Cerca Hotel al miglior prezzo

Roma, divieto di bivacco: multe per il pranzo al sacco in centro

Attenzione ai week-end fai da te a Roma! Se pensate di visitare la nostra città eterna, armati di un pranzo al sacco, sappiate che questa attività potrebbe trasformarsi in una esperienza piuttosto costosa! L'amministrazione comunale ha infatti aperto una "caccia al turista affamato", quello che cioè si siede per un pic nic su dei gradini di una piazza, su di un portone, o ancor peggio su di un monumento del centro storico capitale italiana.

Purtroppo questo "giro di vite", questo stop al bivacco selvaggio, succede durante una classica "ottobrata romana", quando le temperature gradevoli, il cielo terso, invitano i turisti a godere del fascino plurimillenario di Roma, fermandosi a gustare un bel panino all'ombra di qualche monumento famoso. Chi di voi resisterebbe alla tentazione di mangiarsi un buon quadretto di pizza seduto sulla scalinata o sul bordo di una fontana di Piazza di Spagna? Ora invece non potete più farlo, dato che il Sindaco Alemanno ha reso illeggale il consumo di cibo e bevande, seduti liberamente presso i principali luoghi turistici di Roma. Il provvedimento "Disposizioni urgenti per garantire la tutela delle aree di pregio del centro storico" sarà attivo fino al prossimo 31-12-2012.

Per ora sono i viaggiatori stranieri a subire la punizione peggiore: si registrano in questi giorni numerose multe inflitte ad ignari turisti, di vrie nazionalità, sanzionati con "botte" mediamente da 50 euro l'una! Secondo l'ordinanza, la sanzione pecunaria può essere compresa tra i 25 ed i 500 euro, a seconda della gravità dell'atto, ad esempio se oltre a mangiare si lascia spazzatura in giro per la città.

Dal Colosseo a Trinità dei monti, da Piazza Navona alla Fontana di Trevi, ora squadre di vigili urbani si muovano in cerca dei turisti più affamati, che per riposare un poco dalla fatica delle visite, si siedono incautamente per gustare il loro sandwich con in pic-nic improvvisato. Ora non più, se volete mangiare, fatelo in piedi, in movimento, altrimenti la multa scatterà inesorabile. Oppure recatevi in qualche bar o ristorante, probabilmente gli unici esercenti davvero contenti del nuovo provvedimento.

Ognuno di noi è d'accordo, ovviamente, che chi sporca una città debba essere sanzionato, ma il divieto del pranzo al sacco, seduti all'ombra di un monumento. ci sembra davvero eccessivo! Voi che ne pensate?
  •  

 Pubblicato da il 05/10/2012 - 5.501 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close