Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare City Island

City Island, visitare l'isola del Bronx a New York City

Pare strano riuscire a trovare in un contesto iperglobale e ultramoderno come l’urbanesimo statunitense un angolo di inviolabilità estremamente semplice, archetipico e, soprattutto, quasi sconosciuto all’attenzione massiva.
Eppure questo luogo esiste e si trova nella Grande Mela, New York City, componente lo sfaccettato arcipelago delle isole cittadine, specificamente delle Pelham Island: è City Island, punta di diamante a nord est del distretto del Bronx che riluccica con le sue eccezionali particolarità.

Un altro mondo, una pagina nuova da scrivere, una memoria da scolpire. City Island stupisce per il suo porsi essenziale, così lontano (non fosse per la caratteristica parlata dei suoi quasi 5.000 residenti) dall’escatologia a stelle e strisce e così vicino al New England concept, un minuscolo ma significativo villaggio di pescatori circondato da spiagge, attraversato da una vetusta via ch’è l’arteria principale e tantissimi ristoranti per gustare – vediamo se indovinate – dell’ottimo pesce rigorosamente fresco.

Dove mangiare

Di locali ve ne sono a bizzeffe, tutti graziosi e qualitativamente all’altezza di ogni aspettativa, specialmente di chi è proprio esigente in termini, per così dire, “ittici”: di certo non si rimarrà delusi bensì deliziati varcando la soglia della Lobster House al 34 di City Island Avenue, o dell’Artie’s Steak and Seafood (si cucina anche carne, nella fattispecie bistecche e hamburger), o ancora del Sugar and Spice al 536 se intendete chiudere con un bel dolce.

La storia di questa tranquilla località tutto mare e profumi parla di un’origine sotto il segno dei primi abitanti, i nativi Siwanoy, che colonizzarono City Island ca. 500 anni fa vivendo di caccia e pesca almeno fino all’incombere irruento di olandesi e inglesi che nel XVII secolo ne fecero un importante approdo navale a scopo commerciale, un profilo poi modificato dal successivo acquirente americano, a cui si deve il definitivo e attuale nome dell’isola.

Unitasi all’amministrazione newyorkese nel 1896, si è rivelata assai determinante per l’industria bellica nel corso della Seconda Guerra Mondiale, quando in loco era stata avviata una catena di produzione ben rodata inerente navi da guerra e sottomarini. Oggi, tuttavia, quest’isola appare tanto distante da quell’operoso ambito, essendo ormai una sorta di rifugio garante della pace e del relax, ideale per tutti coloro che desiderano depurarsi dal caos metropolitano preferendo un paesaggio silente e immutabile, peraltro scelto come sfondo e location per alcune famose serie televisive come “Law and Order” e film come quello del 2009 intitolato esattamente “City Island”.

Cosa vedere a City Island

Giace quieta fra le acque della baia di Long Island ed Eastchester Bay, ma ha chiaramente un rapido e funzionale collegamento con la terraferma, ovvero il City Island Bridge. Lo sappiano in primis i turisti, che saranno così invogliati a fare una capatina in quest’isola d’altri tempi, ricettacolo di pescatori, ostricari e specialisti dell’industria nautica (in loco è attivo il New York Sailing Center, che si prodiga in lezioni di barca a vela ed escursioni organizzate). I residenti si godono la loro permanenza nelle tipiche casette in legno rimaste fedeli a un’architettura imbastita su ville costruttivamente leggere, dotate di porticato e sedia a dondolo, piccoli giardini e tanti fiori, proprio come si mostrano nei film.

Da non perdere

Vale la pena citare nuovamente la ricchezza di ristoranti che si rileva nell’isola, ristoranti che sfornano piatti bellissimi e buonissimi servendo aragosta, la tradizionale crab cake, cioè la torta di granchio, e tanto pesce fritto o alla griglia. A colazione non potete dimenticarvi di sostare al City Island Diner, un autentico punto di riferimento per la popolazione. Non è però solo mangiare l’attività principe qui a City Island: lo shopping è una valida alternativa, fomentata da negozi di antiquariato (Early Ruth Antiques), boutique vintage (Focal Point Gallery) e gallerie d’arte (Kaleidoscope Gallery). Recatevi inoltre al Nautical Museum e poi ad ammirare la Grace Episcopal Church a forma di vascello (l’hanno costruita nel 1860 dei falegnami impegnati nell’artigianato nautico), infine al Pelham Cemetery, che raccoglie sepolcri risalenti alla Guerra d’Indipendenza.

Come arrivare a City Island

L'isola è raggiungibile in auto attraverso il City Island Bridge e con la linea 6 della metropolitana che ferma al capolinea di Pelham Bay Park, da cui occorre salire sul bus B29, che impiega soltanto dieci minuti per compiere il tragitto.

 Pubblicato da il 18/10/2017 - 253 letture - ® Riproduzione vietata

close