Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Ragogna

Ragogna (Friuli): la visita alla cittą, il monte, il lago e il museo della Grande Guerra

Il piccolo comune di Ragogna sorge nel cuore delle splendide colline moreniche friulane, in un luogo che è teatro di un vero e proprio spettacolo naturale, in cui i protagonisti sono il fiume Tagliamento, il Monte e il Lago di Ragogna.

Questa alternanza, in uno spazio ridotto, di così tanti elementi naturali rende Ragogna una meta prediletta dagli escursionisti, a disposizione dei quali vi è una lunga serie di percorsi e camminate in mezzo alla natura, da coniugare ovviamente con la visita ai numerosi luoghi di interesse storico che caratterizzano questo variegato territorio. Ragogna ha infatti un lunghissimo passato, legato a più riprese non solo alla storia italiana ma anche a quella germanica e austriaca.

Nel XII secolo Ragogna divenne proprietà della potente famiglia von Wallenstein di Carinzia, sotto i quali la città visse un periodo di grande splendore, per poi passare ad altre proprietà e incrociare nuovamente il suo destino con quello tedesco nel corso del ‘900, in particolare della prima guerra mondiale.

Il Monte di Ragogna fu scelto come postazione di difesa per il suo posizionamento strategico e, durante il conflitto, il paese divenne teatro della famosa battaglia di Ragogna, avvenuta nell'ambito della ben più nota e tragica ritirata di Caporetto. Ragogna si rivelò di importanza fondamentale dal punto di vista strategico e permise all'esercito italiano di effettuare una ritirata efficace. Per questa importanza strategica, Ragogna fu poi anche occupata durante la seconda guerra mondiale e fu scenario di altri scontri. Un passato non trascurabile, dunque, quello di questa cittadina friulana, da non dimenticare ma anzi da valorizzare, per rendere fruibile a cittadini e visitatori un incisivo spaccato della nostra storia.

A disposizione dei visitatori vi sono un museo sulla Grande Guerra e una serie di percorsi sui luoghi in cui la guerra è stata vissuta, alla scoperta di trincee e reperti storici, in un autentico viaggio nella storia.

La protagonista di questo territorio, però, come già sottolineato, non è solo la storia. La natura ha un ruolo altrettanto di primo piano qui a Ragogna e ciò è ampiamente dimostrato dal gran numero di itinerari e percorsi disponibili nelle varie aree della zona. Il Monte di Ragogna, ad esempio, luogo estremamente suggestivo per il suo impagabile panorama, ha una particolare rilevanza escursionistica grazie ai tanti sentieri da trekking e mountain bike, ma anche una grande bellezza dal punto di vista naturalistico, per la varietà e la composizione dei suoi fitti boschi e della sua folta vegetazione.

Il Lago di Ragogna, invece, anch'esso luogo molto suggestivo, dispone di un percorso ciclo-pedonabile attraverso cui è possibile ammirare le bellezze naturali di questo lago che spicca per la sua biodiversità tanto nella fauna, quanto nella flora. E' infatti possibile ammirare la famosa "castagna d'acqua", oltre alle splendide ninfee che rendono questo scenario lacustre un vero e proprio mosaico di colori.

Un altro itinerario molto apprezzato del territorio è la passeggiata nel campo trincerato austro-ungarico, un emozionante percorso in quelle che furono le fortificazioni difensive durante la Grande Guerra che, oltre ad avere una certa importanza storica, permette anche di ammirare il paesaggio e la vegetazione tipici del Tagliamento, un fiume dalla grande rilevanza storica e politica ma anche apprezzabile per la sua bellezza naturale e il suo particolare ecosistema.

A dimostrazione di quanto la natura e l'ambiente siano protagonisti indiscussi di questo bel luogo, vi sono due eventi molto amati, divenuti entrambi vere e proprie tradizioni locali. Il più longevo dei due eventi è la Biofesta, ovvero il festival dei prodotti locali, all'insegna del biologico e del chilometro zero. Un percorso nel gusto che consente ogni anno a cittadini e visitatori di assaporare gli squisiti prodotti tipici friulani, rigorosamente biologici, dai formaggi, ai vini, al prosciutto crudo San Daniele.

Il secondo evento, e anche il più amato tra i giovani del luogo, è l'Aperiparko, un after dinner estivo nell'area verde di Ragogna, presso cui si possono fare gustosi aperitivi in una location di grande spettacolo naturale.

Raggiungere Ragogna è piuttosto semplice: dall'autostrada A23 è sufficiente prendere l'uscita Udine nord e proseguire lungo la strada statale SS464 in direzione Spilimbergo. A Fagagna bisogna svoltare a destra sulla strada provinciale SP5 in direzione San Daniele del Friuli e in seguito in direzione Ragogna.

  •  

 Pubblicato da - 17 Novembre 2015 - © Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close