Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Novoli

Novoli (Puglia): cosa vedere e gli eventi

Pagina 1/2

Nel cuore del Salento, in un territorio pianeggiante e di origine carsica, tra terreni fertili e ricchi d'acqua, sorge Novoli, un bellissimo borgo di poco più di ottomila abitanti, circondato da paesaggi agrari di rara bellezza, da vigneti a perdita d'occhio, equilibrio tra la natura e l'uomo.

Un borgo tranquillo e di rara bellezza, che ha veramente molto a offrire a chi ama un turismo alternativo, diverso dalle solite mete conosciute e che contempla luoghi e destinazioni forse poco note ma che invece hanno tanto da far ammirare.

Cenni storici e origine del nome

Novoli è un paese dalla lunga storia anche se le sue origini sono avvolte nel mistero, a cominciare dall'origine del toponimo.

Secondo l'ipotesi più accreditata il nome di Novoli deriverebbe da Novolum, Novale ovvero campo da arare. Secondo l'ipotesi dello scrittore G. Marciano, il paese sarebbe nato perchè gli abitanti del vicino casale Porziano situato in contrada S. Nicola, abbandonarono la zona perchè insana e paludosa per trasferirsi dove oggi sorge Novoli.

Anche il De Simone, in una delle sue visite archeologiche sul luogo da dimostrato l'esistenza di un casale abbandonato in tale contrada. Ciò dimostra che insediamenti ve n'erano qui sin dall'età medievale anche se alcuni rinvenimenti archeologici dell'epoca neolitica e di una menhir in contrada Petra Rossa testimoniano che qui la civiltà è cominciata davvero in epoca molto antica.

Nel corso dei secoli ha vissuto le sorti tipiche dei feudi del Mezzogiorno, passando di proprietà in proprietà, alternando periodi di splendore a periodi di declino.

Cosa vedere a Novoli

Diverse le Chiese che si possono visitare qui in città. La più antica è la Chiesa dell'Immacolata che conserva al suo interno un affresco bizantino di gran pregio.

Molto singolare la Chiesa di S. Oronzo, in piazza Aldo Moro che fu costruita a forma ottagonale su ispirazione del gesuita Bernardino Realino negli anni settanta del XVI secolo.

La Chiesa della Vergine del Buon Consiglio è invece una cappella privata che fu fatta costruire nel 1842 da Donna Marianna Tarantini e aperta al culto solo nel 1845.
... Pagina 2/2 ...
Molto belli da vedere e tipici del luogo e di tutto il Salento, sono i caratteristici frantoi ipogei che si estendono nei meandri sotterranei della zona del cimitero. Veri e propri frantoi scavati nella roccia che raccontano dell'identità rurale del luogo, sono dunque notevole testimonianza della vita agricolo-pastorale locale.

Altro frantoio ipogeo si trova nella frazione di Villa Convento sotto la Masseria Convento: risale al 1622 come testimonia l'incisione su una lastra di pietra.

Eventi e manifestazioni a Novoli

Una tradizione importantissima è la Focara. La festa è celebrata in onore di Sant'Antonio Abate, protettore di Novoli: inizia il 7 gennaio, con il Novenario, per terminare il 18 gennaio, come festa di comunità. I giorni cruciali della manifstazione sono il 16 ed il 17 gennaio: il paese si anima di spettacoli, concerti, degustazioni che attraggono curiosi e visitatori da tutta Italia.

Un'altra manifestazione molto significativa qui a Novoli è la Sagra della Puccia, che celebra un fiore all'occhiello della tradizione gastronomica salentina e che si tiene a maggio. La puccia è un pane prodotto alla maniera tradizionale che veniva preparato il giorno dell’Immacolata Concezione e condito con capperi e acciughe ma anche con altri ingredienti della tradizione locale come l'olio extravergine di oliva e il pomodoro.

A luglio, invece, si celebra la Madonna del Pane, una festa di origine religiosa durante la quale non mancano momenti di intrattenimento e spettacolo oltre alla possibilità di una vera e propria full immersion nella gastronomia salentina.

Come arrivare a Novoli

Per chi preferisce il treno, la stazione è posta lungo la linea ferroviaria Novoli - Gagliano del Capo ed è gestita dalla FSE (Ferrovie del Sud - Est). L'interscambio tra la linea ferroviaria di Trenitalia (treni regionali, treni ad alta velocità) avviene nella stazione di Lecce; per chi da Lecce preferisce proseguire in bus, FSE gestisce anche le linee extraurbane.

Qui è possibile consultare orari, percorsi e tariffe della FSE, sia pe ri bus che per i treni locali. L'aeroporto più vicino è Brindisi e poi si procede il viaggi con un servizio autobus organizzato dalla SITA che collega l’Aeroporto di Brindisi con il City Terminal di Lecce. In auto, si percorre l'autostrada A14 (Bologna-Bari), si esce al casello Bari Nord, si prosegue per la Superstrada Bari-Lecce e si continua per Novoli.

loading...
29 Giugno 2017 Le Feste Medievali a Pergine Valsugana

C’è chi fa il lanzichenecco, chi si scopre arciere; chi serve ...

NOVITA' close