Cerca Hotel al miglior prezzo

Visita alle piramidi di Giza

Il Cairo, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Giza, tappa obbligatoria di ogni soggiorno al Cairo, è situata sulla riva sinistra del Nilo, dove sorgono maestose le tre Piramidi (costruite per fungere da tombe reali). Uniche, altissime e imponenti si stagliano nel cielo azzurro: Cheope, Chefren e Micerino. L’atmosfera è sospesa, si respira una strana quiete, il tempo sembra fermarsi, si è come attratti dall’armonia misteriosa di queste costruzioni. Sovrastata dalle Piramidi, alle spalle appare imponente la Sfinge. L’intero sito archeologico è considerato una delle Sette Meraviglie del mondo. I tre monumenti sono disposti diagonalmente,ma in modo che nessuno copra il sole agli altri due. Per 3000 lunghi anni l’interno della piramide di Cheope è rimasto inviolato.

Fu solo nel 820 d.C. che una spedizione archeologica riuscì finalmente ad individuarne l’entrata. All’interno, anche il corridoio ascendente era stato chiuso e nascosto attraverso l’utilizzo di blocchi di granito. Dopo aver aperto un varco attorno ad essi, la spedizione raggiunse la Camera del Re solo per scoprire che il sarcofago del faraone era vuoto. Ancora oggi nessuno può sapere con esattezza quale fosse la reale destinazione della Grande Piramide, a parte il fatto di essere il prodotto di numerosi e precisi calcoli matematico-astronomici. Una delle ipotesi più suggestive ma forse più inverosimile è quella secondo cui le piramidi, in particolare quella di Cheope, furono erette da creature provenienti da altri pianeti. Forse esseri simili a Dei conferirono i loro poteri ai primi esseri umani perchè costruissero grandi monumenti. Sulla superfice di Marte, nell'area di Cydonia, sono stati osservati i profili di oggetti simili alle piramidi ed un viso simile a quello della Sfinge.

Le tre piramidi di Giza non erano soltanto luoghi di sepoltura, cioè tombe, fatti costruire dal faraone Cheope, dal figlio e dal nipote circa 4600 anni fa. Gli esperti pensano che l'apertura della camera funeraria del faraone dentro la grande piramide fosse allineata con la stella Sirio così che la sua anima potesse volar via attraverso l'apertura per raggiungere l’aldilà, dove sarebbe diventato un Dio. La cosa pare confermata dalla presenza di stretti canali che si dipartono dalla suddetta camera in direzione delle stelle. Il modo in cui le piramidi sono raggruppate rimarrà un'enigma apparentemente irrisolvibile che costituisce tutt’oggi un grande mistero.

  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close