Cerca Hotel al miglior prezzo

Bloemfontein (Free State): Capitale giudiziaria del Sudafrica

Pagina 1/2

Bloemfontein, capitale giudiziaria del Sudafrica, è situata su un altopiano nel cuore dello stato a 1300 metri di altezza, e conta quasi 400 mila abitanti. La fondazione ufficiale risale al 1846, anche se prima di quella data il territorio circostante fu sede di diversi insediamenti Afrikaner, termine con cui si era soliti indicare i cittadini africani bianchi che parlavano l’afrikaans, una lingua molto simile all’olandese. Dal 1854 al 1902 la città è stata la capitale dello Stato Libero d’Orange, esteso tra i fiumi Orange e Vaal, fondato dai boeri dopo il Great Trek, ed annesso nel 1910 all’Unione Sudafricana non senza proteste e spargimenti di sangue, culminati con lo scoppio della guerra anglo-boera e coi tragici eventi avvenuti proprio a Bloemfontein, dove venne aperto un campo di concentramento per donne e bambini boeri, che in pochi anni fece 28.000 vittime.

Oggi Bloemfontein ha superato le divisioni sociali e politiche che ne hanno minato il passato, ed è una città calda, amichevole, centro multiculturale conosciuto anche come la “Città delle rose” per la bellezza dei fiori che sbocciano nei giardini cittadini.

Da non perdere il cuore della città, caratterizzato da una forte predominanza di verde pubblico, dove agli edifici di valore culturale si affiancano decine di centri per gli acquisti e grandi magazzini. Tra i palazzi che hanno fatto la storia di Bloemfontein i più importanti sono indubbiamente il municipio, la Corte d’appello, la Corte suprema, il Centro presidenziale ed il First Raadsaal, che ospita anche il Museo Nazionale, dove imparare a comprendere l’ambiente naturale e culturale sudafricano attraverso la ricerca e l’istruzione. Altri edifici significativi sono la Twin Spired Church, terminata nel 1880 ed unica chiesa riformata olandese in Sudafrica; il Queen’s Fort, eretto nel 1848 su una collina a poca distanza dal centro e sede del Museo Militare; ed il White Horse, l’enorme cavallo bianco ammirabile sulle pendici della Naval Hill, innalzato durante la guerra anglo-boera come punto di riferimento per i soldati provenienti dalla pianura.

La fama di Bloemfontein è però legata alla natura, con la flora che la fa da padrona nella Horchid House, una visita imperdibile per gli amanti dei fiori, che qui compongono una piccola giungla piena di fascino, e presso lo State President Swart Park e il King’s Park, una fiammata di colori per tutto l’anno dove si tengono anche mercatini domenicali, e la fauna, che invece detta legge nella Franklin Nature Reserve, con giraffe, struzzi, bufali ed altri animali che vagano liberi, ma anche nello Zoo, molto frequentato dai residenti come sede del pic-nic domenicale.

... Pagina 2/2 ...Per completare le visite culturali, una passaggio al Freshford House Museum, dove tornare seppur per pochi minuti alla vita di fine ‘800, allo Unit Museum, contente articoli datati 1933 riguardanti i Servizi Speciali del primo battaglione, ed alla School of Armor, esposizione di carri armati ed armi da guerra, è vivamente consigliato.

Per rilassarsi non c’è niente di meglio che darsi allo shopping sfrenato in uno dei moderni centri commerciali sparsi un po’ in ogni zona della città, mentre gli amanti dello sport si troveranno a loro agio recandosi al Loch Logan Waterfront, un’area molto estesa dedicata al tempo libero, dove sorgono le più importanti strutture sportive della città, che tra l’altro ospiterà alcune partite del Mondiale di calcio del 2010 presso il Free State Stadium, come i campi da rugby e da cricket. Per i meno sportivi il Windmill Casinò è l’occasione per trascorrere un pomeriggio diverso dal solito, all’interno della moderna struttura che ospita anche 7 ristoranti, dove con un po’ di fortuna ai tavoli da gioco si potrebbe anche mangiare gratis.

L’Aeroporto di Bloemfontein è 14 chilometri fuori dal centro, ben collegato agli altri aeroporti del Sudafrica, ma non scalo di voli internazionali. La provincia dispone inoltre di un’efficiente linea ferroviaria, e di una fitta rete stradale, che permette di muoversi rapidamente a bordo della propria macchina o prenotando un posto su una corriera.

Il periodo migliore per partire alla volta di Bloemfontein è sicuramente la primavera, a queste latitudini tra settembre e novembre, quando i venti caldi ricominciano a soffiare e le temperature riprendono a salire, dando il via allo straordinario fenomeno della fioritura, da queste parti davvero eccezionale, con l’unica controindicazione rappresentata dalla fastidiosa presenza di insetti, soprattutto zanzare.
close