Cerca Hotel al miglior prezzo

Monastir e Skanes, vacanza nel mare della Tunisia

Monastir, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Monastir è una delle località balneari più rinomate del Mediterraneo, da tempo individuata dalla Tunisia come destinazione nella quale convogliare i turisti internazionali alla ricerca del giusto connubio tra una vacanza che alterni relax in spiaggia e escursioni culturalmente interessanti.

Il Ribat, una poderosa fortezza costruita sul finire del VIII secolo per avvistare le navi nemiche, è uno dei siti più significativi del paese e, anche a seguito di attenti restauri, è un edificio ancora perfettamente integro, non a caso utilizzato come ambientazione di diversi film storici come il Gesù di Zeffirelli. La fortezza è dotata di quattro porte d'accesso e della torre Nador dalla quale si può godere un bel panorama della città.

Al piano superiore di questa massiccia struttura ha sede il Museo della Arti Islamiche, dove sono conservati alcuni dei reperti più preziosi del paese, al punto da essere considerato la seconda raccolta di opere d'arte antica tunisina, inferiore solo al Bardo di Tunisi: antichi corani, manoscritti, ceramiche, monete e un prezioso astrolabio arabo proveniente dalla città spagnola da Cordova. Appena dietro alla fortezza si trova un antico cimitero, con tombe vecchie di secoli, alcune impreziosite da antichi caratteri kufici.

Non lontano dal Ribat si trova il mausoleo della famiglia Bourguiba, dove riposa il primo presidente e fondatore della Tunisia moderna, ininterrottamente in carica per 30 anni. Lo sfarzoso edificio, costruito nel 1963 seguendo lo stile tradizionale, spicca per la grande cupola d'oro a coste e i due sottili minareti in marmo italiano la cui prospettiva è esaltata dall'ampio viale costellato di bandiere tunisine che lo precede. Sempre in onore all'ex-presidente è stata costruita anche una vasta moschea, riconoscibile dal minareto ottagonale alto 41 metri, che può ospitare oltre mille fedeli.

Ma l'edificio religioso più importante della città è la Grande Moschea che sorge a fianco del Ribat, con più di 1000 anni di storia alle spalle. Costruita in pietra e marmo, è molto sobria, con un basso minareto a pianta quadrata che la sormonta. Un altro sito interessante è l'anfiteatro di El Djem, detto “il Colosseo della Tunisia”. La medina ha subito una ristrutturazione abbastanza invasiva e ha perso parte del suo fascino ma è ancora un posto dove perdersi piacevolmente in mezzo ai negozi che vendono ceramiche, legno intagliato, argento e pelletteria benché, essendo chiaramente destinati ai turisti, i prezzi ne risentano. Per articoli più d'uso comune il sabato si tiene un mercato settimanale presso la stazione degli autobus.

Il mare caratterizza la città, del resto è inevitabile, protesa com'è verso il Mediterraneo. Basta percorrere il lungomare per vedere le spiagge che circondano la città e scegliere in quale recarsi, anche se molti preferiscono riversarsi sugli arenili di Skanes, il sobborgo di Monastir che ormai rifulge di luce propria, lunghi otto chilometri e dotate delle strutture più lussuose della zona. Il porto turistico di Marina Cap-Monastir si trova in capo alla penisola e ben si inserisce nell'architettura cittadina.

Come arrivare a Monastir? Ad appena una decina di chilometri da Monastir, non lontano dal litorale di Skanes e di Dkhila, sorge l'aeroporto Habib Bourguiba International che accoglie migliaia di viaggiatori provenienti dall'Italia e dall'Europa.

Al vostro arrivo vi aspetta un clima di tipo mediterraneo, caldo in estate e temperato in inverno. Le massime assolute si raggiungono tra luglio ed agosto, con valori intorno ai 32-34 °C e minime circa una decina di gradi più in basso. In estate le piogge sono una rarità, e dipendono da isolati periodi temporaleschi. Le precipitazioni diventano più significative dall'autunno fino alla privavera inoltrata, ma i quantitativi mensili non superano quasi mai i 40 mm. Fa abbastanza caldo anche in inverno, e le massime di gennaio, il mese più freddo, si posizione intorno ai 15-17 °C.
  •  

News più lette

close