Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Rainbow MagicLand

Rainbow MagicLand, visitare il Parco divertimenti vicino a Roma

Pagina 1/2

Alle porte di Roma, e più precisamente a Valmontone sorge uno dei più grandi parchi a tema italiani: Rainbow Magic land, inaugurato alla fine di Maggio del 2011, è il progetto voluto proprio dalla società Rainbow, fondata da Igino Straffi, il “padre” delle celebri Winx. Il parco giochi viene a completare l'offerta dell'esistente Valmontone Outlet, una vera e propria città commerciale che ospita un importante Fashion District. Con l'apertura di Rainbow MagicLand l'intero complesso diventa fortemente attrattivo al turismo giovanile e delle famiglie con bambini, fornendo sia spunti per lo shopping dei genitori che di svago e divertimento ai componenti più piccole delle famiglie.

Per arrivare al parco è semplice. In auto l'autostrada di riferimento è la A1 Autostrada del Sole, nel tratto che collega Roma con Napoli. Per chi arriva da nord, e cioè da Roma è consigliabile uscire a Valmontone, dal casello svoltare a destra in direzione centro e ancora a destra alla prima rotonda, in direzione Outlet Valmontone. Il parco si raggiunge dopo un paio di km, tenendo l'autostrada alla propria destra, il parco giochi rimane sulla vostra sinistra, di fronte al Fashion District. Per chi arriva da sud, e quindi da Napoli, l'uscita più indicata è quella di Colleferro. All'uscita dall'autostrada si svolta a destra verso Valmontone, si passa sotto l'autostrada e si gira ancora destra sulla via Casilina, in direzione nord. Dopo circa 1,5 / 2 km si svolta a sinistra in via della Pace e si arriva in poco tempo a Rainbow MacicLand. In treno da Roma (3,70 € a tratta) si arriva comodamente in 40 minuti destinazione Frosinone da Napoli invece treno per Roma Termini (12,90 € a tratta). Una volta giunti alla giunti alla stazione di Valmontone una navetta vi porterà al parco al costo di 1 euro in circa 10 minuti.

Il parco di Rainbow è aperto in bassa stagione (primavera, settembre e aperture invernali) dalle 10 alle 18. In alta stagione (luglio ed agosto) la chiusura avviene alle 23, alle 24 per le cosiddette Magic night e cioè di sabato. Il prezzo di ingresso giornaliero è fissato in 39 euro per gli adulti mentre i ridotti costano 31 euro. Durante le fasi iniziali di attività del parco, dato l'avvio parziale di alcune attrazioni, sono previsti sconti. I bambini che non superano il metro di altezza entrano gratis. Sono anche previsti ingressi serali scontati a 22 euro. Per una convezione con il parco giochi di Miragica, in Puglia, chi mostra l'abbonamento al parco pugliese ottiene il 50% di sconto sull'ingresso a Rainbow MagicLand.

Il grande parco è strutturato in tre aree tematiche principali: la cosiddetta area per i più coraggiosi, le attrazioni adatte a tutti, e quelle specifiche per i bambini, gli ospiti più coccolati di tutto il complesso. Ad accogliere i più piccoli c'è la mascotte del parco: il Gattobaleno, se vogliamo una rivisitazione dello stregatto di Alice nel paese delle meraviglie, in una versione più sorridente e sicuramente non così cinica.

Le attrazioni per i più coraggiosi comprendono le tre giostre più “spericolate” di Rainbow Magicland. Sicuramente Shock – The steam machine metterà alla prova il vostro coraggio. Si tratta di un roller coaster in grado di farvi provare una notevole accelerazione, da 0 a circa 100 km/h in appena 3 secondi, una performance degna di una monoposto da Formula 1. Inoltre il brivido tocca livelli da primato grazie al non-inversion loop, un giro della morte effettuato a 35 metri di altezza. Per accedere alla giostra è necessario avere i seguenti requisiti: avere più di 8 anni ed una altezza superiore ai 130 cm. Il coaster è vietato anche coloro più alti di 2 metri d'altezza.

Mystika è invece una torre alta 70 metri, che sicuramente offre il panorama migliore del parco, ma al prezzo di precipitare in caduta libera, in una sensazione di vertigine assoluta. Per le forti emozioni che la caduta fornisce, la giostra è vietata ai minori di 10 anni, e comunque i ragazzi fino ai 12 anni devono essere accompagnati da un adulto. Non vi si può accedere se più bassi di 140 cm, ed anche i ragazzi che non superano il metro e mezzo devo avere un accompagnatore maggiorenne.

Cagliostro (la nostra preferita) è la terza attrazione dedicata a chi non teme velocità ed è alla ricerca dell'adrenalina pura: è un cosiddetto spinning coaster, che si svolge in ambiente chiuso, una corsa da brivido prevalentemente al buio ma ricca di colpi di scena. Non deve illudere la velocità media di circa 58 km/h: data l'ambientazione ristretta, l'effetto di velocità è decisamente sorprendente e paragonibile a quello dei roller coaster che viaggiano prossimi ai 100 km/h ma in spazi più aperti. Le vetture rotanti e il percorso ricco di svolte, cadute e salite rende il tragitto di circa 430 metri molto vario e divertente. Per accedere bisogna avere una altezza minima di 120 cm, vengono esclusi per ragioni di sicurezza anche coloro più alti di 195 cm.

... Pagina 2/2 ... Le giostre per tutti sono state pensate in particolar modo per il divertimento delle famiglie. I genitori che hanno i bambini appassionati ai cartoni animati della serie delle Winx dovranno sicuramente accompagnarli al Castello di Alfea, dove troveranno la scuola magica delle fate. Molto bella anche l'attrazione del Planetarium: nel cinema 4D di Rainbow Magicland scienza e mitologia si intrecceranno in un mix affascinante e molto istruttivo. Per le famiglie più dinamiche è invece consigliabile l'attrazione ispirata al cartone animato Huntik: si tratta di una corsa con effetti 4D e con la possibilità di sparare su bersagli, sfidando tutta la famiglia nel provare chi ha il colpo d'occhio e la precisione migliore. Una corsa su delle barche a forma di foglie è il motivo d'interesse di Believix un'attrazione che vi porterà nel mondo delle fatine Winx. Qui però i bambini con meno di 3 anni, o più bassi di 95 cm non possono accedere, limite esteso a 4 anni e 105 cm se a fianco loro sarà presente un adulto.

Sempre tra le attrazioni per tutti segnaliamo la giostra ambientata tra i personaggi della serie di cartoni di Monster Allergy, Bombo Zick e gli altri amici della serie TV vi attendono su Bomborun su una corsa ovviamente dichiarata come “mostruosamente divertente”. I bimbi più piccoli di 95 cm o con meno di 4 anni sulle spalle devono rimanere a terra, mentre quelli fino agli 8 anni ed alti meno di 122 cm possono salire se accompagnati da un adulto. Le famiglie più dinamiche, che magari vogliono educare i figli ai brividi della velocità, in attesa di poter salire sulle giostre “da grandi” devono provare l'Olandese Volante, un vero e proprio roller coaster a gravità: salirete su delle navi particolari: per farlo però dovete avere più di 4 anni od essere più alti di 1 metro e 10. Oppure se accompagnati anche i bambini fino a 8 anni e più bassi di 1 metro e 30.

Tutta la famiglia, per lo meno se ciascun figlio può essere accompagnato da un adulto, potrà vivere l'esperienza disorientante della Maison Houdini, una casa magica che sorprenderà tutti, adulti compresi. L'Isola Volante è un modo tranquillo per vedere il parco di Rainbow Magicland dall'alto: un braccio telescopico vi solleverà nel cielo, da dove potrete scattare una foto ricordo di tutto il parco. Yucatan è invece un percorso che si snoda lungo in un fiume avvolto da una giungla tropicale. Attenzione: i bambini più piccoli di 5 anni o alti meno di 105 centimetri non possono accedere! Quelli invece che sono compresi tra un metro e cinque cm e il metro e trentacinque centimetri devono essere accompagnati lungo le rapide e le sorprese del percorso. Chiude le attrazioni per tutti l'esperienza rafting di Drakkar, a cui possono accedere tutti coloro più alti di 1 metro e 20. Una corsa tra rapide, gorghi d'acqua e correnti imprevedibili, proprio come vi trovaste tra i fiordi della Norvegia!

La terza area tematica del parco è quella dedicata agli ospiti più piccoli. Oltre alle classiche giostre, il brucomela (Amerigo), i trenini e le tipiche attrazioni da bambini come le tazze che ruotano, segnaliamo la simpatica attrazione Ronnie (vietata ai bambini con meno di 4 anni), che vi farà dondolare tra le zampe del buffo ragnetto degli Elfi. La Pop Tower potrebbe essere considerata propedeutica all'esperienza di Mistika. Qui però possono accedere i bambini più alti di 1 metro e 20, se accompagnati da un adulto, che però non superi i 100 kg!
Le altre attrazioni per bambini includono le mongolfiere di PopPalla, la magica giostra di PopRace, la foresta degli Elfi (Elforest). I più piccoli si divertiranno un sacco tra le casette di Pixieville, dove è anche possibile giocare con i battelli e le macchine radiocomandate, o ammirare le fontane danzanti.

Una giornata a Rainbow Magicland non è completa senza ammirare uno dei tanti spettacoli che si svolgono quotidianamente nel parco. Oltre al già citato Planetarium, gli eventi vengono organizzati o presso il Castello di Alfea, oppure nel Palatutto, al Gran Teatro oppure al centro geometrico del parco, presso la scenografica Bahia. Tra gli spettacoli in attività nel 2011 segnaliamo Winx Live e Bombo in Cantina per i più piccoli, Water dreams presso la Bahia, Il Fantasy Show e il Gattobaleno al Gran Teatro, mentre l'attesa Magic Parade si svolge alle 19:15 della sera lungo la direttrice principale del parco, che collega il Gran Teatro con la Piazza Main Street.

La Redazione ha visitato il parco ad un mese dall'apertura, purtroppo alcune attrazioni erano chiuse per manutenzione, ma quelle che abbiamo avuto modo di provare ci hanno dimostrato che il parco ha le carte in regola per sfidare i grandi parchi del nord Italia. In particolare Cagliostro e Yucatan non hanno nulla da invidiare ad attrazioni blasonate dei parchi come Gardaland o Mirabilandia. In questi primi 30 giorni l'afflusso di visitatori ha raggiunto quota 150.000 presenze, l'Olandese Volante, Yukatan e Drakkar le giostre più gettonate. Ben 60.000 spettatori per il musical Gattobaleno e la Magia di Taskibur in scena dal martedì alla domenica.
loading...
close