Cerca Hotel al miglior prezzo

Ananuri (Georgia): il castello e la chiesa tra le montagne del Caucaso

Ananuri, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Non c’è bisogno di chiedersi perché lo sgargiante Ananuri compaia in migliaia di poster reclamizzanti il turismo in Georgia, dal momento che la risposta è davanti agli occhi.

Per questo eccezionale punto d'interesse a 70 km dalla capitale Tbilisi non esistono parole abbastanza altisonanti per competere con la visione dal vivo di una chiesa-fortezza che domina il lago di Jinvali ponendosi peraltro sulle rive del fiume Aragvi, nel cuore della Valle dell’Aragvi entro il vastissimo comprensorio del Gran Caucaso.

Storia

La straordinaria roccaforte, fondata nel XIII secolo e dunque di evidente matrice medievale, entrò attivamente nelle dispute fra il Ducato di Aragvi e il rivale Ducato di Shanshe di Ksani, uscendo piuttosto malridotta dalla battaglia, mentre sorte ancor peggiore incontrarono i suoi proprietari, gli Eristavi, letteralmente trucidati.

Scalzati gli usurpatori grazie a una rivolta contadina, sopraggiunse alla guida re Teimuraz II, che tuttavia dovette anch’egli lottare contro la volubilità popolare. Il Castello trovò finalmente un po’ di pace nel XIX secolo, quando divenne a tutti gli effetti solo e unicamente un sito turistico, andando in pensione come maniero a uso militare. Certo, adesso deve guardarsi solamente dagli scatti fotografici degli avventori.

Cosa vedere a Ananuri

Per identificarlo nel miglior modo possibile, Ananuri è in verità un articolato complesso formato da due castelli collegati da un muro merlato, la cui fortificazione superiore compare dotata di una possente torre a pianta quadrata, assurta con il nome di Sheupovari. Nella parte inferiore, invece, la vecchia torre rotonda non ha purtroppo più molto da offrire alla vista ma permangono rovine degne di essere immortalate.

Alla coppia di fortilizi si aggiunge una seconda coppia, questa volta di chiese: la prima è la Chiesa della Vergine a ridosso della torre quadrata, risale al XVII secolo e ha la responsabilità di ospitare le spoglie di alcuni caduti Eristavi, oltre a un gioiellino artistico rappresentato da un baldacchino in pietra.

La seconda è la Chiesa della Dormizione, più estesa ma contemporanea, piena di decorazioni, affreschi e ornamenti, in origine molti di più degli odierni ma purtroppo andati distrutti durante l’incendio appiccato nel corso dell’invasione. La fortezza ebbe il merito di conservare nel bel mezzo del XVIII secolo una fra le più emblematiche reliquie della Georgia, vale a dire la Croce di Santa Nino.

Posto sulla Grande Strada Militare, il nucleo fortificato fonde armoniosamente due tipologie architettoniche quasi opposte, quella religiosa e quella militare, e la loro sinergia sembra confluire insistentemente sulle strutture principali, sul campanile e le cupole visibili a notevole distanza.

Come arrivare a Ananuri

Gli aerei internazionali arrivano all’aeroporto di Tbilisi dopo aver fatto prima scalo a Instanbul; dalla capitale georgiana occorre salire su uno degli autobus che percorrono la Grande Strada Militare diretta ad Ananuri che poi prosegue fino a Kazbegi.

  •  

News più lette

18 Gennaio 2018 La Sagra della Lingua del Santo a Zeminiana ...

Zeminiana è la caratteristica frazione del comune di Massanzago ...

NOVITA' close