Cerca Hotel al miglior prezzo

Punta Ala, vacanze nel mare della costa Toscana

Pagina 1/2

Alle pendici del promontorio che porta il suo nome, il comune di Punta Ala si inserisce con armonia nel paesaggio maremmano, in provincia di Grosseto, lungo lo splendido litorale toscano. Frazione di Castiglione della Pescaia, la cittadina si chiamava originariamente Punta Troia, finché l’aviatore Italo Balbo non coniò il nuovo nome ispirandosi al mondo dell’aeronautica.

Sviluppatasi specialmente nel corso degli anni Settanta, oggi Punta Ala è una rinomata località balneare, famosa non soltanto per il comfort delle strutture turistiche e la limpidezza del Mar Tirreno, ma anche per il suo esclusivo porto: proprio questo ambiente, infatti, ha ospitato la celebre Luna Rossa, la barca a vela italiana protagonista delle regate di Coppa America nel 2000. Ancora oggi le gare veliche, organizzate periodicamente dallo Yacht Club locale, sono una delle maggiori attrazioni del posto, e fanno sì che i visitatori non manchino mai, neppure in bassa stagione: la presenza di residence lussuosi e di numerose ville, utilizzate come seconde case dagli abitanti delle città toscane e non solo, testimonia il prestigio di questo piccolo paradiso.

Ma Punta Ala non è solo eleganza, lusso e atmosfera vacanziera: nonostante si presenti come centro moderno e all’avanguardia, il paesino originario si trovava proprio al confine tra l’antico Principato di Piombino e il Granducato di Toscana, e ancora oggi si possono ammirare le imponenti testimonianze di quel periodo.

Il rischio delle invasioni da parte dei pirati, infatti, spinse i cittadini di allora ad erigere alcune fortificazioni difensive, tra cui spicca la Torre Hidalgo. Costruita nel corso del Cinquecento per proteggere l’estremità sud del Principato di Piombino, la torre domina tuttora il nucleo abitato, immersa in una macchia mediterranea selvaggia e profumata di mare. Una rampa di scale, un tempo seguita da un ponte levatoio, conduce a una semplice porta rettangolare, che a sua volta permette l’accesso nella massiccia struttura a pianta quadrata.

A sud-est della località invece, sempre nel corso del Cinquecento, i Medici fecero innalzare il Castello di Punta Ala che, elevato alla sommità del promontorio, aveva il compito di vegliare sul tratto litoraneo a nord di Castiglione della Pescaia. Abbracciato da una cinta muraria, l’edificio si sviluppa su una pianta a U, dove si dispone il corpo principale della costruzione. La torre centrale, a pianta quadrata, costituisce l’originaria struttura di difesa, poi rinforzata con varie aggiunte nel corso dei secoli.

... Pagina 2/2 ...Dall’antico maniero era possibile, per ragioni di sicurezza militare, comunicare con una costellazione di torri circostanti: tra queste, oltre alla già citata Torre Hidalgo, si possono ancora vedere la Torre di Cala Galera a sud-est e la Torre degli Appiani sull’Isolotto dello Sparviero.

Costruita per volere degli omonimi principi di Piombino, la Torre degli Appiani se ne sta in disparte sull’isolotto ma in posizione strategica, ottimale per controllare l’abitato di Punta Ala, proprio di fronte ad essa. Visibile infatti anche dalla terraferma, la torre presenta una struttura solida e imponente,a pianta circolare, mentre le pareti in pietra sono particolarmente massicce e in alcuni punti raggiungono i 2 metri di spessore.

Aldilà delle preziose testimonianze storiche che Punta Ala regala ai visitatori, la località è un ottimo punto di partenza per avventurarsi alla scoperta di tutta la costa maremmana e della Toscana in generale. Il Parco Naturale della Maremma offre scenari incontaminati d’eccezione, mentre una collana di villaggi e paesini suggestivi agghinda la fascia litoranea e le isole dell’Argentario.

Chi non vuole allontanarsi troverà a Punta Ala una serie di spiagge accoglienti e ben attrezzate, adatte anche alle famiglie con bambini e perfette per chi intende rilassarsi completamente. A favorire la vita da spiaggia partecipa un clima mediterraneo piacevole, mite in ogni periodo dell’anno e praticamente immune dalle precipitazioni nella stagione estiva. Le temperature medie di agosto, il mese più caldo, sono comprese tra una minima di 21°C e una massima di 28°C, mentre in gennaio, il mese più freddo, si va in media dagli 8°C ai 17°C. Se in estate non piove quasi mai le precipitazioni aumentano un po’ in inverno: il mese più colpito è dicembre che totalizza una media di 8 giorni piovosi sul totale.

Un ultimo incentivo a visitare Punta Ala è la comodità con cui la si può raggiungere, qualunque sia il mezzo di trasporto prescelto. Chi viaggia in macchina e proviene da Genova dovrà prendere la A12, imboccare lo svincolo SS1 Via Aurelia Cecina, entrare nella E80/SS1 e uscire a Follonica Nord, per poi seguire le indicazioni fino a Punta Ala. Chi, sempre in auto, viene da Roma, percorre l’Autostrada A12/E80 e esce a Follonica Est, per poi raggiungere Punta Ala seguendo i cartelli. Per chi sceglie il treno, la stazione ferroviaria più vicina alla meta è quella di Grosseto, mentre gli aeroporti più vicini sono quelli di Pisa, Firenze e Roma, rispettivamente a 136 km, 172 km e 196 km.

 Pubblicato da - 05 Maggio 2009 - © Riproduzione vietata

loading...
24 Febbraio 2017 La Giostra di Castello del Matese

Da più di 20 anni, il primo fine settimana d'agosto, si svolge ...

NOVITA' close