Cerca Hotel al miglior prezzo

Manavgat, mare e vacanze sulla costa mediterranea della Turchia

Pagina 1/2

Manavgat è una città situata in uno dei distretti della provincia di Antalya. nella Turchia meridionale, a circa 110 km dal capoluogo e nei pressi di una celebre cascata situata lungo l’omonimo fiume di Manavgat. Tutto il paesaggio della regione è dominato a nord dall’imponente profilo delle montagne del Tauro, a sud dalle spiagge sabbiose e le acque limpide della costa del Mediterraneo, e in mezzo si trova una zona di pianura costituita in gran parte da terreni agricoli, utilizzati come pascoli per il bestiame e per la coltivazione di piante tra cui gli olive, i cereali, il sesamo e molti tipi di frutti e verdure; negli ultimi anni sono stati piantati olive. Manavgat è quindi una città operosa con una economia divisa tra lo sfruttamento dei prodotti della terra e l’emergente boom turistico degli ultimi anni.

Le montagne del Taurus sono coperte di foreste e di arbusti tipici del Mediterraneo, ci sono piccolì altopiani, tradizionalmente utilizzati per il pascolo estivo dalle popolazioni nomadi dei yörük. Manavgat ha un clima mediterraneo caldo, con le estati calde e secche e con temperature prossimi ai 35 °C in luglio ed agosto, quando le giornate sono perennemente baciate dal sole. Il tardo autunno e l’inverno sono spesso bagnati; la temperatura però raramente scende a valori prossimi agli zero gradi.

Con quasi 65 km di caldo e soleggiato litorale, in gran parte dotato di fantastiche spiagge di sabbia, e con la presenza di un lungo fiume che forma una famosa cascata, Manavgat ha un importante valenza turistica ben rafforzata dal paesaggio incontaminato delle aree di montagna, dove si trovano foreste ideali per il trekking.

Sulla costa l’offerta alberghiera è abbondante e Manavgat può diventare un punto d’appoggio molto comodo per visitare i molti luoghi tutti da esplorare, compresi i siti storici, i fiumi, i ruscelli e le grotte dell’area. E poi c'è il mare con il suo fascino, reso ancora più particolare per il mix delle acque salate del Mediterraneo che si fondono a quelle dolci del fiume di Manavgat creando in alcune aree degli ambienti salmastri molto particolari. E’ inutile sottolineare che tali ambienti sono ideali per la pesca, ed anche le specialità culinarie della regione fanno largo uso dei prodotti ittici.
... Pagina 2/2 ...
L'enorme afflusso di visitatori ogni anno, sta considerevolmente cambiando la forma della tradizione “conservatrice” di Manavgat; ora la città pullula di bar, discoteche, e tutti i tipi di cultura giovanile, cosa che 20 anni fa sarebbe stato assultamente impensabile. Anche i limitrofi villaggi di Kumköy e Ilıca, che si trovano lungo la costa, sono particolarmente vivaci durante l’alta stagione estiva.

nonostante che la città di Manavgat sia cresciuta rapidamente e in modo caotico nell’ultimo decennio, soprattutto con edifici ed appartamenti a basso costo e dalla dubbia bellezza, la gente del luogo cerca di mantenere in modo fiero la propria identità culturale, mantenendo il più possibile il suo tradizionale stile di vita: la sera diventa allora una festa, con il piacevole mix di suoni, profumi e colori tipici del mediterraneo orientale, crogiuolo ideale tra le culture d’oriente ed occidente.

Una curiosità: Il distretto di Manavgat è attraversato delle acque dell’omonimo fiume, che ne costituisce una ricchezza idrica davvero importante. Lungo il percorso del fiume, oltre alle famose cascate, si trovano anche un paio di dighe di sbarramento, che creano delle impartanti riserve d’acqua per la regione e non solo. C’è un progetto, ideato da qualche anno ma ancora in attesa di realizzazione, che vede l’esportazione di questa importante risorsa idrica nei paesi vicini che hanno problemi di siccità, come la Siria, lo stesso Israele ma anche isole come Cipro e la lontanissima Malta. Nel 2001 ha iniziato a esportare i piani di acqua da questi serbatoi di Israele e di altri Paesi del Mediterraneo, tra cui Malta e Cipro; dal 2006 questi piani sono in attesa.
loading...
close