Cerca Hotel al miglior prezzo

Sydney (Sidney), capitale dello Stato del Nuovo Galles del Sud

Sydney si trova sulle coste di uno stretto golfo frastagliato, quasi un fiordo, nella parte sud orientale dell’Australia. Centro culturale e commerciale più importante dell’intero continente, la città ricorda per imponenza e aspetto le moderne metropoli occidentali: una vasta scacchiera di strade fra le quali si elevano enormi grattacieli in vetro e cemento. Ma a differenza delle metropoli a cui si ispira, Sydney è una città assolutamente vivibile; un luogo in cui il tessuto urbano sembra avere trovato un equilibrio con il territorio circostante.

La storia di Sydney ha inizio nel 1778, quando l’inglese Arthur Phillip in una stretta baia della costa sud orientale dell’Australia fondò un insediamento carcerario. Voluta da Lord Sydney, da cui prende il nome, Sydney fu per diverso tempo un luogo di detenzione, poi attorno a questo primo insediamento cominciò a formasi una città popolata da emigranti per lo più di origine inglese e irlandese. Nei decenni successivi Sydney ha continuato ad espandersi fino a diventare la più importante città australiana per grandezza e numero di abitanti. Oggi conta 170.000 residenti che diventano 3.774.000 se si prende in considerazione l’intera area metropolitana.

Per raggiungere Sidney occorrono molte ore di volo, specialmente dall’Italia dato che si trova esattamente dalla parte opposta del globo. Il Kingsford Smith è il maggiore aeroporto della città e dista circa 10 chilometri dal centro. L’aeroporto è alla città dall’Airport Express che arriva direttamente alla Central station. Oltre ai treni è possibile usufruire del Kingsford Smith Transport/Airporter un servizio di trasporto fra l’aeroporto e i numerosi alberghi della città.

Sydney dispone di una rete ferroviaria interna che comprende anche una linea della metropolitana che attraversa il centro della città. Ma il modo più suggestivo per spostarsi a Sydney è il Manly Ferry, il traghetto che collega i vari approdi della baia. Altrettanto affascinante è il Monorail un treno sopraelevato che collega il centro della città a Darling Harbour.

A Sydney il clima è tendenzialmente caldo. Durante l’estate le temperature oscillano fra i 25 e i 18 gradi, mentre in inverno sono comprese fra i 17 e i 9 gradi. In Australia le stagioni sono esattamente opposte a quelle dell’emisfero boreale, quindi l’estate va da dicembre a marzo e l’inverno da giugno ad agosto. I mesi più caldi sono gennaio e febbraio.

Negli ultimi anni si sono intensificati gli effetti di El Niño. A causa delle fasi che caratterizzano questo fenomeno naturale nella zona di Sydney si sono intensificati eventi atmosferici quali tempeste di ghiaccio, inondazioni, fasi di siccità e incendi.

Dato che la città è affacciata su una baia, il periodo migliore per visitarla è certamente l’estate. Portate indumenti comodi e scarpe da ginnastica, ma anche qualche costume.

L’area metropolitana di Sydney è incastonata fra l’oceano Pacifico a est e le Blue Mountains a ovest. La baia della città è uno dei più ampi porti naturali del mondo e conta più di settanta spiagge. Fra queste la più conosciuta è Bondi Beach dove le particolari condizioni del mare consentono di praticare il surf tutto l’anno. Altre spiagge particolarmente amate dai surfisti sono Maroubra e Narrabeen, mentre le località migliori per la vela sono Palm Beach e Collaroy. Per chi ama le immersioni invece i tratti migliori di mare sono quelli che si trovano nei pressi di Gordons Bay e Camp Cove.

Il centro della città comprende i quartieri di The Rocks e di Circulair Quay, caratterizzati dai tipici edifici in stile georgiano, come la chiesa di St. James, che risalgono alle prime colonizzazioni. Il Cadman’s Cottage è l’edificio più antico di Sydney e risale al 1814. In esso si trova riassunta la singolare storia di Sydney, il cottage infatti era la dimora di un galeotto di origine inglese graziato dal governo. All’atmosfera da vecchia Inghilterra che caratterizza la parte più antica della città si contrappone l’agilità e l’audacia degli edifici moderni, espressione della Sydney contemporanea. L’Opera House e il vicino Harbour Bridge dominano la Sydney Harbour e grazie alla loro architettura all’avanguardia sono diventati i monumenti in cui si riconosce ed è riconosciuta non solo Sidney, ma l’intero continente australiano.

Gran parte dell’area ricoperta da Sydney è occupata da parchi e riserve naturali. L’Hyde Park è il parco centrale della città, quello dove la maggior parte degli abitanti di Sydney va a passeggiare, fare sport e rilassarsi. Il North Arm Walk, il Domain, il Moore Park e il Bradleys Head invece sono più simili a delle riserve naturali; al loro interno infatti la città lascia spazio a una vegetazione rigogliosa e ad animali come i canguri, il koala e gli opossum, presenti solo in questa parte dell’emisfero australe.

Altrettanto numerosi sono i musei. L’Australian Museum è il più grande del paese e ripercorre la storia naturale del continente australe, (College Street, 6. Aperto tutti i giorni dalle 9. 30 alle 17); il museo della Centrale Elettrica è il più famoso e visitato di Sydney, presenta diverse collezioni organizzate nelle sezioni: scienza, tecnologia, disegno, arti decorative ecc, (Harris street, 500. Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00); l’Art Gallery è l’unico museo dell’Australia che esponga opere di artisti contemporanei appartenenti alle più diverse correnti pittoriche, (Gorge street, 140. Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00).

Fonte foto cortesia: http://www.sydneymedia.com
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close