Cerca Hotel al miglior prezzo

San Valentino a Bolzano, due itinerari romantici per innamorati

Pagina 1/2

Sulla festa di San Valentino si dice di tutto: molti la considerano una trovata per vendere cioccolatini, fiori e viaggi a prezzi esorbitanti. Eppure qualcuno lancia la sfida: perché non vedere San Valentino come occasione per conoscere nuove mete, scoprendo il lato più romantico della nostra Italia? C’è chi propone pacchetti davvero interessanti, che valorizzano luoghi inaspettati. Perché San Valentino non è solo un giro in gondola a Venezia o una fuga oltralpe alla volta della Tour Eiffel: anche Bolzano e le splendide montagne dell’Alto Adige hanno in serbo passeggiate mano nella mano tra scenari da fiaba, cene golose a lume di candela e coccole rigeneranti per la coppia.

Il 14 febbraio 2014 cade di venerdì. Una piacevole coincidenza: organizzare un bel weekend fuori porta è quasi d’obbligo, magari affidandosi alle guide esperte dell’area turistica Bolzano Vigneti e Dolomiti, che hanno pensato a un itinerario ad hoc nei Luoghi dell’Amore di Bolzano e dintorni.

La montagna è da sempre sinonimo di sport e avventura, ma sa essere romantica al punto giusto: basta provare una serata al calduccio in un albergo accogliente mentre fuori nevica, o una giornata a passeggio tra i monumenti più “passionali” di Bolzano, incantevole capoluogo abbracciato dalle Alpi. Il pacchetto “Bolzano Vigneti e Dolomiti per innamorati” è l’ideale: comprende tre pernottamenti (arrivo il 13 febbraio, partenza il 16) in una delle strutture aderenti a partire da 138,50 euro a persona, con visite guidate del territorio e un massaggio per due con olio di Pino Mugo Sarentino presso il centro Benessere Alpino Eschgfeller, nel cuore della Val Sarentino (per prenotazioni vedere in fondo). Ad accompagnare gli ospiti alla scoperta di Bolzano e dintorni è una guida d’eccezione, Oswald Stimpfl, bolzanino di nascita e grande conoscitore dei paesaggi e delle tradizioni altoatesine.

Gli itinerari proposti, a dire il vero, sono due. Uno privilegia l’arte, la storia e l’architettura di Bolzano, mentre l’altro prevede una vera e propria immersione nella natura.

Il primo percorso tra i Luoghi dell’Amore tocca vecchie botteghe, monumenti e palazzi ricchi di storia e scorci pittoreschi lungo strade e piazze cittadine. Si comincia in Piazza Walther al cospetto della statua di Walther von der Vogelweide, il grande poeta d’amore di epoca medievale, per poi continuare verso Palais Campofranco, l’antico Duomo di Santa Maria Assunta e il Palazzo Mercantile che ospita il Museo Mercantile. E ancora il Palazzo Municipale, la storica Via dei Portici e Castel Mareccio con le sue leggende d’amore, la passeggiata del Lungo Talvera e il favoloso Castel Roncolo. Quest’ultimo, fondato nella prima metà del Duecento, è soprannominato “il maniero illustrato” per lo splendido ciclo di affreschi medievali con scene di vita cortese: tra episodi di caccia, di battaglia e di vita quotidiana non mancano le rappresentazioni di Tristano Isotta e dei cavalieri di Re Artù, che rimandano al mondo della letteratura e degli amori immortali.

Il secondo è per chi preferisce la natura farà il pieno di scorci romantici a sud di Bolzano, camminando verso il Virgolo, un’imponente balza rocciosa da cui si gode un bel panorama sulla città e le montagne circostanti. Lungo il percorso si incontrano la Chiesa del Calvario, la Chiesa romanica di S. Vigilio e il Castel Flavon, e nei dintorni si celano tante altre meraviglie. Lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige si intrecciano sentieri diversi, che conducono alla scoperta del Lago di Favogna, del Lago di Caldaro e della collina di Castelfeder, tra i comuni di Montagna, Egna e Ora, una zona dal clima dolce e dal paesaggio idilliaco che gli artisti settecenteschi chiamavano “l’Arcadia del Tirolo”. Per finire in bellezza c’è il Giardino delle Sculture a Pochi di Salorno, con le sculture dell’artista Sieglinde Tatz-Borgogno originaria di Appiano.
... Pagina 2/2 ...
Ad eccezione del Museo Mercantile e di Castel Roncolo tutte le tappe degli itinerari possono essere visitate gratuitamente.

Chi si sente innamorato ma anche un po’ “green” può lasciare l’auto a casa e partire per Bolzano in treno. È una soluzione comoda e conveniente, rispettosa dell’ambiente e persino rilassante: non doversi preoccupare di parcheggi, tassametri e traffico è un bel regalo che a volte ci si dovrebbe concedere. Si può contare sulle Ferrovie Austriache e Tedesche: con i treni DB-ÖBB EuroCity si arriva a Bolzano da Verona a partire da soli 9 euro, da Bologna e Venezia SL a partire da 19 euro. I bambini fino a 14 anni, accompagnati da un genitore o da un nonno, viaggiano gratis. Maggiori informazioni qui.
Sul posto ci si può spostare comodamente coi mezzi pubblici grazie alla Mobilcard Alto Adige, un biglietto valido per 7 giorni a 28 euro oppure per 3 giorni a 23 euro, a prezzo dimezzato per i minori di 14 anni e gratuito per i bambini fino a 6 anni. Simile, ma più “peccaminosa”, la proposta del Winepass: un unico biglietto valido 3 o 7 giorni (rispettivamente a 35 o 40 euro) per usare tutti i mezzi di trasporto lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige ma anche per accedere al Museo del Vino e ad altri musei della zona e partecipare a eventi, degustazioni e visite alle cantine.

Per informazioni e per prenotare il vostro weekend romantico visitate questa pagina. Chissà che non torniate a casa rigenerati, arricchiti e più innamorati di prima.

Visitate anche www.bolzanodintorni.info

 Pubblicato da il 24/01/2014 - - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close