Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Tour Montparnasse

Tour Montparnasse e l'osservatorio panoramico di Parigi

Pagina 1/2

La più bella vista a perdita d’occhio su Parigi? Tour Eiffel a parte, è quella che si può ammirare dall’osservatorio panoramico della Torre Montparnasse, il moderno grattacielo che svetta per 210 metri nello skyline parigino: dall’alto della sua terrazza, e da diverse prospettive, si possono scoprire tutte le attrazioni della capitale di Francia, dall’Arco di Trionfo al Museo d’Orsay sino a Notre-Dame e al Panthéon.

Era il 1956 quando per ammodernare il quartiere, la città di Parigi adottò un nuovo piano urbanistico che prevedeva, fra l’altro, la costruzione di una torre: il progetto venne approvato tre anni più tardi e a rilasciarne la licenza edilizia fu l’allora Ministro della Cultura, André Malraux. Il grattacielo, in stile moderno e con all’interno un centro commerciale come richiese lo stesso Presidente della Repubblica Georges Pompidou, fu progettato da un’apposita agenzia istituita per questo incarico – la AOM, agence pour l’opération Maine Montparnasse – che raggruppò quattro fra i migliori architetti dell’epoca: Jean Saubot, Urbain Cassan, Louis de Hoym e Eugène Beaudouin.

La posa della prima pietra avvenne nell’aprile del 1970 dove un tempo sorgeva la vecchia Gare Montparnasse: le fondamenta dell’edificio, poggiate su 56 pilastri di cemento a 70 metri di profondità, vennero costruite sopra la metropolitana su un terreno di calcare, argilla e gesso.

Inaugurata il 16 giugno del 1973 a cantiere non ancora ultimato, la Tour Montaparnasse ottenne un enorme successo immediato tanto che a essere acquistati per primi furono i piani più cari e in meno di sei mesi tutti i locali trovarono un acquirente. Le risorse logistiche dispiegate all’epoca per la realizzazione di questa torre furono davvero impressionanti basti pensare che si raccordarono 1342 linee telefoniche e 7 dipendenti lavorarono a tempo pieno per sostituire i neon di tutto l’edificio.

Secondo per altezza solo ai 225 metri della Tour Axa di Courbevoie, sulla riva sinistra della Senna, a questo sinuoso edificio accedono ogni giorno circa 5 mila persone mentre i visitatori annuali raggiungono i 650 mila; i posti auto/moto a disposizione sono 1850, le finestre ben 7200, l’area della facciata 40 mila metri quadrati e quella totale 300 mila. L’edificio pesa qualcosa come 150 mila tonnellate e per illuminarlo di notte sono necessarie circa 40 mila lampadine.

Ai 6 livelli sotterranei e ai 59 piani della torre si accede con i 25 ascensori installati, ognuno dei quali accompagna solo a determinati piani, con il più veloce che dal pianoterra permette di raggiungere il 56° piano in soli 38 secondi. In ogni caso anche se per salire e scendere i visitatori utilizzano gli ascensori, la Tour Montparnasse è dotata di scale di emergenza che hanno in tutto ben 1214 scalini!

Proprio il 56° piano della torre è riservato ai turisti e permette di ammirare una delle più belle viste panoramiche della ville lumière: le grandi vetrate illuminano questo ampio spazio in cui si trovano pannelli informativi con schermo tattile, una mostra fotografica permanente sulla storia della città, un negozio di souvenir, il bar lounge più alto d’Europa (il 360 Cafè) e un ristorante di alta gastronomia, Le Ciel de Paris. La terrazza sul tetto al 59° piano, raggiungibile solo attraverso le scale, offre una veduta open air mozzafiato e permette di godere di un panorama a 360° riconoscendo i vari monumenti parigini grazie alle tabelle di orientamento. L’apposita illuminazione fa si che i più romantici possano osservare Parigi dall’alto anche di notte.

Parte di un complesso immobiliare che rappresenta il più grande condominio d’Europa, la torre ha 86 proprietari e oltre 500 inquilini a cui, dal 2102, se ne sono aggiunti altri dieci decisamente speciali. Si tratta di arnie: Montparnasse Tower partecipa infatti al programma “Abeille, sentinelle de l’environnement” (Ape, sentinella dell’ambiente) per sensibilizzare l’importante ruolo svolto da questi insetti a garanzia della biodiversità.
... Pagina 2/2 ...
Ai piedi della torre si trova il centro commerciale Montparnasse composto da tre differenti aree (pianterreno, 1° piano e esterno) che ospita marchi e boutique di prestigio fra cui le celebri Galeries Lafayette.

Il grattacielo parigino è stato anche protagonista di La Tour Montparnasse infernale, commedia del 2001 diretta dal regista francese Charles Nemes che narra la storia di due lavavetri (interpretati dal duo comico Eric e Ramzy) dell’edificio coinvolti, loro malgrado, in un sequestro di persona.

Informazioni utili, orari e prezzo biglietti per visitare la torre

L’osservatorio panoramico è aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 23.30 dal 1° aprile al 30 settembre; dalle 9.30 alle 22.30 dalla domenica al giovedì e dalle 9.30 alle 23 il venerdì, sabato e prefestivi nel periodo dal 1° ottobre al 31 marzo. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

Tariffe: 15€ adulti; 12€ ragazzi dai 16 ai 20 anni e studenti; 9,50€ bambini dai 7 ai 15 anni; 7,50€ portatori di disabilità; gratuito under 7. Per chi desidera un biglietto valido per 2 ingressi nell’arco di 48 ore: 20€ adulti; 16€ ragazzi dai 16 ai 20 anni e studenti; 12,50€ bambini dai 7 ai 15 anni.

Per raggiungere la Tour Montparnasse situata nel 15° arrondissement di Parigi si possono utilizzare i mezzi pubblici: metro linee 4, 6, 12 e 13 con fermata Montparnasse-Bienvenue; bus numero 28, 58, 82, 89, 91, 92, 94, 95 e 96; treno stazione Gare Montparnasse. Per chi raggiunge l’edificio in auto sono disponibili parcheggi a pagamento sotto la torre stessa.

Indirizzo: 33 avenue du Maine 75015 Parigi. Casse e punto informativo si trovano al piano terra dal lato di rue de l’Arrivée.

Maggiori informazioni: sito ufficiale

 Pubblicato da il 13/06/2017 - 115 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close