Cerca Hotel al miglior prezzo

Makadi Bay, resort e snorkeling nel lusso del Mar Rosso

Makadi Bay, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

A soli 35 km a sud da Hurghada, poco prima di arrivare a Soma Bay, la costa disegna una baia raccolta, circondata da un deserto arido e selvaggio ma che come per magia si riempie delle palme dei resort e dei prati degli hotel che s'affacciano su di un mare limpido e pulito, perfetto per l'esplorazione dei fondali degli appassionati di snorkeling e immersioni, in due semblici parole Makadi Bay.

Per arrivare fino a Makadi Bay il modo più rapido è volare sull'aeroporto internazionale di Hurghada, ben servito dai principali scali europei con molti voli organizzati dai tour operator italiani, e da qui in autobus raggiungere la baia in circa 40 minuti di viaggio.

La bella baia di Makadi è ormai tutta circondata da splendidi resort: a partire dalla punta settentrionale, in meno di 4 km di distanza troviamo il Grand Makadi Resort, il Makadi Palace Resort, il Prima Life Makadi Resort, il Makadi bay fort arabesque con ottima spiaggia attrezzata, il Royal Makadi hotel, lo splendido Le Meridien, Sol y Mar Makadi Marine, il Makadi Iberotel, e il Royal Azul, caratteristico con due spiagge a semicerchio che s'affacciano sulla barriera corallina.

Cosa fare a Makadi bay? Innanzitutto sarà difficile togliervi dalla spiaggia, sia per il sole presente 360 giorni all'anno sia per il richiamo della barriera corallina, facile da esplorare con una semplice maschera.
Per chi vuole esplorare siti più affascinanti gli hotel organizzano escursioni nei dintorni per farvi scoprire i reef più straordinari, specie se siete subacquei con una certa esperienza (in caso contrario trovate anche le scuole sub).
Una delle gite più interessanti è quella al Parco Marino di Giftun Island, a nord oltre Hurghada. Luogo dalla bellezza straordinaria, specilamnete sotto al pelo dell'acqua dove si aprirà davanti ai vostri occhi un variopinto universo sottomarino.
Gite più brevi vi potranno poi portare alle barriere di Abu Hashish o al Gota Abu Ramada, o scendere qualche chilometro più a sud, lungo la costa, fino al pontile del Ras Abu Soma, adatto sia a chi fa snorkeling che hai divers che qui possono spingersi in profondità lungo la parete verticale del reef.

Per chi vuole fare un break alle giornate di mare Makadi Bay offre i pacchetti di viaggio delle escursioni giornaliere, tipiche della zona di Hurghada. Si passa dalla interessante visita alle cave di porfido (Mons Porphyrites) per poi passare alle rocce grantiche delle cave di Mons Cludianus, per poi spingersi su a nord verso i monasteri storici di San Paolo e Sant'Antonio, forse i monasteri più antichi di tutta la cristianità.
Altra gita raccomandata, specie se non avete mai avuto la fortuna di andarci, è quella che conduce a Luxor, luogo faraonico per eccellenza, con la magia del Nilo e dei bellissimi siti archeologici che vi cattureranno l'anima: Karnak, Valle dei Re e i grandi colossi di Ramesse II.

  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close