Cerca Hotel al miglior prezzo

Porto Santo Stefano (Toscana): il mare, le spiagge e cosa vedere

Porto Santo Stefano, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Porto Santo Stefano dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

Chi percorre in macchina la discesa sino a Porto Santo Stefano, lungo il lato nord-occidentale dell’Argentario, vede sfilare dal finestrino i colori più intensi del mare della Toscana: l’argento degli ulivi, il verde fresco dei pini e il rosa acceso degli oleandri si stagliano contro il blu del mare, che si perde all’orizzonte.

E’ in questo scenario che compare all’improvviso il borgo, con le sue casette dai colori pastello, gli alberi delle navi ormeggiate che ondeggiano al vento e il canto dei gabbiani come colonna sonora. Capoluogo del Comunw di Monte Argentario, a nord-ovest dell’omonimo promontorio, la località sorge a circa 40 km da Grosseto e forma un unico comune con la vicina frazione di Porto Ercole, nel cuore della costa toscana.

Cosa vedere a Porto Santo Stefano

Appena si scende in paese si incontra il cantiere navale, che presto lascia spazio al Porto del Valle: insieme a Porto Vecchio si tratta di una delle due parti che compongono la cittadina, da cui partono i traghetti per l’Isola del Giglio e Giannutri e in cui si può avere la fortuna, nel pomeriggio, di assistere allo sbarco del pesce fresco. Al termine dell’area portuale comincia il Lungomare dei Navigatori che, lambito dall’acqua limpida del Tirreno, giunge al porticciolo della Pilarella. Lungo la passeggiata vale la pena di fermarsi all’Acquario, che riproduce fedelmente l’ambiente tipico dei fondali mediterranei, oppure di sostare in una delle numerose panchine rivolte verso il mare: da qui si può ammirare il profilo del Monte Argentario, rivolto verso Talamone.

Il lungomare sfocia infine nella bella Piazza dei Rioni, costeggiata da una serie di eleganti locali e ristorantini, mentre le stradicciole che si inerpicano verso il cuore del paese conducono alla splendida Fortezza Spagnola.

La fortezza è uno dei monumenti storici più belli di Porto Santo Stefano, realizzata all’inizio del XVII secolo e restaurata di recente, rappresentativa della migliore architettura militare spagnola. Al suo interno si apre un cortile, da cui si accede a un’ampia terrazza che, a sua volta, porta attraverso due rampe di scale laterali sino al piano superiore. Da qui la vista sul porto e sul tratto costiero circostante è a dir poco magnifica.

Un’altra visione paesaggistica unica è offerta dalla strada panoramica, che snodandosi lungo la costa collega Porto Santo Stefano a Porto Ercole.

Sul lato orientale, rivolto al mare, i resti delle antiche torri costiere affiorano tuttora dalla vegetazione: la prima a comparire è la Torre di Lividonia, costruita nel XVI secolo e oggi inclusa in un parco privato. Subito dopo si innalzano la Torre della Cacciarella, la Torre di Calagrande riutilizzata come faro, la Torre di Cala Moresca e quella di Cala Piatti, parte dell’Hotel Cala Piccola.

Le spiagge più belle a Porto Santo Stefano

Tutt'intorno al borgo marinaro si snoda, inoltre, una serie di lidi, a partire di quelli sul Tombolo di Giannella e poi lungo le cale che si susseguono in direzione di Porto Ercole.

Da segnalare come imperdibili Cala del Gesso, che trovate anche nella classifica delle spiagge più belle della Toscana, la Spiaggia del Mar Morto ed i Bagni di Domiziano. Leggete il nostro articolo sulle spiagge più belle dell'Argentario per approfondire l'argomento!

Ma il bello di Porto Santo Stefano, oltre a ciò che si vede, è ciò che si sente: il profumo del pesce fresco e del sale marino si confondono con l’odore di pino e di fiori, mentre un’atmosfera di semplicità e amore per il mare si respira in ogni angolo del paese.

Eventi, sagre e manifestazioni

Basterebbero i pescatori, che tornano al tramonto con le reti scure cariche di bottino, a rendere indimenticabile l’anima della cittadina. A questo si aggiungono le tradizioni e gli eventi legati al porto, tra cui il famoso Palio Marinaro che si ripete ogni anno. Si tratta di una regata remiera che si ripete ogni ferragosto, in cui si sfidano i quattro rioni cittadini e che dà la possibilità ai cittadini e ai turisti di divertirsi insieme e fare festa.

Come arrivare

Per raggiungere Porto Santo Stefano esistono varie possibilità. Chi sceglie di spostarsi in treno troverà la stazione di Orbetello-Monte Argentario sulla linea Pisa Roma: da lì potrà prendere uno degli autobus di linea (compagnia Rama) diretti a Porto Santo Stefano. Chi viaggia in auto e viene da nord deve prendere la S.S. Aurelia e 34 km dopo Grosseto, alla deviazione per Albinia, uscire per Porto Santo Stefano. Sempre in auto, venendo da sud, bisogna uscire a Orbetello-Porto Santo Stefano. L’aeroporto più vicino, infine, è quello di Firenze, a 200 km circa dalla meta o, in alternativa, quello di Pisa, a 205 km.

Clima e quando andare

Una volta giunti a destinazione, vi accoglierà uno splendido clima mediterraneo, mite in ogni perido dell’anno, caratterizzato da estati calde ma allietate dalla brezza marina e inverni più freddi ma non eccessivamente rigidi. In agosto i valori medi vanno da una minima di 21°C a una massima di 28°C, mentre in gennaio, il mese più freddo, si va da 8°C a 17°C. Le piogge, praticamente assenti in estate, si concentrano nel periodo invernale: il record è detenuto da dicembre, che totalizza una media di 8 giorni piovosi sul totale. Foto wikipedia, cortesia: Gabriele Delhey, M. Bernet
  •  

 Pubblicato da - 07 Settembre 2020 - Riproduzione vietata

News più lette

06 Maggio 2021 La Mostra 'Dante. Un'epopea pop' a Ravena, ...

Segnatevi le date: dal 4 settembre 2021 e fino al 9 gennaio 2022, il  ...

NOVITA' close