Cerca Hotel al miglior prezzo

Cupra Marittima, vacanze nella Riviera delle Palme, Marche

Cupra Marittima, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Il nome del comprensorio litoraneo, Riviera delle Palme, fa pensare istintivamente a cieli tersi e temperature carezzevoli, e il panorama in cui Cupra Marittima si immerge è decisamente all’altezza delle aspettative: di fronte al borgo un Mare Adriatico dai mille riflessi iridescenti, alle spalle della città le colline morbide dell’entroterra marchigiano.

Cupra Marittima è un piccolo borgo in provincia di Ascoli Piceno, popolato da poco più di 5 mila abitanti e dal sapore antico dei paesini di mare, ma sempre più noto in tutta la penisola e oltre come meta balneare incantevole, ospitale e lambita da un mare pulitissimo, che le ha portato più volte il prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu Europea. All’indole marittima, profumata di sale e dominata dall’azzurro, si aggiunge una squisita componente collinare: la cittadella medievale di Marano, infatti, è abbarbicata sulle prime alture dell’entroterra e fa parte del comune, che assunse il nome attuale di Cupra Marittima nel 1863.

Nel cuore del borgo si nascondono piccoli gioielli storico-artistici di grande pregio, che vale la pena di scoprire passeggiando per le suggestive viuzze antiche. Da vedere, ad esempio, la bella Collegiata di San Basso, arricchita all’interno da un prezioso trittico realizzato da Vittore Crivelli. Tra gli edifici civili il più importante è certamente il Castello di Sant’Andrea, eretto nel XIII secolo presso la contrada omonima, rimesso a nuovo nel 2003 e utilizzato sempre più spesso come teatro all’aperto o sede di manifestazioni e eventi culturali.

Chi ama la storia e vuole fare un salto nel passato, alla scoperta delle vicende cittadine più lontane, può recarsi presso la Contrada Santi e ammirare le vestigia romane di età augustea che facevano parte del Foro, anch’esse scenario di spettacoli teatrali e concerti musicali. Anche una necropoli romana, risalente al VI-V secolo a.C., è stata rinvenuta in territorio comunale, e ha portato alla luce vari oggetti interessanti tra cui vasellame, utensili della vita quotidiana e ornamenti di origine ellenica o etrusca.

Per gli amanti della natura, invece, c’è il Museo Malacologico allestito a nord del centro: si tratta di un’esposizione unica nel suo genere, ricca di conchiglie e reperti di origine marittima. Ma il fiore all’occhiello di Cupra Marittima sono forse gli itinerari che si snodano in mezzo al verde, i panorami sul mare e l’offerta di attività divertenti da praticare all’aperto. Tra gli scenari più suggestivi si consiglia di percorrere la lunga pista ciclabile panoramica, che costeggia il lungomare e continua fino all’estremità meridionale di San Benedetto del Tronto.

Particolarmente interessanti sono la flora e la fauna di Duna Marittima, il tratto di spiaggia che si estende a nord dell’abitato. Tra i tipi di fiori più interessanti e attraenti si possono citare il Polygonum maritimum, il Glaucium flavum, la Calystegia soldanella, l’Euphorbia paralias, l’Otaanthus maritimus, l’Inula crithmoides e la Medicago marina. Da esplorare anche la cosiddetta Pineta, l’area protetta che si affaccia sul mare, costituita da sabbia, ghiaia e ciottoli, ricoperta da una fitta macchia mediterranea e profumata di resina grazie ai secolari pini marittimi. Sui prati risplendono le bellissime orchidee, tra cui si riconoscono alcune specie piuttosto rare come la Ophrys holoserica e la Ophrys fusca.

Per finire, sulle colline ad ovest di Cupra Marittima, presso il confine con Ripatransone, si trova un’ampia lecceta, di grande interesse floristico. Ai lecci si affiancano il mirto e l’erica multiflora, specie vegetali inesistenti in tutto il resto della regione marchigiana. Chi non si accontenta delle bellezze offerte da Cupra Marittima può spingersi nel territorio circostante, alla scoperta di Grottammare o San Benedetto del Tronto, mentre gli amanti degli eventi culturali e delle tradizioni apprezzeranno la ricca rassegna di eventi offerta ogni anno dalla cittadina.

Per tutto l’anno è attivo il Cinema Margherita, segnalato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali grazie alla particolare attenzione dedicata alla qualità dei film scelti, in particolare per quanto riguarda il cinema d’essai. Meno sofisticata ma molto amata dai visitatori è un’iniziativa culinaria, la manifestazione “BarbeCupra”, che si volge in estate e consiste in un grandissimo barbecue di carne, in passato entrato nel Guinness dei Primati per la quantità di cibo cotto durante la festa.

Per raggiungere Cupra Marittima ci sono varie possibilità. Chi viaggia in auto deve prendere l’Autostrada A14, venendo da nord in direzione Ancona e venendo da sud in direzione Napoli, quindi uscire a Pedaso e seguire le indicazioni per Pescara, immettersi sulla SS16 Adriatica e seguire le indicazioni fino a destinazione. Per chi scegli il treno la soluzione più comoda è raggiungere la stazione ferroviaria di San Benedetto del Tronto, quindi prendere un treno regionale per la stazione di Cupra Marittima. Infine, per chi scegli l’aereo, gli aeroporti più vicini sono quelli di Ancona e Pescara, rispettivamente a 85 km e 80 km circa da Cupra Marittima.

Una volta entrati in città si viene accolti da un clima temperato, piacevole in ogni periodo dell’anno e caratterizzato da temperature miti. I valori medi di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 3°C a una massima di 9°C, mentre in agosto si passa dai 18°C ai 28°C. Le precipitazioni, scarse in estate, si concentrano soprattutto da ottobre a dicembre, quando piove in media per 8-9 giorni al mese.
  •  

News più lette

close