Cerca Hotel al miglior prezzo

Miyazaki (Giappone): la cittą, il parco Nichinan-kaigan e Aoshima

Pagina 1/2

Capoluogo dell’omonima prefettura situata nella regione di Kyushu, Miyazaki è una città di 365.000 abitanti che rappresenta un’importante località turistica soprattutto per via del suo clima mite, che richiama ogni anno decine di migliaia di visitatori sul suo litorale bagnato da un mare ideale per praticare il surf. Grazie alle calde correnti oceaniche, infatti, l’area è lambita da alcune delle onde migliori del Giappone per surfare, in particolare a Kizakihama e presso altre spiagge più a nord, in direzione di Hyuga. La bontà del clima è testimoniata anche dal fatto che generalmente cinque squadre professioniste di baseball si recano a Miyazaki per la ripresa degli allenamenti primaverili.

Molte zone nei dintorni di Miyazaki ebbero un ruolo di rilievo nei primi anni della civiltà giapponese e figurano in alcune delle pagine della cronaca più antica del Giappone: il Kojiki. Se siete interessati alla storia, alle tradizioni ed alla cultura di questi antichi popoli potrete visitare alcuni interessanti scavi archeologici presso Saitobaru, distante 27 chilometri dal centro, dove passare in rassegna il Saitobaru Burial Mounds Park, il “Parco dei tumuli funerari di Saitobaru”, una zona di campi e foreste che si estende per diversi chilometri quadrati ed è punteggiata da oltre 300 kofun (tumuli sepolcrali), ed il piccolo ma interessante Saitobaru Archeological Museum, che ospita una collezione di reperti archeologici che comprende spade antiche, armature, gioielli, haniwa e molto altro ancora.

Tra le attrattive più interessanti del centro cittadino spicca invece il Miyazaki Science Centre, il museo della scienza high-tech distante pochi passi dalla stazione ferroviaria di Miyazaki. Noto anche come Cosmo Land, il museo è sormontato da una scintillante cupola argentea, al di sotto della quale è stato istituito uno dei più grandi planetari del mondo, con tanto di mostre interattive destinate ad un pubblico di grandi e piccini. Ad un paio di chilometri di distanza dal centro vero e proprio, all’interno del minuscolo villaggio di Koguya, si incontra il Miyazaki-Jingu, un santuario eretto in onore della figura quasi mitica di Jimmu, primo imperatore del Giappone e fondatore della corte di Yamoto. I giardini del tempio sono coperti da fitti boschi e ammantati di glicini che si dice abbiano addirittura seicento anni. Subito a nord della tenuta c’è il Miyazaki Prefectural Museum of Nature & History, presso il quale vengono organizzate mostre adatte anche ai ragazzi sulla storia locale, le scoperte archeologiche, le feste e l’artigianato popolare. Alle spalle del museo, l’interessante Minka-en comprende quattro case coloniche costruite secondo lo stile tradizionale di Kyushu.

Se volete trascorrere un pomeriggio di relax all’aria aperta non c’è niente di meglio dell’Heiwadai-koen, il “Parco della pace”, il cui fiore all’occhiello è una torre alta 37 metri costruita nel 1940 proprio quando la guerra era ormai alle porte. L’Haniwa Garden, all’interno del parco, è disseminato di riproduzioni delle curiose haniwa, ovvero statuette di terracotta del periodo Kofun, riportate alla luce dagli scavi effettuati presso i tumuli sepolcrali di Saitobaru. Per i più avventurosi il consiglio è quello di imboccare il sentiero escursionistico presso la gola di Kaeda Gorge, i cui 8 chilometri di lunghezza seguono uno scintillante torrente costellato di grossi massi, palme, cedri di montagne e pozze riparate dove si può nuotare. Spostandosi 10 chilometri a nord della città, presso la vasta stazione balneare di Seagaia, si trova l’Ocean Dome, un parco acquatico che vanta una gran varietà di attrazioni entusiasmanti.

... Pagina 2/2 ...Ogni anno Miyazaki è teatro di un’interessante serie di manifestazioni di diverso genere. Si comincia con lo Yabusame, in programma il 2 e il 3 aprile, un evento caratterizzato da gare di tiro con l’arco a cavallo nello stile samurai, mentre all’inizio di agosto è in calendario il più grande spettacolo pirotecnico di Kyushu, che illumina il cielo estivo sull’Oyodo-gawa. Successivamente si tiene l’Erekocha Matsuri, la festa più recente di Miyazaki, organizzata a metà agosto con la Tachibana-dori che si riempie di danzatori e suonatori di tamburi taiko, per finire poi con il Miyazaki-jingu Grand Festival, una festa che cade alla fine di ottobre e che annuncia la venuta della stagione autunnale con sfilate di cavalli e mikoshi per le vie della città.

Nonostante la latitudine più “bassa” rispetto al resto dell’arcipelago giapponese, il clima di Miyazaki non è caldo come ci si aspetterebbe, con temperature minime invernali che arrivano a lambire lo zero e massime estive che oscillano intorno a 30 gradi. Di positivo c’è che le precipitazioni sono mediamente contenute e difficilmente superano i 1.100 mm di pioggia all’anno, la maggior parte dei quali cade tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, in coincidenza con la stagione dei tifoni.

La principale attrattiva turistica è il Nichinan Kaigan Quasi National Park, area marina protetta che si estende per 100 chilometri lungo la costa meridionale di Miyazaki. Da non perdere una visita all'isola di Aoshima, un minuscolo isolotto coperto da una densa vegetazione di "birro" e dil palme di batel, che attira ogni anno migliaia di visitatori per la sua natura rigogliosa.

L’Aeroporto di Miyazaki, comodamente raggiungibile dal centro cittadino grazie a treni e autobus, è ottimamente collegato a Tokyo, Osaka, Okinawa, Fukuoka e ad altre città dell’isola di Kyushu, anche se il mezzo migliore per raggiungere la città è il treno; la stazione ferroviaria, situata in pieno centro, è servita dalla linea JR Nippo che si dirige sia verso Kagoshima, a sud, sia verso Beppu, a nord. Il treno che percorre la linea JR Nichinan corre invece lentamente lungo la costa verso sud fino ad Aoshima e Obi. Alcuni traghetti collegano Miyazaki con Osaka, distante 13 ore, e Kawasaki, raggiungibile in 21 ore.
close