Cerca Hotel al miglior prezzo

Parco Serengeti: cosa sapere, cosa vedere, quando andare...

Serengeti, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Un milione di animali selvatici… ognuno legato allo stesso ritmo ancestrale, quello che garantisce il ciclo della vita: una breve, ma frenetica ricerca di conquista del territorio e relativo accoppiamento, una lunga ed estenuante marcia per l’annuale esodo a nord, quando a muoversi attraversando acque infestate da coccodrilli è una colonna che arriva a 40 km di lunghezza, infine una esplosione di nascite che raggiunge gli 8.000 parti al giorno, prima che ricominci il pellegrinaggio di 1.000 km.

Tutto questo è il Serengeti, il Parco Nazionale più antico e più noto della Tanzania, famoso soprattutto per la migrazione annuale che si svolge sul suo territorio, dove ogni anno 6 milioni di zoccoli calpestano le sue praterie. Ma anche al di fuori di questo magico momento, il Serengeti offre innegabilmente le più belle istantanee d’Africa: mandrie di bufali, piccoli gruppi di elefanti e giraffe, migliaia e migliaia di impala e gazzelle ed altri animali tipici della savana.

Lo spettacolo primordiale del predatore che da caccia alla sua preda è ciò che caratterizza questo straordinario Parco, dove abbondano leoni, leopardi, ghepardi, iene e tutte le tre razze africane di sciacallo. Ma il Serengeti non ospita solo grandi mammiferi, ma anche insetti di tutte le specie, e più di 500 specie di uccelli.

Ciò che colpisce del Parco del Serengeti, oltre al gioco di avvistare gli animali, è il senso liberatorio dello spazio sconfinato che caratterizza le sue pianure, che si estendono nella savana bruciata dal sole, creando orizzonti dorati che sembrano condurre alla fine della terra. Eppure, dopo le piogge, queste stesse painre si trasformano in verdi prati ricoperti di fiori selvaggi. E ci sono anche colline alberate e termitai di fango, e fiumi accompagnati da file di alberi e boschi di acacia.

Per quanto conosciuto e frequentato sia il Serengeti, vi può capitare di essere gli unici essere umani nei dintorni, quando un gruppo di fieri leoni decide di guardarsi attorno in cerca del prossimo pasto…

Il Parco in cifre: Dimensioni:14.763 kmq; Localizzazione: 335 km da Arusha, fino al confine nord con il Kenya e confinante ad ovest con il Lago Victoria;

Come raggiungerlo: voli di linea e charter da Arusha, Lago Mannara e Manza. In auto da Arusha, Lago Mannara Tarangire o Cratere Ngorongoro.

Cose da fare: safari in mongolfiera; visita ai siti di disegni rupestri Maasai; visita al vicino Cratere Ngorongoro, Cascate Olduvai (Olduvai Gorge), il vulcano Ol Doinyo Lengai (Ol Doinyo Lengai Volcano), i fenicotteri rosa del Lago Natron’s (Natron’s Lake).

Quando andare? Per seguire la migrazione annuale da dicembre a luglio: Per avvistare i predatori da giugno ad ottobre. Tenete presente che i tempi della migrazione non sono prevedibili, quindi occorre prevedere almeno tre giorni di permanenza.

Dove alloggiare? Quattro alberghi, quattro campeggi di lusso sparsi nel parco; un campeggio di lusso, un albergo e altri due campeggi subito fuori dal parco.
  •  
close