Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Il Cairo

Visitare Il Cairo: un tuffo nella storia d'Egitto

Una città cosmopolita e affascinante, allo stesso tempo antica e moderna, Il Cairo, che deriva dall'arabo “La Vittoriosa”, è la capitale della Repubblica Araba d’Egitto. Fu costruita nel periodo dei faraoni con il nome di Heliopolis, e trasse le sue origini proprio per la presenza del sacro fiume, Il Nilo. Qquesta megalopoli con i suoi 18 milioni di abitanti ha racchiuso in sé, nei secoli, le testimonianze e i tesori delle culture e delle religioni più diverse.

A parte l’area di Giza e delle sue celebri piramidi e ai sobborghi della città, il punto migliore di partenza per un tour cittadino, che voglia recuperare la storia del Cairo in ordine cronologico, è sicuramente il Museo Egizio, dove è racchiusa una quantità eccezionale di testimonianze, tesori e reperti della antica civiltà egiziana. Il tesoro più ammirato è sicuramente quello ritrovato nella tomba di Tutankhamon, che è formato da oggetti di valore inestimabile, quali la maschera d’oro del giovane faraone, un gioiello la cui forza quasi magnetica di attrazione, è capace di catturare lo sguardo del visitatore da ogni altra attrazzione del museo. Ci sono poi le statue di Rahotepe Nofret, che impressionano per la vivacità dei colori originali, eo le regali ma allo stesso tempo inquietanti statue del faraone Akhenaton. Di recente è stata aperta una nuova ala dedicata al centenario del Museo Egizio. Per il grande numero di tesori qui custoditi alcune sezioni sono state messe a pagamento e cioè si devono pagare biglietti supplementari rispetto a quello iniziale di accesso al Museo.

Il Cairo poi offre di pià rispetto al solo suo Museo: ci sono altre tre aree della cittàche valgono sicuramente una visita: la Città Vecchia, che rappresentava la città romanico-bizantina, fortificata, di Babilonia, in cui avevano sede numerosi edifici ai carattere religioso segno di una grande varietà di culti differenti che hanno caratterizzato la storia egizia.. Tra questi vanno ricordati la sinagoga di Ben Ezra, la chiesa copta di El- Moallaqa, e la moschea di Amr Ibn El-As, la più vecchia di tutto l’Egitto. Di grande spessore c'è anche il museo dedicato alla cultura e religione dei Copti, una branca del Cristianesimo che si è sviluppata specie in Egitto ma anche in Etiopia.

Poi c'è l'area della Cittadella, che fu costruita nel 1176 dopo Cristo dal famoso Saladino, e che è sede di tante belle moschee, tra cui si deve ricordare la Moschea d’Alabastro di Mohammad Alì, e per ultima la vecchia Città Islamica dove si trovano la famosa moschea di El- Azhar con a fianco un antica Università dedicata allo studio dell'islam e la moschea Qalaun, che è sicuramente una delle preferite dagli abitanti del Cairo che la frequentano numerosi.

Da non perdere è la visita al bazar di Khan-el-Khalili, qui , in un’atmosfera densa di profumi orientali, è possibile scoprire merci di ogni tipo, che variano dai tessuti colorati alle copie dei tesori del periodo dei faraoni, fino ad arrivare agli oggetti in vetro e le delicate essenze e intensi profumi profumi che di solito vengono presentati in preziosi contenitori e bottiglie.

  •  
close