paradiso subacqueo tra i più belli del Mediterraneo.
  •  

 Pubblicato da il 29/04/2016 - 7.382 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close