Foto 1 di 16

Le spiagge pił belle del Mediterraneo

4 Vota   

1° immagine: Zlatni Rat sull’isola di Brac, Croazia - La spiaggia di Zlatni Rat, o Corno d’Oro, è un’incantevole lingua di sabbia dorata (una rarità in Croazia) che si allunga su un’acqua caraibica nel sud dell’isola di Brač (Croazia), a 2km circa dal porto di Bol. Si estende nel canale di Hvar, il braccio di mare che separa Hvar da Brač, e per questo è lambita da forti correnti che col tempo l’hanno modellata e le hanno dato la caratteristica forma affusolata. La spiaggia è costituita da ciottoli finissimi, candidi come la neve, che fanno sembrare ancora più brillante l’azzurro del mare, ed è attorniata da colline ricoperte di una pineta freschissima che odora di resina e di Mediterraneo. Essendo la spiaggia più famosa dell’isola (e non è un caso) è generalmente piuttosto affollata, ma è abbastanza ampia da ospitare tutti comodamente, è pulita e ben tenuta, dotata di ogni comfort si possa desiderare: lettini, ombrelloni, punti di ristoro e negozietti di souvenir sono l’allegro contorno di un piccolo paradiso terrestre.
Da Bol è raggiungibile a piedi, attraverso un sentiero che taglia la pineta, con il taxi boat o col trenino, che costa circa 15 kn a persona (sui 2 euro) - © hektoR / Shutterstock.com



Se dovessi dire qual è la cosa più bella che esista, non so voi, ma io direi il mare. Mi piace quando è pulito, col fondale di sasso e l’acqua così trasparente che le barche sembrano volare; mi piace quando è incorniciato dai pini e immerso nel frinire delle cicale, nel profumo di rosmarino o nelle risate dei gabbiani. Ad essere sincera, però, io sono una che ama il mare a prescindere: ebbene sì, mi piace anche quello un po’ paludoso della Riviera Adriatica, che a volte fa odore di pescheria, non ti lascia intravvedere il fondale in cui cammini, e porta a riva così tante alghe che potresti farci il sushi per dei mesi.
Lo amo anche così, perché se non si presenta in gran forma non è mica colpa sua, e nonostante l’inquinamento, il caldo eccessivo e le pipì dei bambini rimane comunque un’enorme e misteriosa massa d’acqua, eternamente impegnata ad accarezzare o prendere a schiaffi la sua riva, testimone di storie che noi non potremo mai neppure sognare.

Al mare hanno affidato messaggi d’amore, e sul mare hanno tracciato rotte verso mondi ignoti. È fresco d’estate e tiepido d’inverno. Sussurra ninne-nanne quando è calmo, e grida inferocito se c’è il vento. Come non amarlo? Per goderselo, però, ci vuole una spiaggia: ecco allora la mia lista di spiagge più belle del Bacino Mediterraneo, dai piccoli grandi paradisi della Grecia alle calette disseminate su e giù per lo stivale, passando per le Baleari, la Croazia e la poetica Zante, protagonista dei versi di Foscolo.

C’è anche la vostra spiaggia preferita? Si accettano altri suggerimenti, dopodiché sarebbe bello provarle tutte… alla faccia di questa estate-non-proprio-estate, in attesa delle vacanze vere, ci gustiamo comunque qualche foto da favola.


Condividi: