Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Valentia Island

Valentia Island, l'isola dell'Irlanda al largo delle coste del Kerry

Pagina 1/2

Conosciuta e affermatasi per gli straordinari paesaggi verdi, le scogliere e una storia d’orgoglio nazionale e rivalsa, la terra d’Irlanda splende di vita e seduce i turisti richiamandoli a sé con fare sinuoso.
L’esistenza di questo sogno gaelico non potrebbe essere più vera e ce lo ricorda tra gli altri la splendida Valentia Island, lembo di meraviglia circondato dal mare nel sud del paese al largo delle coste della Contea del Kerry, ma collegato alla terraferma grazie al ponte di Portmagee che attraversa l’omonimo canale.

Se si osserva una cartina si può apprendere che le magnifiche Skellig IslandsLittle Skellig e Skellig Michael – non sono poi così lontane (distano appena 15 km): fortunati i volatili che, lasciandosi sospingere dai venti oceanici, librano sopra l’isola osservando la Church Island e le scogliere di Fogher, Capo Bray, Beennakryraka, Reenadroulan Point e Knightstown, considerati i punti più estremi.

Cosa vedere a Valentia Island

Appena 665 abitanti in pianta stabile e un'estensione di circa 25 km²: sono questi i dati dell'isola che suggeriscono come si tratti di un posto davvero unico, quasi fuori dal mondo.
A vigilarlo, su Cromwell Point sta di vedetta il mitico faro (lighthouse) costruito nel XVII secolo per avvistare eventuali incursioni dal mare e segnalarlo all’entroterra. E’ uno dei 70 che, disposti lungo le coste irlandesi, seguitano a garantire sicurezza ai naviganti in prossimità dei litorali.
A nord-ovest si scorge la Glanleam House (all’anagrafe Glanleam House & Subtropical Gardens) con i suoi giardini tropicali coronati da una lunga fila di alberi, un incanto architettato negli anni successivi al 1830 da Sir Peter George Fitzgerard, il quale intervenne importando piante e arbusti esotici facenti oggi parte di una collezione tutta da vedere in un’unica piacevole passeggiata lungo i vialetti esterni.

... Pagina 2/2 ... A Feaghmaan West c’è molto da vedere, specialmente le Fogher Cliffs e la Geokaun Mountain, il punto più alto dell'isola con i suoi 266 metri s.l.m., dove si possono compiere escursioni ammirando panorami davvero spettacolari.
Si mediti una visita alla grotta con la statua della Madonna custodita all’interno di una cava, famosa quest’ultima soprattutto perché vi è stata estratta la roccia necessaria a costruire le Houses of Parliament londinesi. Si passi rapidamente all’Heritage Centre, scrigno di tesori geologici, umani, naturali, industriali e storici tra cui una vecchia scialuppa di salvataggio, una stazione radio marittima e una telegrafica (la prima connessione transatlantica fu installata nell’isola nel 1857 per fungere da terminale orientale operativo fino al 1966. Il cavo telegrafico raggiungeva Newfoundland in Canada). Imperdibile lo Skellig Experience Centre, che propone un’esauriente mostra audiovisiva inerente la storia del monastero di Skellig Michael e il patrimonio faunistico della coppia di isole.

Non tutti sanno che ad oggi la più antica traccia di un vertebrato sul nostro pianeta è quella visibile qui sull'isola: una creatura anfibia lasciò infatti alcune tracce del suo passaggio nel nord di Valentia Island, a pochi metri dal mare, durante il periodo Devoniano, databile 360 milioni di anni fa. Il sito è noto come Tetrapod Trackway ed è visitabile gratuitamente; per maggiori informazioni sulla sua collocazione esatta conviene chiedere all'ufficio turistico a Knightstown.

Finito il tour culturale, se ne inizi un altro più sociale entrando al villaggio di Knightstown, considerato la patria delle barche da pesca costiera, inoltre location ad agosto di una regata con imbarcazioni lignee a remi. Progettato da Alexander Nimmo e affacciato sull’oceano, vi si trovano edifici magnetici, un dittico di interessanti chiese, locali, ristoranti e pub nei quali gustare dell’ottima birra. Più a nord sorge la Old Schoolhouse mentre a Chapelstown si concentra la maggior parte della popolazione isolana. In estate il mare diventa protagonista e i vacanzieri arrivano anche per praticare sport acquatici sulle estese spiagge dove possono utilizzare le tante attrezzature messe a disposizione.

Eventi

Nella stagione più calda l'isola si anima di turisti e attività. In particolare, sono tre i grandi appuntamenti estivi: lo Zurich Valentia Island Triathlon, il Kinetica National Sprint Championships e, infine, il Cahersiveen Festival of Music and the Arts.

Come arrivare a Valentia Island

Valntia Island si può raggiungere attraversando il ponte di Portmagee, oppure salendo sui frequenti traghetti in partenza da Reenard Point che approdano a Knightstown in soli cinque minuti.
La città più grande dotata di aeroporto nelle vicinanze è Cork, che dista circa 160 km.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close