Cerca Hotel al miglior prezzo

La mostra su Piero della Francesca a Forlė ai Musei San Domenico

Evento concluso!
Attenzione, evento concluso!
Se verrà riproposto aggiorneremo le date!

Pagina 1/2

"Piero della Francesca. Indagine su un mito". E' questo il titolo che è stato scelto per una mostra unica nel suo genere, che aprirà i battenti il prossimo 13 Febbraio a Forlì, presso i Musei San Domenico. Organizzata dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e in collaborazione con il Comune di Forlì

Una vera e propria chicca, visto che - come si sa - l'opera di Piero della Francesca, già così minimale, col tempo è andata frammentandosi: riunire un certo numero di opere al fine di mostrarle al pubblico, ha rappresentato una reale sfida. Di sicuro una delle più interessanti Mostre 2016 in Italia!

C'è voluta la tenacia di Gianfranco Brunelli, giornalista storico dell'Arte e direttore generale dei lavori, e di un comitato scientifico, capitanato da Antonio Paolucci, storico dell'Arte e Direttore dei Musei Vaticani, che si è avvalso delle competenze di nomi importanti quali quelli di Fernando Mazzocca, Daniele Benati, Frank Dabell, Guy Cogeval, Paola Refice, Neville Rowley, Luciano Cheles, Giovanni Villa, Maria Cristina Bandera, James Bradburne, Marco Antonio Bazzocchi e Ulisse Tramonti: la crème per ciò che riguarda il comparto della Storia dell'Arte, che fa del nostro paese il primo in assoluto in quanto a professionalità.

Il lavoro compiuto per poter realizzare la mostra, è stato titanico. Non solo per ciò che riguarda l'individuazione delle opere, ma anche per poter porre - in maniera analitica ma comprensibile a un pubblico vasto e variegato - una sorta di confronto con le opere di altri artisti, successivi a della Francesca.

Si è pensato quindi di proporre - documentandola - un'analisi su ciò che la creatività del Maestro ha generato sugli artisti delle epoche successive: una sorta di marchio indelebile, di cui questa mostra vuole dare una prova certa. Ecco quindi, ritrovare tracce di Della Francesca nelle opere di Luca Signorelli, di Antoniazzo Romano, Bartolomeo della Gatta, Marco Zoppo fino a Giovanni Bellini e Francesco del Cossa.

L'idea dell'esplorazione col fine ultimo di ritrovare un tocco, un guizzo, un metodo, un'idea di Piero della Francesca che rinasce attraverso le opere di artisti a lui successivi, può apparire stravagante eppure, compie un grande passo nell'analisi storica non più solo del percorso artistico di un pittore che - forse grazie anche agli studi matematici - riuscì a rendere la sua arte una sorta di geometria complessa, a volte di poliedrica interpretazione, ma anche nell'evoluzione storica che il suo stile ritrova in tempi successivi. Ecco l'idea del titolo della mostra: "Indagine su un mito".

Si indaga alla ricerca delle tracce di questo autore, di ciò che ha lasciato in eredità a chi è giunto dopo di lui, nel panorama artistico ai più alti livelli. Non basta, la mostra ha ambizioni ancor più alte: ritrovare tracce di Piero della Francesca nelle opere moderne, persino contemporanee, dopo un lungo lasso di tempo in cui sembrava essere destinato all'oblio.

... Pagina 2/2 ...
Eccolo ripresentarsi nelle pennellate dei Macchiaioli, fra la fine dell'800 e i primi del ‘900. E ancora nel tratto di Signorini o di Borrani. Sempre nel primo ‘900, ancora le sue tracce nei dipinti di due artisti inglesi, Duncan Grant e Roger Fry. O nel Gruppo di Bloomsbury, nato nel 1905 nel quartiere inglese di Bloomsbury, dall'idea di un gruppo di studenti dell'Università di Cambridge, e che andò avanti fino alla Seconda Guerra Mondiale in una ricerca spasmodica di compiere un percorso artistico che intrecciò varie arti, fra cui la pittura, in cui ritroviamo - sorpresa! - i tratti di della Francesca.

Non possiamo poi dimenticare l'influenza che il Maestro ebbe anche su pittori del calibro di Degas o Seurat del periodo artistico post impressionismo. E nemmeno gli influssi operati su de Chavannes o Puvis.

Ciò che appare lampante, in questo incredibile percorso storico-investigativo fra le pieghe dell'opera di Piero della Francesca, rintracciate nelle raffigurazioni pittoriche di artisti così lontani da lui, è che costoro sono riusciti, forse senza rendersene conto, a traghettare fino a noi - e quindi fino al mondo moderno - un artista antico, ma solo per epoca storica.

Cinque secoli di storia, per scoprire come l'arte di un Maestro unico nel suo genere, possa giungere fino alla contemoraneità, palesandosi attraverso le opere di chi lo ha preso a modello, pur se in stili diversi, ma tutti accomunati da un'unica firma: quella di Piero della Francesca.

Piero della Francesca. Indagine su un mito
Dove: Complesso Monumentale di San Domenico
Piazza Guido da Montefeltro, 12, 47100 Forlì FC, Italia
Quando: dal 13 febbraio al 26 giugno 2016
Orari: dal martedì a venerdì: 9.30-19.00
sabato, domenica, giorni festivi: 9.30-20.00.
Lunedì chiuso
28 marzo e 25 aprile in apertura straordinaria.
La biglietteria chiude un’ora prima
Prezzi: Intero € 12,00
Ridotto € 10,00
Speciale € 5,00 (bambini 6-14 anni)
Biglietto speciale famiglia € 25,00
valido per l'ingresso di due adulti e due minori (fino ai 14 anni)
Il biglietto comprende le audioguide anche in versione speciale per bambini

Il biglietto della mostra consente l’ingresso con tariffa scontata alla Pinacoteca Civica e a Palazzo Romagnoli

PRENOTAZIONI
Individuale € 1,00
Scuole (per studente) € 0,50

Sito ufficiale: www.mostrefondazioneforli.it

Calendario delle aperture
Attenzione: evento terminato!

Febbraio 2016
D L M M G V S
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
         
Marzo 2016
D L M M G V S
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
Aprile 2016
D L M M G V S
         
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             
Maggio 2016
D L M M G V S
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
Giugno 2016
D L M M G V S
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.

 Pubblicato da il 03/02/2016 - - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close