Cerca Hotel al miglior prezzo

Grottammare (Marche): vacanze estive nella perla dell'Adriatico

Pagina 1/2

Lungo il litorale marchigiano, dove il fiume Tesino si tuffa nell’azzurro brillante del Mare Adriatico, sorge la cittadina marittima di Grottammare, gioiello della provincia di Ascoli Piceno, e con il suo nucleo storico considerato uno dei più belli borghi d'Italia. Popolata da circa 15 mila abitanti e custode di una pace senza tempo, la località è abbracciata da un paesaggio vario e ridente, che pare sorridere con ospitalità ai visitatori in arrivo: le casette e le strade si sviluppano lungo la linea costiera, respirando la brezza salata, per poi arrampicarsi fino alle prime colline dell’entroterra, dove si sviluppa per l'appunto il famoso borgo medievale.

Ad accarezzare tutto l’abitato, dalla costa alla sommità più elevata, c’è un clima benigno e gradevole, mitigato dall’influenza dell’Adriatico, con inverni temperati e estati calde va ventilate. I valori sempre dolci ne fanno la meta ideale per le vacanze estive ma anche per i soggiorni primaverili o autunnali, quando il paesaggio si colora di tinte incantevoli e la brezza è fresca. Le temperature medie del mese più freddo, gennaio, vanno da una minima di 3°C a una massima di 9°C, mentre in agosto si va dai 18°C di minima ai 28°C di massima. Le precipitazioni non osano spezzare l’incantesimo idillico dell’estate a Grottammare, e se ne stanno volentieri in disparte nella bella stagione; si concentrano invece in autunno e inverno: i mesi più piovosi, con una media di 9 giorni di pioggia ciascuno, sono novembre e dicembre.

In queste condizioni non è difficile immaginare quale sia l’attrattiva più affascinante di Grottammare: le spiagge, con le efficienti stazioni balneari che soddisfano ogni esigenza dei visitatori, offrono scenari splendidi e confortevoli allo stesso tempo. Lambite da un’acqua limpida e pulita, curate in ogni dettaglio, sono lo scenario perfetto per i gruppi di amici come per le famiglie, anche con bambini al seguito. Ma la città ha molto altro da offrire: fermarsi sul litorale sarebbe un peccato, perché arrampicandosi nell’entroterra e spingendosi nel cuore medievale si possono fare conoscenze quanto mai interessanti.

Il centro vero e proprio di Grottammare si colloca in corrispondenza di Piazza Peretti, orlata dai palazzi più belli e importanti della città. Qui sorgono infatti il Palazzo Priorale, l’Altana dell’Orologio, il Teatro dell’Arancio, un’elegante loggia custode di romantiche passeggiate e un belvedere che toglie il fiato e fa innamorare. Non lontano dalla piazza centrale si incontrano le numerose chiese del centro: tra queste vele la pena di visitare la seicentesca chiesa di Santa Lucia, probabilmente progettata dall’architetto Fontana. A suggellare il borgo antico ci pensa il Torrone della Battaglia, un torre merlata del sedicesimo secolo, che ospita all'interno un museo dedicato all'artista pericle Fazzini.

Un altro edificio religioso interessante è la Chiesa di Sant’Agostino, sorta nel XVI secolo e da subito arricchita, all’interno, da pregiate opere di artisti italiani. La facciata si presenta semplice, realizzata con mattoni giallo ocra e materiali poveri di recupero, tra cui si riconoscono frammenti di antiche pietre incise e lapidi con iscrizioni in parte leggibili. Passeggiando intorno alla chiesa, a navata unica con tetto a capanna, si raggiunge il retro, dove ci si imbatte nell’antico chiostro ad arcate in muratura.
... Pagina 2/2 ...
Da vedere anche la Chiesa di San Martino, nella vicina frazione di Cupra Marittima, realizzata in stile romanico sulle vestigia di un tempio pagano preesistente, dedicato proprio alla mitica Dea Cupra. I dettagli più belli e preziosi dell’edificio sono certamente l’affresco del XII-XIII secolo e il crocifisso su tavola risalente al Seicento.

Dopo aver oziato nelle accoglienti spiagge di Grottammare, e dopo aver osservato le bellezze che il centro antico riserva, arriva il momento di vivere la vita quotidiana del luogo: se se ne ha la possibilità, vale la pena di partecipare a qualche evento o manifestazione tra quelli che vengono organizzati, con cura e dedizione, nel corso dell’anno. Tra le occasioni principali possiamo citare la Sacra Giubilare del 1 luglio, festa religiosa e di rievocazione storica; il Venerdì Santo con la sacra rappresentazione, che si ripete solo ogni tre anni con il coinvolgimento di centinaia di cittadini; la Fiera di San Martino, di origini antichissime, che si tiene l’11 novembre e attira in città centinaia di venditori ambulanti, con bancarelle coloratissime di ogni tipo.

Infine, da quando nel 1868 il pianista e compositore Liszt soggiornò a Grottammare, a metà agosto si celebra il legame tra l’artista e la città con un grande festival musicale che ospita i più grandi pianisti del mondo.

Per raggiungere Grottammare ci sono diverse possibilità. Chi viaggia in auto deve prendere l’Autostrada A14, venendo da nord in direzione Ancona e venendo da sud in direzione Napoli, quindi uscire a Grottammre e seguire le indicazioni fino a destinazione. Per chi viaggia in treno, oltre alla stazione di Grottammare, c’è la stazione di San Benedetto del Tronto a soli 2 km di distanza, mentre gli aeroporti più vicini sono quello di Ancona, a 90 km circa, e quello di Pescara, a 80 km.
loading...
24 Maggio 2017 La Mostra di Steve McCurry al Forte di Bard ...

L'opera di Steve McCurry, uno dei più grandi fotografi contemporanei, ...

NOVITA' close